Fettuccine al farro con cavolo rosso e gamberoni

Domenica scorsa, con il ripristino dell’ora solare, siamo ufficialmente entrati nell’autunno e così mi è venuta voglia di fare un po’ di ordine tra le ricette … quelle già pubblicate, da pubblicare … oppure quelle da rifare!!! Eh si!!! Avete presente :”non tutte le ciambelle riescono con il buco!!” ??? Io purtroppo sto litigando con alcuni piatti da anni!!! Ricette fatte  e rifatte, ma che non mi convincono, che non vengono mai come vorrei!!! Poi ho trovato foto orribili di ricette stupende, ma anche foto molto buone di piatti talmente mediocri che non vale la pena di pubblicare … e perfino alcuni post pronti che stavano lì aspettando che mi ricordassi di loro … Allora mi sono detta che era proprio ora di mettere ordine!!! In tutto questo spulciare ho trovato questa bellissima ricetta che fa parte del pacchetto realizzato l’anno scorso per Filotea (pastificio artigianale di eccellenza) ed ho pensato di pubblicarla. E’ una ricetta semplicissima, veloce e di grande effetto!!! E’ davvero da provare!!! La pasta al farro assorbe benissimo i condimenti, così ho fatto una doppia cottura: una prima nell’acqua del cavolo rosso ed una rifinitura nella padella dei gamberi. Così i sapori sono al massimo e possiamo godere di questo bellissimo accostamento cromatico dell’arancio del gamberone e del viola del cavolo … sapete che non resisto al colore dei piatti!!! 
Ingredienti per 4 persone:
  • 250 g di fettuccine al farro Filotea
  • 1 piccolo cavolo rosso
  • 8 gamberoni
  • Olio extra vergine di oliva
  • 2 spicchi di aglio
  • Sale
  • pepe
  • peperoncino


Procedimento:
Lavare una decina di foglie di cavolo e metterle a bollire in almeno 1
litro di acqua fredda per circa 30 minuti.
(Il cavolo una volta cotto si scola e può essere usato per arricchire un
passato di verdura o gustato in insalata condito con una semplice vinaigrette)
Il brodo servirà per la cottura della pasta.
Tritare finemente uno spicchio d’aglio e soffriggerlo delicatamente in
olio extra vergine di oliva, in una padella ampia che consenta di saltarci la
pasta.
Aggiungere 4 gamberi puliti dal carapace e dal filo intestinale, unire 4
di foglie di cavolo (quello crudo), tagliato a listarelle sottilissime, far
insaporire, salare e unire il peperoncino.
Appena il brodo di cavolo (un po’ strano … di colore blu!), bolle,
salare e buttare la pasta.
In una piccola padella far soffriggere leggermente uno spicchio di aglio
tritato ed aggiungere i 4 gamberi lavati e privati del filo intestinale, ma con
il carapace, farli cuocere 2/3 minuti, salarli, peparli  e lasciarli in caldo.
Appena la pasta è cotta, saltarla nella padella grande, aggiungere il
liquido prodotto dai gamberi, far ritirare e servire.
Impiattare guarnendo ogni piatto con un gamberone.
  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.