martedì 25 giugno 2013

Polpo bollito ... senz'acqua!

Prima di cominciare devo fare un preambolo: qualche tempo fa girovagavo per blog, andando da uno all'altro un po' senza meta, come faccio spesso, ed ho trovato una cosa fantastica (qui).
LA COTTURA DEL POLPO SENZ'ACQUA. Mi sembrava un po' una ricetta di mia madre (lei è la maga della cucina del senza: senz'olio, senza burro, senza sale) ma senz'acqua come si fa a far arricciolare i tentacoli, che è un giochino che mi piace da matti?



Ho voluto provare, ma ero terrorizzata: così ho fatto impazzire la signora della pescheria a cercare tutti i polpi piccoli: mi sembrava meno rischioso. Poi ho preso una super pentola, triplo fondo sperimentata per cottura senza grassi e senza acqua. Mi sono affidata  a San Francesco Caracciolo (santo protettore dei cuochi), ho scaldato la pentola ed ho infilato i miei polpetti (4 per un totale di kg 2,5) e ho messo la fiamma al minimo. Ogni tanto l'ho scossa  per non farli attaccare mentre l'ansia mi divorava. E finalmente dopo un po', la pentola faceva ciaf ciaf quando la scuotevo: si era formato il liquido. Quindi mi sono un po' tranquillizzata, ma sono stati 40 minuti di cottura durante i quali mi sembrava di essere sul fuoco anche a me. Poi ho spento, ho atteso sempre più ansiosa i 10 minuti di polpo in pentola a fiamma spenta, poi ho aperto. E' stato tipo il cieco che a Lourdes riceve la grazia, era cotto, morbido, succoso, con un paio di bicchieri di liquido all'interno della pentola ed un profumo inimmaginabile. Tutta la mia ansia è stata ripagata. Poi una volta raffreddato un trito di aglietto fresco e prezzemolo, un giro di olio extra vergine di oliva: ed il godimento è pronto.
Oppure si accompagna con il salmoriglio, salsa tradizionale siciliana di un gusto straordinario.
Nota fondamentale: i 2 bicchieri di liquido, non vanno assolutamente buttati. Si conservano in frigo ( o si congelano) e si usano poi, per fare un fantastico risotto di pesce o per cuocere il cous cous .



28 commenti:

  1. Spettacolo! Io ho sempre paura che mi venga duro come una suola di scarpa... un mio amico chef una volta mi disse di bollire il polpo con un tappo di sugher, che in questomodo non indurisce... ma direi che cuocerlo direttamente senza acqua elimina proprio ogni rischio!
    Mi unisco ai tuoi fan, ccosì on mi perdo nessuna delle tue ricettine ^_^ Se ti va fai un salto da me!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francesca, benvenuta!!! Spero de vederti spesso tra queste pagine!!! E naturalmente passerò a trovarti!!!

      Elimina
  2. Grazie per l'idea. Non si finisce mai di imparare, eh?
    A presto,
    Gourmandia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giovanna, adoro i blog di cucina perché ogni giorno c'è qualcosa di nuovo!!!!

      Elimina
  3. Lo faccio da anni così ed è davvero insuperabile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa tu, quanto tempo che ho sprecato io!!!!! Un bacione!!!!

      Elimina
  4. Grandissima ricetta! In questo modo il polpo mantiene veramente tutto il suo gusto! Divertentissimo il racconto che hai fatto ridacchiavo... quando ti sei affidata a San Francesco Caracciolo! Non sapevo proprio che era il santo protettore dei cuochi! Complimenti Sabrina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marina, anch'io mi sono divertita a scriverlo, perché quando faccio queste cose, sono un po' numeri da circo!!! Quando le scrivo, le rivivo con il distacco di una cosa già trascorsa e rido un sacco di tutte le sceneggiate che ho fatto!!! E' un po' come una psicoterapia!!! Ah!Ah!Ah!

      Elimina
  5. Sabrina anche io lo faccio però ci aggiungo un cucchiaio di aceto ed il sugo di mezzo limone però farò tesoro del tuo suggerimento non butterò più il sugo!
    Buona serata
    Patrizia di Cucina con dede

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patrizia, il brodetto rimasto è un concentrato di sapori, il risotto aveva un profumo straordinario!!!

      Elimina
  6. Sabrina buono eh? Io adoro il polpo senz'acqua ha un sapore così intenso e buono tanto che adesso l'unica volta che lo cucino bollito con acqua è solo quando preparo l'insalata di mare, invece quando ho voglia di spizzicarlo con la forchetta appena cotto la regola vige assolutamente " senz'acqua".
    Grazie per avermi citata, spero di esserti stata utile! :)))
    Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei stata indispensabile!!! Una rivelazione!!! Citarti un sacrosanto dovere!!! Un bacione !!!

      Elimina
  7. Fantastico risultato!!! Complimenti! Adoro il polipo e sicuramente con questa cottura deve essere superbo. Peccato non avere questa pentola magica ;)
    Daniela Bluindigo
    www.blu-indigo.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daniela, niente pentola magica ... solo una con il fondo spesso!!!!

      Elimina
  8. Adesso lo sai che significa fare una cosa per la prima volta! Non importa se sia facile o difficile, è che fino alla fine non sai quello che esce fuori... ma se tutto va bene, che grande soddisfazione! Ecco queste sono le sensazioni che provo io quando cucino (cosa che ovviamente non faccio tutti i giorni): perplessità, ansia, curiosità,ed infine enorme gioia ^_^

    RispondiElimina
  9. questo polpo è invitantissimo! non vedo l'ora di provare la cottura senz'acqua :)

    RispondiElimina
  10. ciao! sto per prendere in mano la situazione visto che mia nonna è al mare e tra qualche minuto metto il polpo in pentola senz'acqua... non puoi immaginare la soddisfazione che porterà questo metodo innovativo in casa mia! ^_^
    sono anni e anni (da sempre) che mia nonna (pessima cuoca) ci cucina quel polpo bollito e insipido con le patate lessate insieme che diventano tutte nere e non c'è modo di farle cambiare metodo.. bleah!
    spero che con questo "trucchetto" riusciremo ad amare di nuovo il polpo!

    dopo tutti i miei sproloqui ti dico anche che mi sono unita ai tuoi follower perché mi piace tanto quello che prepari! ^_^
    se ti va passa a trovarmi : www.grembiule-presine.com

    a presto e incrocio le dita per il mio primo polpo! :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elisa, vedrai che ti verrà buonissimo!!!

      Elimina
  11. Ciao a tutti. Sono anni che cucino il polipo così è uso la pentola di alluminio così evito che bruci

    RispondiElimina
  12. Ciao Sabrina!
    Molto buona questa ricetta.
    In Spagna si mangia molto pulpo specialmente in Galizia.
    Ciao Pino

    RispondiElimina
  13. Ciao Sabrina!
    Ho letto la tua ricetta.
    Bollire il polpo nella pentola a pressione senz'acqua é molto usuale in Spagna.
    Ti voglio fare un suggerimento. Una volta cotto, tagliare il polpo a bocconcini e poi, molto importante. cospargere bastante paprica piccante o dolce (pimentón) e sale maldon sopra l'olio.
    Si chiama "Pulpo a la gallega". Io posseggo una ricetta buona
    pero la mia foto é malissima.
    La tua é molto bella e vistosa.
    Ciao, ti seguo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pino, la prossima volta proverò il tuo "Pulpo a la gallega", deve essere buonissimo!

      Elimina