Torta di ricotta alla casalinga della Garfagnana interpretata da me


Alcuni anni fa ho trovato questa
ricetta nel libro “Le ricette di Versilia e Garfagnana” di Mariù Salvatori De Zuliani, mi è piaciuta e per un po’ l’ho rifatta spesso … poi chissà perché  improvvisamente basta!!!

Oggi, complice il regalo di un
amico, una ricotta intera freschissima ma tantissima (Kg 2,2), ho pensato di
rifarla ! 

Ma ho dovuto patteggiare con Margherita (mia figlia) che non
concepisce dolci che non contengano cioccolato e detesta canditi e uvetta!!! 

Quindi modifiche a go go e addio ricetta tradizionale!!! Anche se dopo l’assaggio … forse questa è molto più goduriosa !!! C’è pochissima farina e tantissima ricotta, per cui il dolce è più una cheese cake che una torta da forno, ma gradevolissima!!!
Le segnalo entrambe,
così potete scegliere.





Da Mariù: “Torta di ricotta alla
casalinga (Garfagnana)”


“Questa semplice ricetta è molto
in uso nella Garfagnana dove è facile trovare della genuina ricotta. Lavorare
con un cucchiaio di legno, in una terrina 
500 g di ottima ricotta, aggiungendo un pizzico di sale, 2 cucchiai
colmi di farina bianca, 4 cucchiai di zucchero, 2 rossi d’uova e la scorza
grattugiata di un arancio. Amalgamare bene il tutto rimestando; aggiungere per
ultimo un pugno di uvetta (prima lasciata gonfiare in acqua tiepida e poi ben
asciugata) e un po’ di canditi tritati grossolanamente e le chiare d’uovo
montate a neve ben ferma. Imburrate ed infarinate uno stampo, versarci dentro
il composto e passare in forno moderato per circa un’ora. Quando sarà ben
fredda, sformare la torta e spolverarne la superficie con lo zucchero a velo.”



La mia
versione
Ingredienti :
  • 800 g di ricotta di pecora da latte biologico freschissima
  • 2 pizzichi di sale
  • 100 g di zucchero
  • 50 g di farina
  • 3 uova
  • 120 g di cioccolato fondente
  • Scorza grattugiata di 1 limone
  • Burro e farina per lo stampo
Preparazione:
In
una terrina lavorare bene la ricotta con un mestolo di legno. Aggiungere il
sale, la farina setacciata, lo zucchero, i tuorli e la scorza di limone.
Mescolare
bene finché il composto non è ben amalgamato e lo zucchero ben sciolto.
Aggiungere
il cioccolato tritato e gli albumi montati a neve ben ferma.
Imburrare
uno stampo a cerniera da 24 cm, spolverarlo di farina e versarci il composto.
Livellare
bene e infornare a forno preriscaldato a 180°per 1 ora.
Sformare
la torta solo a raffreddamento completato.
Facoltativo
spolverare di zucchero a velo.
Si
accompagna divinamente con il Vinsanto.

8 commenti su “Torta di ricotta alla casalinga della Garfagnana interpretata da me”

  1. Architettando in cucina

    Ciao Tatiana, io ho scoperto la Garfagnana da grande, pur essendo toscana, ma la trovo una terra straordinaria con prodotti e piatti tipici meravigliosi.

  2. I dolci Garfagnini sono sempre così ricchi e gustosi…complimenti per la tua ricetta..l'aspetto è meraviglioso!
    la zia Consu

  3. Ciao Sabrina, non conoscevo questa torta ma mi attira moltissimo!
    Sembra anche abbastanza semplice (il che va sempre bene), proverò a farla 🙂
    Mi sono aggiunta ai tuoi follower, visita anche il mio blog se ti va 🙂

  4. Architettando in cucina

    Ciao Valeria, benvenuta, grazie, passerò senz'altro a trovarti!!! Se provi a farla, fammi sapere com'è andata!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *