Polpo alla luciana (con la lettera minuscola!)

Napoli è una città che adoro!!!  Mi piace da matti la gente, la cucina, il mitico caffè, la pizza! Da ogni parte i sapori sono semplici e intensi … i piatti assolutamente indimenticabili! Molte ricette sono così buone che sono entrate a far parte dei menu di tutta Italia. Il polpo alla luciana è una di queste. Mi raccomando, luciana con la lettera minuscola … non è il polpo della signora Luciana !!!! Il nome di questa ricetta deriva dal quartiere di Santa Lucia a Napoli, che era una zona dove vivevano i
pescatori ( i luciani) da loro il nome della ricetta che è appunto una ricetta
semplice, da gente di mare.

Purtroppo in qualche ristorante lo spacciano ancora per la ricetta di una fantomatica signora Luciana che cucinava il polpo così!!!!
Il polpo alla luciana, si può mangiare come antipasto servito su crostini di pane, come
secondo,  con le patate cucinate nello stesso sugo del polpo, oppure si
può usare per condire la pasta mantecandola nel sughetto. Comunque si voglia gustare è un piatto fantastico! Ed è
 talmente versatile che bisogna proprio imparare a farlo!!!


Ingredienti per 4 persone:
  • 600 g di
    polpo
  • 300 g di
    pomodori maturi
  • 1 spicchio
    d’aglio
  • 4 cucchiai
    di olio extra vergine di oliva
  • prezzemolo
  • Sale
  • 1 peperoncino
    piccante
 

Preparazione:
Lavare bene
i polpi sotto l’acqua corrente, privarli di becco, occhi e sacca.
Se sono
freschi batterli bene con un batticarne sul tagliere.
Far
scaldare benissimo una pentola con il fondo spesso, inserirvi i polpi e
chiudere il coperchio.
Abbassare
la fiamma e far cuocere 30/40 minuti (dipende dal peso dei polpi … ma almeno 20 minuti ogni 500 g).
Trascorso
il tempo, aprire la pentola (all’interno si è formato un bel po’ di liquido)
ed
aggiungere i pomodorini precedentemente spellati, l’olio, il sale il peperoncino,
lo spicchio d’aglio, alzare la fiamma e far ritirare il sughetto.
Quando
il polpo diventa rosso scuro ed il sughetto diventa denso, è pronto.
Si
serve con fette di pane tostato e una spolverata di prezzemolo tritato.
Oppure
si usa per condire gli spaghetti, facendoli saltare nel sughetto.

11 commenti su “Polpo alla luciana (con la lettera minuscola!)”

  1. Buonissimooooooooooooooooooo.. lo adoro anche io!! E poi la cottura del polpo.. senza aggiungere acqua.. è come piace a noi..viene fuori un sugo bello corposo.. che è ottimo anche per condire la pasta!!!! baciotti

  2. Mio marito ne andrebbe pazzo cara Sabrina….appena compro il polpo provo a farglielo,rcettina semplice e gustosa proprio come piacciono a me,un bacione 😉

  3. Architettando in cucina

    Fidati Cristina, guarda qui : architettandoincucina.blogspot.it/2013/06/polpo-bollito-senzacqua.html
    Cottura perfetta senza niente!!! Poi il polpo rilascia la sua acqua … non si brucia ed ha un sapore straordinario!!! Poi quando metti il pomodoro, aggiungi un filo d'olio solo per fare il sughetto!!! Prova … è facile e buonissimo!!!

  4. Il polpo a casa mia non piaceva a nessuno e io non l'ho mai cucinato. A me però piace e potrei provare con questa tua ricetta che non mi sembra difficile da fare ma che dev'essere molto saporita! Un abbraccio

  5. Architettando in cucina

    Ne compri uno piccolo , te lo cucini e te lo mangi tutto! Compra anche 1/2 kg di pane… Per la scarpetta! A presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *