martedì 2 maggio 2017

Frittata di foglie di cipollotto per il Calendario del Cibo Italiano



Oggi, una ricetta che faccio spesso, ma che non ho mai pensato di pubblicare, perchè è così semplice che non mi sembrava il caso. Poi ho cominciato a farla per i miei allievi della scuola di cucina ed ha avuto talmente tanto successo che oggi per celebrare il giorno della Frittata per il Calendario del cibo italiano, ho subito pensato a lei.
Quando faccio questa frittata per i miei allievi, la cosa che li turba di più è che uso le foglie, (che di solito buttano). Invece sono buonissime e si usano in tutte le preparazioni. Il cipollotto, così come il porro, è troppo spesso sprecato: si compra e se ne buttano i 2/3. Che senso ha? Nessuno, a meno che non si faccia una vellutata di porro o cipollotto e per motivi cromatici si voglia tutta bianca. Solo in questo caso useremo solo una parte del porro o del cipollotto, altrimenti per tutto il resto, dai soffritti, ai brodi, alle zuppe, si usa tutto. 
L'esempio più calzante della bontà delle foglie di cipollotto è questa frittata, che nasce dall'esigenza di utilizzare per prime le foglie, che sono la parte più deteriorabile. Ricordo mia nonna che andava nell'orto, raccoglieva i cipollotti, buttava le foglie un po' sciupate e dopo averle lavate e tritate, le metteva in padella e le trasformava in frittata, mentre la cucina si riempiva di un odorino fantastico. Stavo sempre a guardare la preparazione, pregustando la bontà della frittata dentro 2 fette di pane toscano che sarebbero diventate la mia merenda di lì a poco. Anche i miei figli l'hanno sempre amata ed è una di quelle cose che chiedono anche come pranzo da asporto, perchè dentro 2 fette di pane, è buonissima anche fredda.

Ingredienti per 2 persone (padella diametro 25 cm)

  • 4 cipollotti (la parte verde)
  • 4 uova (oppure 3 uova e 2 albumi)
  • 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 4 cucchiai di acqua
  • sale marino integrale
  • pepe 
  • alcune foglie di radicchio rosso per decorare

Preparazione

Togliere dai cipollotti le foglie rovinate e tagliare la parte bianca (da conservare per altre preparazioni). Lavarli e tritarli a rondelline finissime. Inserirli in una padella antiaderente diametro 25 cm, con l'olio extra vergine di oliva e l'acqua. Lasciar stufare a fiamma bassissima, finchè il cipollotto non è cotto. Intanto sbattere accuratamente le uova e versarle sul cipollotto. Attendere che la parte sotto sia cotta, pio con la forchetta, sollevare un po' il bordo e far passare l'uovo ancora crudo nell'area sottostante. Quando l'uovo è quasi rappreso, girare la frittata con l'ausilio di un coperchio piatto e far rosolare anche l'altro lato. Servire calda al piatto o in mezzo a 2 fette di pane toscano.


14 commenti:

  1. Le ricette semplici alle volte ci sembrano banali, ma ho scoperto che non è assolutamente vero, e sopratutto sono quelle che cambiando regione non si conoscono... io per esempio la parte verde l'avrei buttata via o al massimo usata per fare un brodo vegetale... invece ora so come poterla rendere speciale! A presto LA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura, questo tuo commento mi rende felice. E' sempre un piacere essere utili con i post che si pubblicano. Magari se la provi, fammi sapere... Un abbraccio!

      Elimina
  2. la semplicità è eleganza, rigore, e qui anche sapore. Un classico della nostra tradizione che più classico non si può, eseguito magistralmente come sempre.
    Ciao Sabry, un abbraccione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giuliana, noi che siamo vintage, sappiamo aprrezzare!!! Un grande abbraccio anche a te!

      Elimina
    2. pure io sono vintage ma aprezzo a prescindere!!!
      e concordo... semplice, elegante, saporita e salutare, non fa una piega!

      Elimina
    3. Per me è davvero una golosità!

      Elimina
  3. Io, fan sfegatata della frittata con le cipolle, voglio provare questa.
    Brava e grazie. 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piace la frittata di cipolle, questa l'amerai pazzamente! Grazie a te!

      Elimina
  4. come portare a tavola con poca spesa e fatica un signor secondo piatto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio così Simo, poca spesa, poca fatica, massimo risultato!

      Elimina
  5. Io sono una di quelle che ama la frittata in qualunque sua espressione...ho scoperto da poco il gusto della parte verde del Cipollotto e ora arrivi tu con questa frittata...e ora???? Devo provarla assolutamente!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se la provi, cara Lucia, te ne innamorerai!!!!

      Elimina
  6. O ma tu pensa che qui uno dei piatti storici e' lo scallion pancake.. e lo scallion e' il cipollotto. E somiglia tanto a questa... ma guarda le coincidenze...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà che alla fine il mondo è piccolo?

      Elimina