venerdì 4 gennaio 2013

Tronchetto al cacao con ganache al cioccolato


Ecco qua il dolce di Natale... Cioè l'ho fatto per la vigilia di Natale, (qui) ma va sempre bene ...
Mi sento ancora in ansia a cimentarmi in panettoni e pandori ... rispettare la tradizione in questo caso è dura !!! Bisogna saperlo fare ... 
Poi per la vigilia c'erano i miei figli che non riescono a concepire un dessert che non contenga cioccolato ... mia sorella che adora il tronco ... allora ho voluto farli felici !!!! 
E dato che non ne è avanzata neanche una fettina, credo di esserci riuscita!!!!
(Sono riuscita a fotografarlo a stento!!!!!!)


Ingredienti:
Per la pasta biscotto:
  • 1 cucchiaio di acqua
  • 25 g di cacao amaro
  • 35 g di farina
  • 10 g di miele
  • 4 uova medie
  • 1 bustina di vanillina
  • 80 g di zucchero + altri 2 cucchiai da usare una volta cotta la pasta biscotto

Per la ganache al cioccolato:
  • 100 ml di latte intero
  • 10 g di miele
  • 1 uovo intero
  • 5 cucchiai di cacao amaro
  • 4 cucchiai di amido di mais
  • 125 g di zucchero
  • 100 ml di panna

Per la decorazione:
  • Zucchero a velo
  • Ribes
 Preparazione:
Per la pasta biscotto:
Accendere il forno a 220°.
Dividere  i tuorli (dovranno pesare circa 80 g) dagli albumi (che dovranno pesare circa 120 g).
Sbattere i tuorli per almeno 10 minuti con 30 g di zucchero, miele, vanillina e acqua. Montare i tuorli finché non diventino chiari e spumosi.
Montare gli albumi a neve non troppo ferma insieme al restante zucchero, quindi unire i 2 composti con la spatola delicatamente per non smontarli.
Aggiungere al composto (delicatamente) la farina setacciata insieme al cacao ed amalgamare il tutto.
Stendere l'impasto su un foglio di carta forno in una teglia cm 45 x 37, e livellarlo con la spatola piatta a 1 cm di spessore.
Infornare in forno statico a forno già caldo per 8/9 minuti (non di più!): la superficie del dolce deve diventare leggermente dorata.
Non aprire il forno durante la cottura perché il dolce deve trattenere l’umidità al suo interno.
Una volta cotta, estrarre dal forno la pasta biscotto, toglierla dalla teglia insieme alla carta forno e  poggiarla su un piano.
Polverizzare subito la pasta con lo zucchero semolato (servirà a non farla appiccicare) e sigillarla con la pellicola, ripiegandola sotto su tutti i lati.
In questo modo la pasta biscotto, raffreddandosi tratterrà al suo interno tutta l’umidità che servirà a renderla elastica e l’aiuterà a piegarsi, senza creparsi.
Quando la pasta sarà fredda, togliere la pellicola e farcirla con la ganache.

Per la ganache al cioccolato:
In un tegame dal fondo spesso, mettere a scaldare il latte.
In una ciotola a parte, unire (eliminando bene i grumi) l’uovo, il cacao, l’amido di mais e lo zucchero.
Versare a poco a poco con un mestolino il latte caldo sul composto di uova e mescolare bene.
Quando il composto di uova è diluito, versarlo nel tegame con il latte rimasto, e cuocere a fuoco basso mescolando sempre per non farlo attaccare sul fondo.
Lasciar addensare sul fuoco.
Spegnere il fuoco quando ha raggiunto una densità soddisfacente.
Deve risultare piuttosto consistente.
Far raffreddare mescolando per evitare che formi la pellicola in superficie.
Appena raffreddata, sarà un po’ indurita, ma va bene così.
Aggiungere nel tegame ormai freddo la panna fresca e montare bene con le fruste elettriche.

Per la composizione del dolce:
Spalmare la ganache su tutta la pasta biscotto, fermandosi a 2/3 cm dal bordo esterno (dal lato che intendiamo ripiegare) altrimenti nell’arrotolare la pasta uscirà la crema.
Adesso aiutandosi con la carta forno, arrotolare il dolce, ripulire l’eventuale uscita di ganache, sistemare il dolce su un vassoio da portata e polverizzarlo con lo zucchero a velo.
Servire a fette nei piatti guarnito da rametti di ribes.


10 commenti:

  1. E ci credo che non è avanzata nemmeno una fettina!!le foto credimi,rendono alla perfezione l'alchimia di questa ricetta!Brava e vado a leggermi il post qui sotto per l'iniziativa di Grazia.it (cosi ti conosco un pò di più)
    Un abbraccio
    Monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Monica, quando hai letto il post di Grazia, fammi sapere se ti piace!!!
      Un bacione e grazie per i complimenti!

      Elimina
  2. Buongiorno Sabrina e grazie per essere passata dal mio blog Nocciole Tostate :-)
    e per esserti aggiunta ai follower.
    La cucina e le ricette sono un modo meraviglioso per scaricare la tensione e aggregare gli amici, npn trovi?
    Ti auguro un anno ricco di architettando in cucina e non solo :0)
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola, felice di vederti! La cucina è per me una grandissima fonte di psicoterapia anti stress!!! Invitare parenti ed amici invece è proprio una gioia ... è una cosa che vale per tantissimi sulla rete!!! Buon anno anche a te! A presto!

      Elimina
  3. Ciao Sabrina, ti ho travata sul blog di Sofi e ho deciso di venire a sbirciare sul tuo blog; molto bello complimenti...questo tronchetto poi sembra super goloso!! Ti seguo volentieri per non perdere le tue prossime ricette ;)

    RispondiElimina
  4. Grazie Nicoletta, ho in programma altri bei piatti ed alcune simpatiche novita' per il 2013 ....

    RispondiElimina
  5. Ciao Sabrina, grazie per la visita e per esserti unita ai miei lettori. Ti faccio i miei complimenti per il blog, questo tronchetto al cioccolato dev'essere veramente buono. Mi unisco con piacere ai tuoi lettori!!
    Buon anno anche a te!!
    Barbara

    RispondiElimina
  6. Ciao Barbara, grazie di essere dei nostri!!! A presto!!!

    RispondiElimina
  7. Che golosità..... :-)
    E pensare che io non mi sono mai cimentata nel rotolo.. dovrò rimediare quanto prima!

    RispondiElimina
  8. Ciao Simona, prova, vedrai che è più facile di quel che pensi !!! A presto!

    RispondiElimina