lunedì 18 marzo 2013

Uova marmorizzate con coloranti naturali - tutorial

Questo gioco della decorazione delle uova, mi ha preso moltissimo, quest'anno ... complice la mia allergia che non se ne vuole andare e che mi rende una cuoca un po' a mezzo servizio visto che non sento i sapori dei cibi! Quindi il gioco continua e dato che in linea generale, non ho tanta passione all'uso di prodotti pronti in cucina, ho fatto le decorazioni delle uova anche utilizzando prodotti naturali home made!
Per realizzare questa decorazione ci sono varie tecniche … qui ne vediamo 2 utilizzando coloranti alimentari naturali.



Preparazione: tecnica a caldo
Far bollire le uova in acqua per una decina di minuti, poi raffreddarle in acqua fredda. Battere delicatamente il guscio sul piano di lavoro e creparlo tutto, evitando di staccare i pezzetti.


Poi a seconda dei colori che si vogliono ottenere, seguire le varie indicazioni.

Beige
Inserire l’uovo crepato in un pentolino, coperto di acqua, insieme ad 1 bustina di tè e far bollire 15 minuti. Spegnere e lasciare l’uovo in fusione una notte.  Al mattino, toglierlo dall’acqua, asciugarlo con carta da cucina e avvolgerlo nella pellicola. Togliere il guscio al momento di servire! Ricaveremo un uovo marmorizzato in marrone chiaro


Per i colori elencati di seguito, vale la stessa tecnica di esecuzione:

Giallo
Inserire l’uovo crepato in un pentolino, coperto di acqua, insieme a 0,10 g di zafferano in pistilli per massimo 3/4 uova e far bollire 15 minuti. Un po' meno costoso, ma ugualmente efficace è l'uso della curcuma (stessa tecnica, 1 cucchiaino di curcuma in polvere). 

Rosso
Inserire l’uovo crepato in un pentolino, coperto di acqua, insieme alle foglie di alcune cipolle rosse e far  bollire 15 minuti.

Rosa
Inserire l’uovo crepato in un pentolino, coperto di acqua, insieme ad una rapa rossa (una per massimo 3/4 uova) e far bollire 15 minuti.

Marrone  
Inserire l’uovo crepato in un pentolino, coperto di acqua, insieme ad alcuni cucchiai di salsa di soia  e far bollire 15 minuti.

Marrone  di altra tonalità
Inserire l’uovo crepato in un pentolino, coperto di acqua, insieme ad un caffè espresso  e far bollire 15 minuti.

Grigio  
Inserire l’uovo crepato in un pentolino, coperto di acqua, insieme ad una patata nera vitellotta (qui tutte le informazioni) e far bollire fino a cottura della patata, oppure farlo bollire 15 minuti nell’acqua di cottura della patata.

Verde
Inserire l’uovo crepato in un pentolino, coperto dall’acqua di cottura degli spinaci e far bollire 15 minuti.

Viola  
Inserire l’uovo crepato in un pentolino, coperto  di acqua insieme ai mirtilli frullati (o a 100 ml circa di succo di mirtilli) e far bollire 15 minuti.

Blu  
Inserire l’uovo crepato in un pentolino, coperto  dall’acqua di cottura di almeno mezzo cavolo rosso e far bollire 15 minuti.

Arancio o verde chiaro  
Inserire l’uovo crepato in un pentolino, coperto  di acqua insieme alle bucce delle cipolle bionde e far bollire 15 minuti … questa cosa è poco controllabile … possono uscire questi 2 colori a seconda della varietà di cipolle.

Per la tecnica a caldo, sconsiglio di asportare parti di guscio, perché l’uovo assorbe maggiormente i sapori del colorante.

E’ fondamentale la notte di riposo nel colorante!!!


Preparazione tecnica a freddo
Far bollire le uova in acqua per una decina di minuti, poi raffreddarle in acqua fredda.
Battere delicatamente il guscio sul piano di lavoro e creparlo tutto evitando di staccare i pezzetti.


Adesso può essere colorato oppure si possono asportare solo alcune parti del guscio e la pellicola sottostante.


E l’uovo si presenta così … a seconda dell’effetto estetico da ottenere.


Marrone scuro
Inserire l’uovo crepato in un bicchiere di vino rosso corposo e lasciarlo per una notte.


Al mattino, toglierlo dal vino, asciugarlo con carta da cucina e avvolgerlo nella pellicola.
Togliere il guscio al momento di servire!
Ricaveremo un uovo marmorizzato in marrone scuro.

A seconda del vino utilizzato si ottengono sfumature dal marrone al rosso cupo oppure tendenti al violaceo … dipende dai tannini… quindi bisogna sperimentare.
Questo è quello che ho ottenuto io.


La tecnica a freddo può essere estesa a tutti i coloranti visti nella tecnica a caldo, tenendo le uova nei liquidi colorati almeno una notte oppure 24 ore se vogliamo colori più intensi.


18 commenti:

  1. Sabrina mi piace l'idea, come sempre .... grande! Baci

    RispondiElimina
  2. che belli!!! da me li coloriamo con qualche fiore e le bucce di cipolla rossa!! Se riesco e se le faremo farò un post!! baci! Vale

    RispondiElimina
  3. Sono troppo carine! Sei stata bravissima!
    Il fatto che tutti i coloranti siano naturali e "preparati" in casa le rendono ancora più divertenti da fare.
    Mi sono divertita molto a leggere il tuo post. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alessandra, fa sempre molto piacere essere utili!!!

      Elimina
  4. Che bella idea, brava Sabrina!! E poi il post spiega tutto molto bene!! A presto Leti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Letizia, grazie, sono contenta che risulti tutto chiaro!

      Elimina
  5. wow!!! sono proprio carine condiviso su fb https://www.facebook.com/kreattiva72 spero non ti dispiaccia ciao rosa


    http://kreattiva.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa, come può dispiacermi se condividi un mio post!!! Fai pure!!!

      Elimina
  6. Conoscevo solo la tecnica a caldo, imparata a scuola media con la prof. di educazione tecnica! Interessante anche questa a freddo, le uova colorate sono allegre!

    RispondiElimina
  7. Allora avevi un prof. forte ... ai miei tempi eri fortunata se non ti ritrovavi a fare l'uncinetto!!! Ah!Ah!Ah!

    RispondiElimina
  8. troppo bello sono strabiliata! bravissima e grazie della condivisione, un abbraccio
    ciao Reby

    RispondiElimina
  9. qué buena técnica! pero quiero consultar lo siguiente: esos huevos son solo decorativos o también se comen?

    RispondiElimina
  10. Hola Benjamin, son los huevos decorativos, pero luego te comes!

    RispondiElimina
  11. Complimenti :-* ma poi queste uova possono essere mangiate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, certo sono assolutamente commestibili ...Buona Pasqua!!!

      Elimina