martedì 31 dicembre 2013

Cena di Capodanno 2014

          Come già anticipato, la cena di stasera sarà con le mie ricette, la mia regia, ma preparata 
          dalle mie amiche (ed amici ... 2 bravissimi cuochi con mogli/compagne negate per la 
          cucina!!!! Posso scriverlo è la verità ... non si offende nessuno!!!).
          Ognuno ha il compito di preparare un piatto a casa propria, che sarà riscaldato sul posto, ma 
          la sera di Capodanno, nessuno di noi sarà lo chef o il cameriere, ci sarà il buffet e la musica 
          (rigorosamente dal vivo!!) quindi gli unici che "lavoreranno" saranno i musicisti!!!
          Tutti i piatti sono abbastanza semplici da realizzare, sono trasportabili, scaldabili ed adatti
          ad essere mangiati anche in piedi.
          E' un menu fatto di tantissime portate ma cucinate in piccole quantità, in modo che 
          tutti possano decidere di assaggiare tutto, senza uccidersi di cibo!!!
          Quindi questo menu è riciclabile per tutte le occasioni simili (compleanni, anniversari ecc..)
          omettendo forse il cotechino che fa tanto "feste di Natale" ... tra l'altro è l'unica ricetta 
          che manca, ma nel nuovo anno la posterò !!! Promesso!!!
          

Menu Capodanno 2014

Antipasti
Pinguini  (Ricetta)


Torcetti al formaggio (Ricetta)



Fiori di tramezzini (Ricetta)



Focaccine con il pomodorino ciliegino e la sorpresa (Ricetta)


Antipasto
Medaglioni di polenta con cotechino e lenticchie 

Primi piatti
Gnocchi di patate al radicchio di Chioggia con salsa al parmigiano (Ricetta)


 Questa ricetta è stata così modificata per adattarla alla serata. 
Gli gnocchi sono stati cotti e versati in una pirofila da forno,
ricoperti di radicchio cotto come da ricetta, 
        poi di salsa al Parmigiano (fatene doppia dose!!), spolverati di Parmigiano grattugiato
        e gratinati in forno.
         
Fagottini di crepes alla zucca con ripieno di ricotta e pistacchi (Ricetta)


Secondi piatti
Petto d'anatra farcito (Ricetta)

Peposo dell'Impruneta  (Ricetta)

Rotolo di tacchino alle erbe aromatiche (Ricetta)

Contorni
 Carciofi ripieni (Ricetta)


Insalatina di finocchi ed arance in coppa di arancia (Ricetta)


Dolci

Torta al semolino (Ricetta)


Bavarese ai 3 cioccolati di Luca Montersino (Ricette)


... e con il caffè ...

Tartufini al mascarpone (Ricetta)


e per concludere 
vi auguro un 2014 
pieno di felicità !


lunedì 30 dicembre 2013

Rotolo di tacchino alle erbe aromatiche

Questo non è propriamente un piatto natalizio, ma è un  piatto che risolve un sacco di situazioni!
Mi ha chiamato una carissima amica per l'organizzazione della nostra festa di Capodanno dicendomi: "Non vogliamo che tu cucini per tutti come al solito!!! Goditi la festa!!! Organizza tutto, dacci i compiti da fare (facili!!) e così ognuno fa qualcosa e nessuno si stressa!!!"
Così quest'anno faccio l'organizzatrice e posterò in questi giorni le ricette (facili) del nostro Capodanno in anteprima. Questa è la prima!!! Non è propriamente un piatto natalizio, ma è un  piatto che risolve un sacco di situazioni! Infatti può essere preparato il giorno prima e scaldato senza problemi, è carino da vedere, è adatto per un buffet oppure per mangiare normalmente a tavola ... E' facilissimo da realizzare ed è sempre di sicura riuscita !!! Quindi chi si offre volontario per realizzarlo???


Ingredienti per 4 persone:
  • 1 petto di tacchino da 600 g
  • Erbe aromatiche a piacere (qui salvia, rosmarino e aglio) tritate ed intere
  • Olio extra vergine di oliva
  • Sale
  • Pepe
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • Brodo vegetale (eventuale)



Preparazione:
Pulire il petto di tacchino da grasso e filamenti, ricavando una o più fette larghe.
Batterle con il batticarne per spianarle e ricoprirle con un trito finissimo di foglie di salvia, aghi di rosmarino e spicchi di aglio (le quantità sono a piacere … a seconda del gusto personale, ma la carne deve essere ben ricoperta), sale e pepe macinato al momento.
Arrotolare la carne su se stessa, legarla con lo spago da cucina e rosolarla accuratamente da tutti i lati a fiamma vivace, insieme ad aglio in camicia, 1 rametto di rosmarino e foglie di salvia.
Una volta rosolato, bagnare con il vino, far evaporare, quindi abbassare la fiamma, coprire la casseruola e proseguire la cottura circa 20 minuti.
Se dovesse attaccare bagnare con alcuni cucchiai di brodo vegetale.
Spegnere poi la carne e lasciarla riposare 5 minuti prima di tagliarla a fette e servirla con il suo sughetto.

sabato 28 dicembre 2013

Menu di Natale 2013

         In questi giorni tutti mi hanno chiesto cosa ho cucinato a Natale!!! 
         Ecco qui il menu, ma come al solito le ricette arriveranno pian piano ... anzi, alcune in realtà 
         già ci sono ... per le altre bisogna attendere un po'!!! 
Quest'anno è stato un Natale tutto di corsa ma alla fine è venuto bene ... i miei familiari stretti stretti (perché noi siamo una famiglia numerosa ed in 10 siamo quelli stretti stretti!!!) hanno molto gradito ed è stato un bel momento per stare insieme.
Questi sono i piatti realizzati ... non necessariamente natalizi, quindi replicabili anche per Capodanno o altre occasioni particolari!

Segnaposto commestibile
Pupazzi di neve al sesamo (Ricetta)



Aperitivo
Spiedini di girelle multicolor

Funghetti di caprese o Caprese Visual Food (Ricetta)


Antipasto
Tortino ai cardi  (Ricetta)



Primo
Pappardelle al ragù bianco di petto d’anatra  (Ricetta)



Secondo
Faraona ripiena di prugne e speck con salsa alla birra (Ricetta)

Contorno
Sformatino di spinaci con il cuore filante

Dolce
Rose di crepes con crema nocciolata, cioccolato fondente e nocciole



venerdì 27 dicembre 2013

Biscotti “bustine da thè”

Torno dopo un gran caos di lavoro e poi di corsa a preparare cena della vigilia e pranzo di Natale ... e poi amici, parenti, saluti, regali ecc. 
Diciamo che oggi si torna ad una specie di normalità !!! Ma in questo periodo ho naturalmente cucinato parecchio, quindi vi posterò alcune ricette molto carine!!!
Questi biscottini molto belli li ho preparati per regalare ad alcuni amici e sono stati molto molto graditi!!! Sono divertenti, facili da fare (è una semplicissima pasta frolla!!!) molto golosi ... ideali per fare dei piccoli regali, a Natale, ma anche in altre occasioni. 
In fondo al post troverete anche l'etichetta da copiare se volete farli come i miei!


Ingredienti:
  • 500 g di farina 00
  • 1 pizzico di sale
  • 200 g di zucchero a velo
  • 4 tuorli
  • 250 g di burro
  • Essenza di vaniglia (la punta di un cucchiaio), o una bustina di vanillina o i semi di una bacca di vaniglia
  • 200 g di cioccolato fondente



Preparazione:
Inserire nel mixer la farina, un pizzico di sale, ed il burro freddissimo (appena tolto dal frigo) e frullare tutto finché non diventa un composto sabbioso.
Aggiungere ora lo zucchero e versare il tutto su un piano, formare la fontana con il composto ottenuto e versare al centro la vaniglia ed i tuorli.
Amalgamare il tutto molto velocemente fino ad ottenere un impasto compatto.
Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e passarla in frigo per mezz’ora.
Trascorso questo tempo, la frolla è pronta per essere stesa.
Portare il forno a 180°.
Stendere la pasta con il mattarello fino ad uno spessore di 5 mm.
Con un coltello ritagliare dei rettangoli 5x4 cm, quindi smussare sui 2 angoli per fare la classica forma della bustina da thè.
Trasferite le bustine sulla placca del forno ricoperta di carta forno e con uno spiedino
praticare un foro sulla parte superiore delle bustine, infornare a 180° per 15 minuti.
Mentre i biscotti cuociono, far sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente, mescolando bene per evitare la formazione di grumi.
Una volta cotti i biscotti, farli raffreddare completamente e poi intingere la parte inferiore nel cioccolato e distenderli sulla carta forno ad asciugare per almeno 15 minuti.
Preparare intanto le etichette ed un filo grosso per cucire in pezzi di almeno 20 cm.
Quando il cioccolato è asciutto far passare lo spago attraverso il foro dei biscotti, aggiungere l’etichetta facendo un forellino nell’etichetta oppure stamparle doppie ed inserire il filo al centro, un po’ di colla stick all’interno delle etichette ed i biscotti sono pronti. 
Se vi piace questa è la mia bustina ... potete copiarla (con un semplice copia e incolla su un foglio di word e la replicate per tutti i vostri biscotti!)



lunedì 16 dicembre 2013

Fettuccine alle castagne con zucca, castagne e gorgonzola

In queste giornate fredde, umide è veramente bello tornare a casa e trovare un piatto che scalda il cuore oltre allo stomaco.
Questo è un piatto semplicissimo ma che ha davvero una marcia in più, un profumo favoloso e abbinamenti non proprio scontati.
Protagoniste le fettuccine alle castagne Filotea !!! Perché la pasta o la fate fatta in casa con la farina di castagne appena macinata e le uova fresche del vostro pollaio oppure comprate una pasta di eccellenza come Filotea ... 
E questa l'ho avuta direttamente dall'azienda (che ringrazio) per provarla!!! E' stata una piacevolissima prova... è già buona solo lessata ... se poi la provate con questo sughetto semplicissimo ... vi innamorerete!
Un piatto semplice, dai sapori invernali ... montani con le castagne e la zucca,  il tutto insaporito con il gorgonzola ... ma il piatto è veramente già completo anche senza ... e così salvaguardiamo gli amici intolleranti al lattosio ed i vegani.
Per chi non è intollerante o vegano, il gorgonzola dona un tocco ... speciale.


Ingredienti per 4 persone:
  • 250 g di fettuccine alle castagne Filotea
  • 200 g di zucca
  • 1 spicchio d’aglio
  • Olio extra vergine di oliva
  • 1 rametto di rosmarino
  • Sale
  • Pepe
  • 200 g di castagne
  • 1 cucchiaino di semi di finocchio
  • 3/4 cucchiai di gorgonzola morbido

Preparazione :
Sciacquare le castagne e metterle a bollire in una pentola per almeno mezz’ora, con un pizzico di sale ed 1 cucchiaio di semi di finocchio. E’ sempre bene assaggiarle per capire se sono cotte.
Pulire uno spicchio d’aglio e metterlo in una grande padella che servirà per saltare la pasta. Aggiungere olio extra vergine di oliva e farlo imbiondire.
Pulire la zucca, tagliarla a dadini e farla stufare nella padella con l’olio e l’aglio.
Aggiungere un bicchiere d’acqua ed un rametto di rosmarino e portarla a cottura morbida, salare e pepare.
Sbucciare le castagne cotte e tenerle in caldo.
Mettere a bollire una pentola d’acqua dove cuocere le fettuccine e appena bolle, salare e calare la pasta.
In una tazza ammorbidire il gorgonzola con l’acqua di cottura della pasta fino a farne una crema.
Appena cotte le fettuccine,  scolarle (conservando un po’ d’acqua) e saltarle nella padella con la zucca, unire le castagne, la crema di gorgonzola ed eventualmente alcuni cucchiai di acqua di cottura.
Servire subito guarnendo i piatti con il rosmarino.
  






mercoledì 11 dicembre 2013

Girelle di pastafrolla

Cosa c'è di più bello del profumo dei biscotti!!! Quello che esce dal forno dopo pochi minuti e inonda tutta la casa!!! Diventa una specie di richiamo per tutti quelli che ci sono ... la cucina appena sforno si riempie di gente ed i biscotti appena usciti  non riescono a sostare sulla griglia per essere raffreddati ... ma neanche il mago Silvan!!!
Questi li ho fatti sabato per il Cucinarte e solo dopo 3 infornate sono riuscita a metterne via una decina per portarli a Siena, dove ho detto che sono carini anche per regalare ... e giustamente mi hanno chiesto:" quanto durano???" Ma io che ne so!!! A casa mia alcuni minuti!!!! Anzi uno di questi giorni devo provare a farne alcuni chili per vedere se riesco a dare una risposta a questa domanda ricorrente!!! Per farmi perdonare, vi segno la ricetta di entrambe le frolle, così non dovete per forza guardarvi questi altri biscotti!!! Qui, frolla bianca ma è meglio questa che ho pubblicato adesso e qui frolla al cacao ... in questo post tutte e due!!! Non vi resta che provare!!!


Ingredienti per la frolla bianca:
  • 250 g. di farina
  • 125 g. di burro
  • 100 g. di zucchero a velo
  • 4 tuorli d'uovo
  • 1 bacca di vaniglia

Preparazione:

Preparare la frolla con il metodo sabbiato, cioè inserendo il burro freddissimo e la farina nel mixer finchè non diventa un impasto sabbioso.
Versare il composto sul piano di lavoro a fontana e mettervi in mezzo i tuorli d'uovo, lo zucchero e i semi della bacca di vaniglia.
Impastare tutto molto velocemente per evitare che la pasta "riscaldi" (per questo e' bene utilizzare gli ingredienti freddi e, prima di impastare, mettere le mani per un po' sotto l'acqua fredda).
Fare una palla , avvolgerla nella pellicola trasparente e lasciarla riposare in frigorifero per un'ora.
Intanto preparare la frolla al cacao.


Ingredienti per la frolla al cacao:
·                     250 g di farina 00
·                     50 g di cacao amaro
·                     125 g di burro
·                     125 g di zucchero
·                     1 uovo
·                     1 pizzico di sale
·                     3 cucchiai di acqua ghiacciata (optional : se ci vuole o no dipende dalla grandezza                      dell’uovo)


Preparazione:
In una ciotola inserire farina e cacao setacciati.
Fare la fontana e inserire al centro il burro tagliato a tocchettini.
Impastare bene con le dita fino ad ottenere un composto sabbioso, quindi aggiungere lo zucchero e mescolare velocemente.
Aggiungere l’uovo ed il sale e se c’è bisogno l’acqua, impastando velocemente fino a formare una palla.
Ricoprire la palla con la pellicola e trasferirla in frigo per almeno mezz’ora.
Trascorso questo tempo, togliere la palla dal frigo, accendere il forno a 180° e stendere la pasta frolla con il mattarello in un rettangolo.
Stendere la pasta con il mattarello sul piano di lavoro infarinato allo spessore di 2/3 mm e ritagliare  un rettangolo di pasta della stessa misura di quella al cacao.
Sovrapporre i 2 rettangoli di pasta ed arrotolarli delicatamente, fino a formare un salsicciotto.
Ritagliare la pasta che sborda ed inumidire leggermente il bordo per sigillare.
Una volta fatto il cilindro bicolore, affettarlo delicatamente.
Stendere le girelle sulla carta forno ed infornare a 180° per 20 minuti.

Sfornare i biscotti e farli raffreddare su una griglia.


domenica 8 dicembre 2013

Biscotti decorati con gli stencil alimentari

Alcuni giorni fa ho trovato da WelcHome a Siena gli stencil alimentari!!!
Era tanto che non facevo un po' di balocchi!!! Ho un periodo di lavoro molto molto pesante e non ce la faccio a fare nient'altro ... quindi un po' di gioco me lo merito !!! Sono bellissimi!!!
Li farò senz'altro per regalarli alle mie amiche a Natale !!! Ho provato a farli anche con la pasta frolla all'olio ... adattissima anche per i vegani ed anche con la frolla al cacao ... adatta a tutti i golosi!!! Vengono sempre bellissimi!!!
Poi basta una bella scatola di latta, un nastro ed il regalo è pronto!!! Facile ed originale!!!

Ingredienti :
  • 250 g. di farina
  • 125 g. di burro
  • 100 g. di zucchero a velo
  • 4 tuorli d'uovo
  • 1 bacca di vaniglia

 

    Preparazione:

Preparare la frolla con il metodo sabbiato, cioè inserendo il burro freddissimo e la farina nel mixer finchè non diventa un impasto sabbioso.
Versare il composto sul piano di lavoro a fontana e mettervi in mezzo i tuorli d'uovo, lo zucchero e i semi della bacca di vaniglia.
Impastare tutto molto velocemente per evitare che la pasta "riscaldi" (per questo e' bene utilizzare gli ingredienti freddi e, prima di impastare, mettere le mani per un po' sotto l'acqua fredda).
Fare una palla , avvolgerla nella pellicola trasparente e lasciarla riposare in frigorifero per un'ora.
Trascorso questo tempo, stendere la pasta con il mattarello sul piano di lavoro infarinato allo spessore di 2/3 mm e ritagliare i biscotti nella forma desiderata.
Inumidirli con un po’ d’acqua, appoggiarli sullo stencil da lato umido, ed infornare per 15 minuti in forno preriscaldato a 180°.


lunedì 2 dicembre 2013

Torta alla crema di limone

Finalmente !!!! Eccola la torta al limone che volevo mangiare da tempo!!! Ce l'ho fatta!!!
Sono mesi che cerco di rifarla e alla fine ecco questa, frutto di una marea di tentativi.
Ho mangiato questa torta straordinaria in un ristorante e naturalmente non potevo chiedere la ricetta. La crema al limone non era per niente acida tipo lemon curd, ma anzi, bella cremosa tipo crema pasticcera al limone. La torta poi era una vera e propria torta, non un pan di Spagna. Era bella morbida, spugnosa, ma consistente. Un profumo incredibile di limone, ma dolce e cremosa!
Ne ho provate diverse versioni, ma nessuna mi aveva davvero convinto!!! Questa sì!
L'impasto con lo yogurt acquista la giusta porosità per accogliere la crema senza essere pesante, ma è stata la crema il passo più difficile!!!
Credo di averla riprodotta abbastanza bene, con un lemon curd senza burro e la mia crema pasticcera.
Tutta la superficie era ricoperta di fettine di limone caramellate, ma come sapore è stata l'unica cosa che non mi ha fatto impazzire, così ne ho solo messe alcune per decorare.
L'insieme mi sembrato davvero una buonissima torta!!! Adesso aspetto le vostre impressioni!!!


Ingredienti:
Per la torta:
  • 200 g di farina
  • 330 g di yogurt greco
  • 100 g di olio extra vergine di oliva
  • 2 cucchiaini di lievito
  • 1 pizzico di sale
  • Scorza e succo di 1 limone
  • 3 uova
  • 1 tazza scarsa di zucchero
  • 2 cucchiai di salvia tritata o menta

Per lo sciroppo:
  • Il succo di 2 limoni
  • 100 g di zucchero
  • 3 cucchiai di acqua
Per la crema pasticcera:
  • 3 tuorli
  • 50 g di zucchero
  • 25 g di farina
  • 1/2 litro di latte
 Per il lemon curd senza burro:
  • Il succo di 2 limoni
  • 100 g di zucchero
  • 2 uova
  • 1/2 cucchiaino di maizena
  • 1/2 litro di crema pasticcera
 Per la decorazione:
  • Fette di limone
  • Zucchero di canna

Preparazione:

Per la torta:
Preriscaldare il forno a 180°.
Mescolare insieme la farina, il lievito ed il sale in un contenitore.
In un altro contenitore, montare le uova con lo zucchero per 5 minuti, unire lo yogurt, il succo e la scorza di limone, quindi aggiungere l’olio e la farina setacciata.
Imburrare ed infarinare una tortiera da 24 cm, versarvi l’impasto e cuocerlo in forno caldo per 35/40 minuti a 180°.
Quando la torta è cotta, tirarla fuori dal forno, e lasciarla raffreddare.

Per lo sciroppo:
Mentre la torta cuoce preparare lo sciroppo.
In un pentolino, mescolare tutti gli ingredienti e scaldarli finché lo zucchero non si scioglie.

Per la crema pasticcera:
Mettere a bollire il latte e intanto in una casseruola, sbattere i tuorli con lo zucchero, aggiungere la maizena, finché non diventa un composto bianco e spumoso.
Versare quindi il latte nella spuma di uova mescolando bene e lasciar addensare sul fuoco.

Poi far raffreddare.

Per il lemon curd senza burro:
Sbattere le uova e metterle da parte.
In una casseruola mescolare lo zucchero con il succo di limone e la scorza grattugiata con la maizena.
Aggiungere le uova e far addensare sul fuoco.
Appena è freddo, mescolare con la crema pasticcera fredda e la crema è pronta.
  
Per la decorazione:
Infornare per alcuni minuti le fette di limone spolverate di zucchero di canna, finché lo zucchero non caramella.

Per il montaggio della torta:
Quando è fredda tagliarla in 3 dischi.
Sistemare la base sul piatto di portata, bagnare con lo sciroppo e ricoprire con uno strato di lemon curd, fare un altro strato di torta, bagnare con lo sciroppo e ricoprire di lemon curd, finire con l’ultimo strato di torta e la decorazione di limone.
Per tenere le fettine di limone ben ferme sulla torta usare un cucchiaio di crema.




venerdì 29 novembre 2013

Focaccia al farro con birra e yogurt greco

Le focacce mi intimoriscono meno del pane, per cui le faccio spesso !!! 
Chi segue questo blog sa benissimo che non sono una gran panificatrice, ma sono una appassionata !!! 
Mi piacciono le sfide ed ammiro tantissimo le blogger quelle brave a fare il pane !!! Così a volte provo le loro ricette. 
Da Federica Simoni avevo trovato tempo fa questa ricetta che mi aveva intrigato Focaccia con yogurt greco e birra, l'avevo segnata e lasciata lì!!! 
L'altro giorno sono stata al birrificio Arribal a prendere la birra e mi hanno fatto provare la loro birra chiara al farro la Zelda ... e mi è venuta l'idea di rifare la focaccia di Federica usando la nuova birra e la farina di farro.
Avevo ospiti a cena e l'abbiamo mangiata al posto del pane ... calda era esagerata!!! 
Ma anche fredda era molto saporita e profumata. I miei figli l'hanno  molto gradita al mattino dopo per la merenda a scuola farcita con il prosciutto di Cinta Senese e i miei carciofini sott'olio ... mio figlio ha proposto di abbondare per portare un assaggio ai compagni!!!


Ingredienti:
  • 750 g farina di farro biologica
  • 12 g di zucchero di canna
  • 120 ml di acqua
  • 5 g di lievito di birra
  • 60 g di patata lessa schiacciata fredda
  • 30 g di olio extra vergine di oliva
  • 170 g di yogurt greco
  • 180 g di birra chiara al farro Zelda birrificio Arribal
  • 1 cucchiaino di sale
 Per la rifinitura:
  • 5 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • 5 cucchiai d’acqua
  • Una manciata di fior di sale o di sale marino integrale grosso


Preparazione:
Preparare un poolish (cioè un lievitino, un pre-lievito liquido) con  120 g di acqua tiepida nella quale far sciogliere il lievito e lo zucchero, 60 g di birra, 140 g di farina, la patata.
Lavorare bene fino ad ottenere un composto omogeneo.
Coprire con un panno umido e far lievitare 1 ora e mezzo.
In una ciotola fare la fontana e inserire in mezzo, l’acqua con il lievito, la ricotta, l’olio, il sale e l’acqua rimasta.
Mescolare bene, impastando fino a formare un impasto liscio e omogeneo.
Fare una palla, incidere la croce e metterla a lievitare in un luogo senza correnti d’aria (io sempre nel forno spento) per un 1 ora.
Trascorso questo tempo, unire al lievitino, la farina di farro, lo yogurt in 2 volte, aggiungendo la seconda solo dopo l’assorbimento della prima parte.
Unire poi la birra rimasta, l’olio ed il sale.
Coprire e lasciar lievitare 2 ore circa o fino al raddoppio.
Quando è lievitata, stenderla con le mani nella teglia del forno unta di olio e spennellarla con una emulsione di acqua e olio, cospargere abbondantemente di sale grosso e lasciarla riposare ancora 45 minuti.
Intanto accendere il forno a 200° e poi infornare per 25 minuti circa.
fornare e servire. E’ buonissima sia calda che fredda: ideale per essere farcita di salumi,verdure, formaggi.