lunedì 9 marzo 2015

Crostata con la frolla di Montersino e la mia confettura di pesche bianche

Il motivo principale per cui faccio le marmellate fatte in casa, durante l'estate, è per avere un buon prodotto pronto per la colazione.
Infatti per limitare l'uso di merendine e biscotti industriali (pieni di olio di palma!!!) per gli spuntini dei figli, faccio marmellate e dolci fatti in casa, usando buone materie prime.
Chi ha figli in età scolare, sa che merende e spuntini vari sono la spina nel fianco della sana alimentazione. Finché erano piccoli era tutto più facile, ma adesso che sono grandi, e mangiano fuori spesso, è tutto più difficile!!! Perciò a casa, preferisco prodotti prodotti home made.
La scorsa estate i nostri peschi, si sono esibiti in una produzione esagerata, ed io ho sperimentato molte ricette diverse di confetture qui, qui, e qui, che sono già buonissime sul pane, con un filo di burro, ma con la crostata diventano davvero una golosità!
Dato che da tempo volevo provare la frolla di Luca Montersino, visto che le sue ricette sono sempre molto chiare, ben spiegate e di sicuro successo: in questo blog ce ne sono molte, sia salate, che dolci (la bavarese ai 3 cioccolati, la torta Giardino di Fragole) e sono tutte ben riuscite.
Così ho provato anche la frolla, ed ho rinnovato la mia ammirazione per il maestro, perché è davvero buona, friabile, non eccessivamente dolce, adattissima per la crostata!!!



Ingredienti:
Per frolla:
  • 500 g di farina bianca debole
  • 300 g di burro + quello per imburrare lo stampo
  • 200 g di zucchero a velo
  • 80 g di tuorli
  • 1/2 bacca di vaniglia Bourbon
  • 1 g di sale
  • La buccia di mezzo limone

Per il ripieno:
  • 1 vasetto da 250 g di marmellata di pesche bianche e vaniglia (la mia)


Preparazione:

Disporre sulla spianatoia la farina a fontana e mettere al centro, lo zucchero a velo ed i tuorli. Aggiungere il burro a pezzetti (a temperatura ambiente), il sale, la buccia di limone grattugiata e la vaniglia. Lavorare il composto finché non diventa sabbioso. Compattarlo, formando un panetto. Avvolgerlo nella pellicola o nella carta forno e riporlo in frigorifero a riposare almeno 30 minuti. Tutte queste operazioni possono essere fatte con l’impastatrice. Dopo il riposo in frigo, accendere il forno a 180°, poi dividere la frolla in 2 pezzi uguali. Per la crostata si usa metà della frolla preparata… quella che avanza può essere congelata. Spianare la frolla da utilizzare, con il matterello allo spessore di 3 mm e inserirla in uno stampo a cerniera da 24 cm, precedentemente imburrato. Ritagliare la pasta in eccesso sul bordo, riempire il guscio di marmellata di pesche e vaniglia. Spianare di nuovo la pasta avanzata dal bordo, ritagliare con il coppa pasta dei fiorellini, decorare la superficie ed infornare a 180° per 30 minuti. Far raffreddare e togliere dallo stampo.


Nessun commento:

Posta un commento