Gnocchi di ricotta e rape rosse (o barbabietole rosse)

Molte ricette di questo blog, nascono da esperimenti che faccio, per poter utilizzare alcune materie prime che ho in abbondanza. Quest’anno la rapa rossa (o barbabietola rossa) è già in sovrabbondanza, pertanto diventa importante trovare come impiegarla.
Devo dire che fin qui, non mi ero mai soffermata su questo ortaggio, perché nonostante il suo bellissimo colore, non mi ispirava granché, quindi il mio consumo si limitava a 2 volte l’anno, consumata lessata e via!!!
Ma quando l’orto ne sforna parecchie come quest’anno, occorrono impieghi più fantasiosi… allora ho cominciato a documentarmi ed ho scoperto un sacco di cose interessanti.
Come prima cosa mi sono resa conto che questo ortaggio viene chiamato con tanti nomi diversi:rapa rossa, barbabietola rossa, barba rossa o carota rossa, (ogni regione ha il proprio!) tutti ad indicare questa radice tondeggiante, carnosa con la radichetta finale, con il caratteristico colore, (dato dalla betanina) che a seconda delle varietà può virare dal rosso al violaceo oppure essere striato di bianco.
Ha grandi proprietà antiossidanti, disintossicanti, depurative , antisettiche e mineralizzanti, infatti contiene ferro, sodio, potassio,calcio, magnesio e fosforo.
Ma anche vitamine importanti come l’acido folico e la vitamina C. Quindi fa davvero bene !!!! Vale proprio la pena mangiarla!!! 
Avevo questa ricetta in attesa di essere provata, (non ricordo più neppure da dove proviene) e devo dire che merita proprio l’assaggio …

Ingredienti:
  • 250 g di
    ricotta
  • 175 g di rape rosse
  • 160 g di
    farina
  • 70 g di
    parmigiano
  • Noce
    moscata
  • Sale
  • Burro
    salato
  • Parmigiano
  • Noce
    moscata

Preparazione:
Inserire nel mixer la ricotta e la rapa rossa a pezzetti e frullare fino a
formare una crema.
In una ciotola mescolare la farina, il Parmigiano, il sale e la noce
moscata.
Aggiungervi poi la crema di rapa e amalgamare l’impasto.
Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e farla riposare in frigo per
almeno 15 minuti.
Trascorso il tempo di riposo, ritirare l’impasto e su un piano infarinato, tagliarlo
a bastoncelli, che andranno lavorati a mano per realizzare prima dei rotolini
sottili e poi tagliandoli (circa 1,5 cm) gli gnocchi.
Cuocere gli gnocchi così formati in abbondante acqua salata scolandoli
appena vengono a galla.
Intanto fondere il burro salato con uno spicchio d’aglio leggermente
schiacciato in una capace padella in grado di raccogliere gli gnocchi.
Farli saltare nel burro insaporito, spolverando di Parmigiano e noce
moscata.
Impiattare in piatti caldi e servire subito.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.