Tortini ai cardi

Tortini ai cardi

I tortini ai cardi, ogni volta che li faccio hanno un successo incredibile. Sono talmente semplici che non mi aspetto mai l’incredibile successo che sempre riscuotono. Questi tortini, sono in realtà delle quiche senza guscio di pasta sfoglia e si sono rivelati un piatto molto versatile e buonissimo, sia caldo o a temperatura ambiente. Restano buonissimi anche dopo essere statai riscaldati.

Per eventi o buffet, sono geniali, si mangiano semplicemente con il pirottino senza bisogno di altro e naturalmente si possono preparare d’anticipo.

I cardi

cardi (Cynara cardunculus) sono piante erbacee perenni, appartenenti alla stessa famiglia del carciofo, le Asteracee di origine mediterranea.  La pianta del cardo somiglia ad un grosso sedano ed è caratterizzato da costole bianche spinose o lisce di colore argenteo. Si tratta di un ortaggio invernale e ne esistono diverse varietà: il «Bolognese», quello noto come «Gigante di Romagna», oppure «Riccio d’Asti», solo per citarne alcuni. 

Le varietà più pregiate di cardi che si usano in cucina, sono quelle che subiscono il processo di imbianchimento, che consente alla pianta di superare i mesi più freddi. Questo processo rende i gambi dei cardi bianchi, più teneri e dal gusto più delicato.

Il cardo gobbo del Monferrato, è detto gobbo per la sua forma, data dal tipo di imbianchimento a cui è sottoposto. L’ortaggio viene interrato piegando la pianta di lato, verso il basso e ricoperto di terra. Resta in questo modo fino al momento del raccolto. In questo modo la pianta, alla ricerca della luce si curva verso l’alto assumento la caratteristica forma gobba.

A Saluzzo e dintorni invece, le piante vengono impacchettate con pesanti fogli di carta, legati intorno strettamente. La pianta resta dritta e le coste restano bianche e tenere.

Se vi sono piaciuti i tortini ai cardi, provate anche altri monoporzione che trovate sul blog come i cannoli mignon con mousse di mortadella e pistacchi.

Tortini ai cardi

Sabrina Fattorini
Portata Antipasti
Cucina Italiana
Porzioni 4 persone

Ingredienti
  

  • 1 mazzetto di cardi puliti e lessati tagliati a dadini (1 tazza)
  • 1/2 limone
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • q.b. di sale
  • q.b. di pepe macinato al momento
  • 100 g di ricotta
  • 1 uovo
  • 2 albumi
  • 4 cucchiai di Parmigiano Reggiano

Istruzioni
 

  • Lavare accuratamente i cardi, spazzolandoli con una spazzola da verdure. Togliere tutti i filamenti tagliarli a pezzetti lunghi 10/15 cm e farli riposare in acqua acidulata con 1/2 limone strizzato, così non diventano neri.
  • Toglierli dall’acqua con il limone, sciacquarli e farli bollire in acqua salata per circa 30 minuti. Appena cotti, scolarli e buttare l’acqua (non utilizzatela per brodi o altro perché è amarissima!), tagliarli a dadini ed insaporirli in una padella con olio extra vergine di oliva, pepe ed aggiustare di sale al bisogno. Farli raffreddare.
  • Preriscaldare il forno a 220°.
  • Montare un po’ (non a neve ferma) gli albumi, sbattere bene l’uovo, aggiungere la ricotta, sale e pepe. Appena i cardi sono freddi, mescolarli con tutti gli altri ingredienti, aggiungendo gli albumi per ultimi.
  • Nei pirottini di carta da muffin, inseriti nell’apposita teglia, versare il composto e spolverare accuratamente ogni pirottino di Parmigiano Reggiano grattugiato. Infornare per 15/20 minuti.
  • Sono fantastici caldi, tiepidi o freddi. Si possono preparare al momento o in anticipo. Nel caso di preparazione in anticipo, si può preparare l’impasto il giorno prima e versarli nei pirottini al momento. Oppure si possono cuocere il giorno prima, farli raffreddare e conservarli in frigo.
  • Al momento di andare in tavola si tolgono dal pirottino di cottura, si adagiano su pirottini nuovi e si passano al micro-onde a 600 W per circa 1 minuto.
Tortini ai cardi

8 commenti su “Tortini ai cardi”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating