secondi di carne – pollame

Il pollo arrosto limone e Vinsanto, me lo ha insegnato Annarita Rossi del blog “Il bosco di alici”, dato che me lo ha raccontato velocemente per telefono, non sono neanche sicura che la ricetta, sia uguale alla sua, ma è talmente buono che non mi sono posta il problema.  Rispetto a quello arrosto tradizionale, ha un bel sughetto ricco, che consente di mantenerlo morbido e succoso, anche se non va in tavola subito come succede a volte quando ci sono ospiti. Così ho pensato di lasciarvi questa ricetta, con tutti i passaggi step by step, adatta anche per i meno esperti. E’ una ricetta classica, con un tocco di toscanità […]

Le polpettine di petto di pollo al Garam Masala, sono un ottimo piatto leggero e saporito, adattissimo per tutte le occasioni, comprese le diete ipocaloriche, ed è ideale per spezzare la routine dei soliti piatti. Questo piatto, lo faccio sempre per i Corsi di Cucina sugli Avanzi, perché può capitare di avere in frigo un pezzettino di petto di pollo. Ma in realtà a casa mia, queste polpettine si fanno sempre appositamente. Adesso ancora di più perché ho il Garam Masala regalatomi da Alessandra Gennaro, l’ideatrice dell’MTC. Per chi non fosse aggiornato, Alessandra vive a Singapore e quando viene in Italia, porta sempre spezie buonissime, come questo Garam Masala. Il

Pollo, porri, curcuma e olive taggiasche, una ricetta scritta direttamente dal luogo di produzione delle olive. Sono a Taggia per la manifestazione Meditaggiasca. L’evento è organizzato dall’Associazione Oro di Taggia, con l’Associazione Produttori Moscatello di Taggia e Witaly. Ha lo scopo di promuovere e valorizzare l’oliva taggiasca ed il suo olio. L’evento inizia oggi, ma dura fino a domani, 6 maggio, cioè il giorno che il  Calendario del Cibo Italiano, dedica all’oliva taggiasca. Naturalmente io sono qui a festeggiare insieme ad altri membri del Calendario.La giornata si preannuncia di grande interesse. Sarà piena di Cooking Show di grandi Chef che a loro modo esalteranno il prodotto oliva taggiasca ed il suo derivato

In Toscana si dice: “Fritta è buona anche una scarpa”, quindi dopo la ola alla Silvia Zanetti che ha vinto l’MTC sui macaron, mettiamoci a friggere il pollo che lei ha deciso per noi: infatti il tema dell’MTC n°63 è il pollo fritto. Ma ovviamente, mica fritto e basta: 2 tipi di fritto, uno panato con farina e uno panato con uovo e pane, la carne deve essere marinata, panata e fritta. Sembra quasi facile, però poi ci vuole una salsa di accompagnamento e anche un contorno. Mentre penso e ripenso, a cosa fare, intanto vivo la mia vita quotidiana, ed una sera in una birreria a Siena bevo una

Questo sarà per me, un MTC diverso: non solo la sfida culinaria, ma anche la storia di un legame molto stretto con la scrittrice che meglio ha raccontato il secolo scorso, attraverso i tre luoghi fondamentali della sua vita e della mia. Ho conosciuto la Fallaci come scrittrice quando avevo 13/14 anni, con un libro fondamentale per ogni donna “Lettera ad un bambino mai nato”. In quegli anni, si dibatteva il tema dell’aborto che dette vita al famosissimo referendum e naturalmente il libro divenne un best seller: mi piacque molto, ma a quell’età, mi mancava l’esperienza della vita per riuscire a comprenderne fino in fondo il significato. Comunque Oriana, mi appassionò, scriveva

Quando vedo il tema dell’MTC, ogni mese tremo!!! Le sfide non mi fanno paura, anzi le trovo assolutamente stimolanti ma, o io sono una sfigata da manuale, oppure care mie, siete donne perfide!!! Ma come vi viene in mente a settembre con un caldo da tropici di fare il croissant sfogliato e poi a ottobre, disossare un pollo … il “te possino”, ve lo cercate!!! Qualunque sia il motivo, per cui fate queste cose, oltre alle difficoltà oggettive dell’argomento, io ci metto sempre del mio!!! Mi riduco all’ultimo minuto, sono sempre incasinata, me ne capitano di tutti i colori … mi sento come la gemella di Fantozzi !!! Quindi senza