Saltimbocca alla romana finger food

Saltimbocca alla romana finger food

I saltimbocca alla romana finger food, sono uno di quei piatti che facevo spesso quando i miei figli erano piccoli e non mangiavano nulla. Questi bocconcini li hanno amati subito ed è comprensibile, perché sono buonissimi. Li ripropongo adesso perché ieri parlando con le amiche è uscito il tema finger food.

A generare la discussione è stata una trasmissione carinissima che facevano su Real Time fino ad alcuni giorni fa : Finger Food Factory.

Per chi non l’avesse mai vista c’era uno chef, Sebastiano, che trasformava tutto in finger food, ovvero in piatti minuscoli fatti di un boccone, ma curatissimi e piuttosto complessi. Abbiamo anche visto insieme alcuni video con le ragazze. E da lì il passo è stato breve: “facciamo la cena degli auguri di quest’anno solo di finger food!”

Una specie di mega aperitivo/cena con un po’ di tutto. Non è mica l’invenzione dell’anno, ma sicuramente sarà divertente. Ovviamente ognuno di noi farà alcune cose, uomini compresi! In realtà compresi solo quelli che non incendiano la cucina per bollire l’acqua per la pasta!

Poi ci mangeremo tutti questi finger! Io farò il coordinamento per evitare che si facciano piatti simili o troppe quantità o che manchi qualcosa e poi cucinerò alcuni piatti, magari nuovi, per sperimentare come al solito sulla pelle degli amici.

Sicuramente porterò questi saltimbocca alla romana finger food, realizzati secondo tradizione, ma presentati in modo diverso.

I saltimbocca alla romana

“Bracioline di vitella di latte, condite leggermente con sale e pepe, sopra ognuna delle quali si pone mezza foglia di salvia (una intera sarebbe di troppo) e sulla salvia una fettina di prosciutto grasso e magro. Per tenere unite insieme queste tre cose s’infilzano con uno stecchino da denti e si cuociono col burro alla sauté; ma vanno lasciate poco sul fuoco dalla parte del prosciutto perché questo non indurisca. Come vedete è un piatto semplice e sano. Con 300 grammi di magro ne otterrete 11 o 12 e potranno bastare per tre o quattro persone. Le bracioline tenetele alla grossezza di mezzo dito, e prima di prepararle bagnatele e spianatele. Potete servirle con un contorno qualunque”.

Ne parla così Pellegrino Artusi nel suo libro La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene  dopo averli gustati a Le Venete, storico e rinomato ristorante romano della fine dell’Ottocento. Sembra, quindi, che la ricetta dei saltimbocca abbia origini piuttosto antiche e radicate non solo nella cucina popolare, ma anche nel mondo dell’alta cucina dell’epoca.

Più difficile invece stabilirne la paternità. Molti gastronomi certificano la provenienza bresciana, ma è stata l’adozione romana a farlo conoscere al mondo. Infatti a Roma il piatto si diffuse rapidamente e capillarmente sia nella cucina di famiglia che in quella dei ristoranti, tanto da diventare uno dei piatti che nell’immaginario collettivo fanno parte del patrimonio gastronomico capitolino.

Il nome è già tutto un programma: saltimbocca, a sottolineare un boccone tanto prelibato, che non puoi rifiutare! Ti salta in bocca!

Saltimbocca alla romana finger food

Se vi sono piaciuti i saltimbocca alla romana finger food, potreste provare anche i mignon di pecorino e broccolo o anche gli sformatini di cipolla con la crema di ricotta. Sono due finger food molto belli da vedere e gustosissimi.

Saltimbocca alla romana finger food

Sabrina Fattorini
Portata Antipasti
Cucina Italiana
Porzioni 32 finger food

Ingredienti
  

  • 300 g di carne di vitello tagliata sottile 8 fette
  • 100 g di prosciutto crudo toscano affettato sottile 8 fette
  • 20 foglie di salvia (scegliere foglie piccole)
  • 60 g di burro
  • q.b. di sale
  • q.b. di pepe macinato al momento
  • 16 pomodorini ciliegini o datterini
  • alcune foglie di insalata o radicchio
  • alcune fette di pane toscano affettato spesso
  • 40 spiedini piccoli di bambù

Istruzioni
 

  • Stendere su un tagliere una fetta di carne, batterla e coprirla con una fetta di prosciutto prosciutto, 2 foglioline di salvia divise in 4 pezzetti.
  • Dividere in 4 pezzi e arrotolare. Chiudere con uno spiedino di bambù.
  • Affettare il pane, togliere la crosta, tagliare la mollica a dadi di lato 2 cm, tostarli in forno alcuni minuti.
  • Tagliare i pomodorini a metà.
  • Lavare l’insalata e tagliarla a quadrotti.
  • Scaldare in una padella il burro e far cuocere i saltimbocca 1 minuto per lato.
  • Toglierli dalla padella ed infilzare il mezzo pomodorino, la foglia di insalata ed il cubo di pane, leggermente bagnato col sughetto della carne, tutto nello spiedino del saltimbocca!

Note

Attenzione i saltimbocca sono buoni caldi! Non è un piatto anche se in versione finger food che può essere mangiato freddo.

2 commenti su “Saltimbocca alla romana finger food”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recipe Rating