vegetariani

I crackers all’acqua faba sono una fantastica preparazione per utilizzare l’acquafaba (è corretto scritto in entrambi i modi!) Sapete cos’è? E’ l’acqua di cottura dei ceci, detta anche “acqua di governo”. La storia dell’acquafaba La scoperta dell’acqua faba in cucina per utilizzi diversi dai brodi è recente. Era il 2014, quando il tenore francese Joel Roessel notò che l’acqua di cottura dei ceci e dei fagioli, nonché dei cuori di palma, aveva una interessante proprietà: diventava mucillaginosa se sbattuta con le fruste elettriche. Insomma si comportava esattamente come gli albumi. Questa bella scoperta la annotò nel suo blog di cucina vegana come potenziale sostituto dell’albume. Non era molto stabile, così […]

Alcuni post fa vi avevo promesso, alcune ricette di base della cucina toscana, perché i miei studenti me le chiedono. Ma la pappa al pomodoro nel blog già c’era, in uno dei primi post orrendi che oggi non voglio neanche vedere e poi in questo. L’ho ripubblicata, per continuare questo “Corso on line di Cucina Toscana”, anche perché adesso ho un sacco di materiale fotografico su questo argomento. Infatti ho appena finito di insegnare al Corso di Agricuoco per Eurobic Toscana Sud  e Regione Toscana ed ho fotografato sempre i piatti dei miei allievi, per vedere la crescita di ognuno. Quindi i più belli finiranno nel blog, come questa bellissima

Il tema è PASTA E BASTA ed io ho scelto di fare i miei spaghetti alla Nerano per il Club del 27. Per coloro che non hanno seguito le puntate precedenti, spiego brevemente cos’è il CLUB DEL 27. Da alcuni mesi , il  giorno 27, rifacciamo le ricette del TEMA DEL MESE dell’MTC (la gara più famosa del web), perché durante il periodo della sfida dell’MTC, non ci occupiamo d’altro, siamo tutte troppo prese dall’impegno di sfornare ricette nuove e intriganti. Ma nello stesso periodo escono sul sito dell’MTC, ricette fantastiche che poi non abbiamo il tempo di provare. Per avere l’occasione di rifare queste ricette, che altrimenti cadrebbero nel limbo, nasce

Cosa vuol dire “vellutata finta di zucca”? Al gusto è in tutto e per tutto una vellutata di zucca. Ma secondo la definizione ufficiale, dicesi vellutata: una salsa base ottenuta con brodo di carne, pesce o verdura addensato con un roux (miscela di burro e farina in parti uguali). Vellutata o crema? Quindi il nome appropriato dovrebbe essere “crema”, ma questa zuppa è vellutatissima, morbida e liscia come una vellutata, però non contiene burro o farina e il brodo è rigorosamente vegetale. Così ho optato per il nome “vellutata finta”, perchè in bocca, questo piatto ha la consistenza della vellutata, ma è un un piatto vegano, leggerissimo, molto buono e

Questo piatto l’ho già postato, ma la pappa al pomodoro in Toscana ha ormai queste 2 diverse ricette: quella tradizionale qui e l’altra versione qui sotto.  La ricetta già postata è quella di mia nonna, quella che racchiude i ricordi della mia infanzia! Un piatto caldo profumato, buonissimo!!!  Questa invece l’ho mangiata a casa di mia sorella, che in estate la serve così facendone un tortino, molto fresca e bella da vedere, tant’è che si vede anche in alcuni ristoranti. Ancora è caldo e si mangia bene fredda, ma se volete servirla calda è buonissima lo stesso. Questo piatto fa parte anche del menu della festa del 50esimo anniversario di matrimonio dei miei