Risotto allo zafferano

Il Risotto allo zafferano è un piatto tipico della cucina lombarda , da
non confondere con il risotto alla Milanese (che contiene il midollo di bue).

Ingredienti per 4 persone :
  • 350 g. di riso
    Carnaroli
  • 125 g di
    burro
  • 1 cipolla
  • 80 g di
    Grana Padano grattugiato
  • 1 bicchiere
    di vino bianco
  • 1 litro di
    brodo di carne
  • Sale
  • 0,10 g di pistilli di zafferano 
  • 1 pizzico
    di pistilli di zafferano per guarnire
Preparazione del risotto:
Tritare finemente la cipolla. Intanto sciogliere metà burro in una casseruola, avendo cura di non farlo
friggere. 
Unire la cipolla al burro fuso, farla imbiondire, mescolando
continuamente, quindi aggiungere il riso e tostarlo facendogli assorbire tutto
il burro. 
A questo punto alzare la fiamma e bagnare il riso con il vino, lasciarlo
evaporare, quindi bagnare con 2 mestoli di brodo. 
Appena il brodo è asciugato,
bagnare nuovamente con poco brodo alla volta, fino a cottura. Intanto tritare finemente 0,10 g di pistilli di zafferano ed inserirli in una tazzina con 1 dito di acqua bollente, lasciando in infusione 15/20 minuti (il tempo che il riso arriva a cottura). 
Quando manca poco
a fine cottura, allungare l’infusione di zafferano con un mestolo di brodo bollente ed aggiungerla al riso. 
Aggiustare di sale e a cottura ultimata, facendo attenzione a non far
asciugare troppo il riso, mantecare con il burro rimasto e il grana. 
Lasciar riposare 2 minuti, e servire guarnendo i piatti con i pistilli
di zafferano. 
Molto bella come presentazione è pigiare il risotto in uno stampino e sformarlo
nel piatto di portata, decorando con i pistilli di zafferano e foglie di
prezzemolo.

6 commenti su “Risotto allo zafferano”

  1. questo è tra i risotti che preferisco per la semplicità degli ingredienti e il profumo dello zafferano che mi piace tanto…poi presentato così è una delizia.
    bacibaci

  2. Architettando in cucina

    Ciao a tutte,
    grazie per l'apprezzamento…mi piace postare i piatti di tutti i giorni, magari presentati bene…è come farsi un regalo…

  3. Ciao! Adoro gli arancini. Una sera ho deciso di proporli in un locale in cui ogni tanto ospitano "mezzi cuochi" per preparare l'aperitivo.
    Non è che siano venuti male, ma ho sbagliato decisamente le dimensioni degli arancini e venivano fuori delle enormi palline che, mangiate quelle, si poteva anche perire…
    😉 Un'utile esperienza… Ora seguirò le tue indicazioni…
    Ciao ciao
    Sergio
    gastronomysergio.blogspot.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.