Ghiaccioli al Mojito per il club del 27

Ghiaccioli al mojito

Il caldo è già tropicale e siamo solo alla fine di giugno, quindi l’idea di preparare dei ghiaccioli al Mojito per il Club del 27 mi è piaciuta subito. Il tema di questo mese è stato proprio questo, il ghiacciolo: un momento di dolce refrigerio, dissetante e rinfrescante.

L’invenzione del ghiacciolo

Come molti piatti della cucina di tutto il mondo, l’invenzione del ghiacciolo fu del tutto casuale e fu fatta nel 1905 da un bambino di 11 anni Frank Epperson di Okland, che in inverno lasciò fuori dal davanzale, un bicchiere di acqua e soda con dentro il bastoncino che aveva usato per mescolarle. Il giorno dopo, facendo scongelare leggermente il blocco, il bambino tolse il bicchiere e cominciò a mangiare il ghiacciolo tenendolo per lo stecco. Nel 1923 Epperson ottenne il brevetto per la sua idea del “ghiaccio sul bastoncino” che chiamò popsicle.

Nel secondo dopoguerra i ghiaccioli arrivarono in Italia, portati dagli americani. In Emilia Romagna nel 1960 il ghiacciolo fu chiamato BIF (dalle iniziali dei cognomi dei soci dell’azienda che lo produceva).

Il ghiacciolo industriale è solitamente alla frutta, dai colori sgargianti dati più dai coloranti che dalla frutta contenuta e sono amatissimi dai bambini. Qui invece ne ho scelto un tipo proprio da adulti, copia di un famosissimo cocktail: il ghiacciolo al Mojito per il Club del 27. Molto rinfrescante, grazie alla menta e al lime, ma anche molto alcolico, per me troppo per cui vi lascio la versione originale e le mie modifiche. Per me oltre a risultare troppo alcolico, è anche poco consistente come ghiacciolo, si scioglie subito, perché l’alcool impedisce il congelamento. Inoltre la ricetta prevede 1 cap di menta, difficilissima da dosare. Quindi ho dimezzato il rum e ho messo solo 2 g di menta. Ne è uscito un ghiacciolo molto buono e rinfrescante dove la nota alcolica non prevale sul resto dei sapori. Questa è una ricetta che rifarò spesso.

Se vi interessano piatti ghiacciati non usuali, guardatevi anche la ricetta del gelato al formaggio Gran Mugello. E’ una squisitezza incredibile!

Ghiaccioli al Mojito

Ghiaccioli al Mojito

Sabrina Fattorini
4 da 1 voto
Portata Aperitivo, Dessert
Cucina cubana
Porzioni 4 ghiaccioli

Ingredienti
  

  • 160 g di acqua gassata o di acqua tonica
  • 160 g di Rum bianco ( per me 80 g)
  • 80 g di zucchero
  • 80 g succo di lime circa 2 lime
  • 2 g di foglie di menta

Istruzioni
 

  • Inserire tutti gli ingredienti in un frullatore, finché le foglie di menta non sono ben frullate.
  • Filtrare con un colino a maglia finissima e versare il tutto negli stampini da ghiaccioli. Inserire a piacere foglie di menta e fettine sottilissime di lime, il bastoncino in plastica e congelare per una notte.
Ghiaccioli al Mojito

20 commenti su “Ghiaccioli al Mojito per il club del 27”

  1. Ero anche io tentata, avendo tantissima menta nell’orto, ma poi ho scelto la frutta analcolica 😉 Gli stampini li ho graduati io facendo dei segni con la matita. Ogni volta che si usano devi rifare i segni, ma non faccio ghiaccioli spesso… qui, in alta quota, sta tornando il freddooooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *