mercoledì 13 gennaio 2016

Baci di dama salati con Pecorino alle mandorle per la Giornata Nazionale dei Baci di dama


Oggi 13 gennaio è la giornata nazionale dei "baci di dama"secondo il Calendario del Cibo Italiano indetto dall'AIFB e l'ambasciatrice di oggi, Francesca Maria Battilana, ha scritto per noi una serie di interessanti notizie sull'argomento ed io contribuisco con una mia versione salata scritta ben 3 anni fa, ma che è sempre fantastica e la replico spesso anche con il pecorino di Pienza normale ed è buonissima ugualmente. 
I baci di dama sono biscotti, ovviamente dolci, originari della città di Tortona, qui li ho presentati salati: buonissimi biscotti di frolla salata, ripieni di una morbida crema di ricotta. Con un Franciacorta o champagne è "la morte sua" nasce un aperitivo gustoso che si presenta benissimo. Questi baci di dama sono realizzati con il Pecorino alle Mandorle nell'impasto che rinforza il sapore di mandorla dei biscotti ed una crema di ricotta come farcia, per dare freschezza e morbidezza.
   


Ingredienti per 30 baci di dama

per il biscotto
  • 80 g di burro freddissimo tagliato a dadini
  • 100 g di farina
  • 100 g di mandorle tritate finissime
  • 80 g di pecorino alle mandorle biologico
  • 1 pizzico di sale
  • 20/30 g di vino bianco 
per la farcia
  • 100 g di ricotta vaccina biologica
  • un filo di olio extra vergine d'oliva biologico
  • pepe bianco (facoltativo) 


Preparazione:

per il biscotto

Inserire nell'impastatrice o nel bicchiere del mixer ed impastare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Scaldare il forno a 180°. Dividere l'impasto in palline piccole tutte uguali (con questo impasto ne vengono 60) e appoggiarle un po' distanziate sulla placca del forno, foderata di carta forno. Infornarle a 180° per 20 minuti. A cottura avvenuta, estrarre la teglia e lasciar raffreddare i biscottini.

per la farcia

Lavorare bene la ricotta con l'olio extra vergine di oliva per renderla spumosa. Inserire la crema nella sac a poche con la bocchetta liscia grande. Prendere un biscotto e ricoprirlo di crema nella parte piatta. Appoggiare adesso sulla crema, un altro biscotto, ed ecco pronto il bacio di dama. Completare questa operazione per tutti i biscotti e servire. Si possono conservare in frigo coperti con la pellicola alimentare o in contenitore ermetico per un massimo di 2 giorni.


12 commenti:

  1. Belli Sabrina... E di sicuro strabuoni :D Potrei mangiarne una vagonata senza mai stancarmi ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente Sara, anch'io di solito ne mangio un vagone ... Baci!!!

      Elimina
  2. Ecco hai detto bene: con un Franciacorta....molto volentieri! La seconda ricetta che vedo salata e non ho mai provato. Comunque non faccio difficoltà ad immaginarne la bontà e la versatilità nelle varie occasioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che effettivamente io li faccio più spesso salati che dolci???

      Elimina
  3. Io salati li adoro...come adoro il tuo modo di aggiungere sempre nelle tue ricette, anche semplici, un pizzico della tua Terra. Il formaggio di Pienza o altro, non importa. Quello, almeno,secondo me, è il modo di cucinare pensato, intimo. brava !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina, la mia terra è parte di me. Mi viene naturale inserirla in ogni dove...

      Elimina
  4. Promossi e rubati all'istante! Mi mancano i baci salati, toccherà rimediare al più presto. Belli :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora dai Giorgia, sono facili e buonissimi!!!

      Elimina
  5. Per la prossima festicciola li provo!

    RispondiElimina
  6. Bravissima, mi piace l'idea del formaggio con le mandorle. Ma, non essendo amante del pecorino, potrei sostituirlo con il parmigiano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, Cristina, l'ho provato tempo fa, regge benissimo la sostituzione!

      Elimina