giovedì 29 novembre 2012

Tacchino ripieno


Uno dei miei problemi di gestione quotidiana riguarda il cucinare in anticipo... per mia indole farei sempre quello che mi va al momento di andare a tavola, ma non è sempre possibile (abbiamo tutti orari diversi!)... ci sono alcuni piatti che offrono soluzioni al problema cioè tutti quelli che possono essere cucinati prima e poi scaldati...
Questo tacchino, si presta benissimo allo scopo!
Resta morbido e saporito anche riscaldato... si presenta benissimo, è ricco di colori e di sapori!


Ingredienti:
  • 1 grossa fetta di fesa di tacchino
  • 1  kg di spinaci o bietole
  • 150 g di rigatino di Cinta Senese (o pancetta stesa salata) a fette
  • 2 uova
  • Olio extra vergine di oliva
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 rametti di rosmarino
  • Sale
  • pepe

Preparazione:
Lavare gli spinaci e scottarli con l’acqua restata addosso alle foglie durante il lavaggio.
Far raffreddare e tritare finemente.
Ripassare poi gli spinaci in padella con uno spicchio di aglio e olio extra vergine di oliva.
Far raffreddare.
Sbattere 2 uova e preparare una frittata.
Stendere la fesa di tacchino su un tagliere e batterla per appiattirla.
Adagiare sulla fesa le fettine di pancetta, poi la frittata e sopra gli spinaci.
Arrotolare la fesa su se stessa e legare bene con spago da cucina.
In una casseruola che possa contenere il rotolo di tacchino, far insaporire l’olio extra vergine di oliva con aglio e rosmarino e inserire poi il tacchino in olio caldo.
Far dorare da tutti i lati chiudendo bene i pori della carne. 
Salare e pepare con pepe macinato al momento.
Coprire con il coperchio e continuare la cottura altri 10 minuti.
Lasciar riposare 5 minuti coperto.
Togliere dalla casseruola e affettare a fette di 1 cm.
Servire con il sughetto di cottura.



E poi ieri questa bella sorpresa da Any




Nessun commento:

Posta un commento