Crostata meringata al limone – Lemon meringue pie di Enrst Knam

Niente ci cambia come un viaggio, qualunque viaggio, anche se non ce ne rendiamo conto. Niente ci arricchisce di più, ci fa crescere, maturare, sbocciare. E’ così per tutti, anche per la mia “bambina” che è tornata a casa arricchita e cresciuta dalla sua esperienza in Normandia. Le brillano gli occhi quando racconta che si è emozionata davanti ad un quadro, inebriata al profumo di pane di una blolangerie, divertita con i nuovi amici francesi. Così ci troviamo una sera a scambiarci opinioni sui nostri viaggi.
Io appena rientrata da Atene, dove ho ritrovato una città che non vedevo da anni, più pulita, molto organizzata, con un buon trasporto pubblico ed un magnifico nuovo museo all’Acropoli… certo con molti negozi chiusi, sintomo della crisi, ma sempre ospitale.
Ho riportato dai miei ultimi viaggi la certezza che ormai cittadini europei lo siamo davvero, in particolare i ragazzi. Da Berlino a Barcellona, da Parigi ad Atene, i ragazzi sono vestiti tutti con gli stessi jeans attillati, le stesse scarpe da ginnastica, tatuati e con il cellulare che è diventato ormai una specie di appendice della mano. Anche la lingua ormai è l’inglese per tutti, che padroneggiano ed infilano anche quando parlano italiano, francese o greco.
Chi pensa di “uscire” dall’Europa, sappia che ormai il processo è iniziato ed è irreversibile … i nostri figli sono già cittadini d’Europa.
Il cibo fortunatamente mantiene di più la territorialità e quindi tzatziki e souvlaki ad Atene non mancano e sono sempre strepitosi, ma il miglior ricordo di cibo della Normandia di mia figlia è una crostata meringata con crema al limone, molto più internazionale!!! “Dai mamma, la conosci, l’hanno fatta anche a Bake Off Italia!!! Sentissi com’è buona!!! La dobbiamo rifare anche noi, proviamo!!! Trovata la ricetta di Knam e fatta subito!!! Davvero molto buona, ma la prossima volta riduco un po’ il succo di limone, se non ho quelli dolcissimi della Costiera Amalfitana, perché la crema ha un po’ troppa acidità.
Ingredienti:
per
la frolla:
  • 100 g di
    burro
  • 100 g di
    zucchero
  • 40 g di
    uova intere
  • 1,5 g sale
  • 1/2 bacca
    di vaniglia
  • 4 g lievito
    in polvere
  • 200 g
    farina debole
  • Legumi secchi
per
la crema al limone:
  • 5 uova
  • 300 g di
    zucchero
  • 180 g di
    succo di limone
  • 200 g di
    burro freddo
  • 1 foglio di
    gelatina alimentare
  • Acqua
    fredda q.b.

per
la meringa italiana:
  • 125 g di
    albumi
  • 25 g di
    zucchero semolato
  • 50 ml acqua
  • 175 g
    zucchero semolato

Preparazione:
per
la frolla:
Lavorare bene il burro in planetaria con lo zucchero.
Aprire in 2 la bacca di vaniglia, raschiare i semini ed aggiungerli al
burro.
Unire le uova leggermente sbattute, la farina setacciata, il lievito.
Impastare bene ed aggiungere il lievito.
Coprire la frolla con la pellicola e farla riposare per 30 minuti in
frigo.
Trascorso il tempo di riposo, stenderla con il matterello fino a 2,5 mm.
Imburrare molto bene uno stampo a cerniera da 22 cm di diametro e rivestirlo
di frolla (anche sulle pareti per almeno 4 cm).
Bucherellare con i rebbi di una forchetta tutta la pasta, stendere sulla
base un foglio di carta forno ed inserirvi i legumi secchi.
Infornare a forno caldo a 175° per 20 minuti e fare una cottura in
bianco.
Sfornare e lasciar raffreddare nello stampo.

per
la crema al limone:
Reidratare la gelatina in acqua fredda per una decina di minuti.
Sbattere le uova con lo zucchero in planetaria, fino a farne un composto
bianco e spumoso.
Scaldare in un pentolino il succo di limone, quindi aggiungerci il
composto di uova e zucchero e far cuocere fino a raggiungere 83°.
Toglierlo dal fuoco, travasarlo in una ciotola fredda e mescolare per
portarlo a 60°.
Unire quindi il burro freddo a pezzettini, la gelatina ben strizzata ed
amalgamare bene il tutto.

per
la meringa italiana:
Preparare lo sciroppo cuocendo 175 g di zucchero con 50 ml di acqua fino
a 121°. Quando lo sciroppo arriva a bollore, iniziare a montare nella
planetaria gli albumi con 25 g di zucchero.
Appena lo sciroppo arriva a 121°, toglierlo dal fuoco e versarlo a filo
sugli albumi, continuando, continuando a montare fino al completo
raffreddamento del composto.
per composizione
della torta:
zucchero.Togliere dallo stampo il guscio di frolla ormai freddo,
versarci la crema al limone e farla raffreddare in frigo o nell’abbattitore.
Quando la crema si è rassodata, inserire la meringa italiana in una sac
à poche e decorarla a piacere.
Fiammeggiare la meringa con il cannello in modo uniforme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.