Paccheri gratinati ripieni di ricotta e spinaci

Oggi paccheri gratinati ripieni di ricotta e spinaci, per tentare i riscaldarsi con un cibo bollente, avvolgente e godurioso. In questi giorni fa un freddo tremendo e nevica anche qui in Toscana. Quando ero bambina non nevicava mai, quindi quando succedeva era un evento speciale. Adesso invece nevica ogni anno ed io soffro tantissimo, perché odio il freddo!

Così oggi preparo questo piatto, che già per la sua preparazione in forno produce un bel tepore nella stanza. Poi il gusto è fantastico, con la besciamella morbida e la crosticina sopra data dalla gratinatura. Un piatto davvero appetitoso.

La gratinatura

La gratinatura è una tecnica di finitura di pietanze già cotte, che ha lo scopo di formare su di essere la famosa “crosticina” sulla superficie delle pietanze, che dona croccantezza ai piatti più vari. Avviene di solito dopo una cottura in forno e si verifica per effetto delle alte temperature. Con temperature superiori a 180°C infatti si verifica la reazione di Maillard, ovvero l’interazione tra le proteine e i carboidrati che determina la crosticina, con i suoi sapori e profumi.

Per ottenere la gratinatura, si cosparge il cibo di particolari ingredienti, ad esempio nel caso di proteine, carne o pesce si aggiungono pangrattato, olio e prezzemolo. Mentre per lasagne, timballi di pasta e altri carboidrati, si aggiungono burro, besciamella o altri grassi proteici, e ricoperta con parmigiano o pangrattato.

Paccheri gratinati ripieni di ricotta e spinaci

Se vi sono piaciuti i paccheri gratinati ripieni di ricotta e spinaci, potreste assaggiare anche le lasagne toscane oppure quelle pesto e zucchine, o le crespelle alla fiorentina.

Paccheri gratinati ripieni di ricotta e spinaci

Sabrina Fattorini
Portata Primi piatti
Cucina Italiana
Porzioni 6 persone

Ingredienti
  

per la pasta

  • 240 g di paccheri

per la farcia:

  • 500 g di ricotta
  • alcuni cucchiaio do olio extra vergine di oliva
  • 300 g di spinaci lessati e strizzati
  • 50 g di Parmigiano Reggiano
  • q.b. di pepe nero
  • q.b. di sale
  • q.b. di noce moscata

per la besciamella:

  • 70 g di burro
  • 70 g di farina
  • 700 g di latte
  • q.b. di sale
  • q.b. di pepe
  • q.b. di noce moscata

per la presentazione del piatto:

  • q.b. di Parmigiano Reggiano
  • alcune foglie di porro

Istruzioni
 

per la pasta

  • Mettere a bollire l’acqua per la pasta, a bollore, salare e buttare  i paccheri. Scolarli molto al dente e distenderli su un canovaccio. Tagliare un porro per lungo e ricavare delle strisce larghe 1 cm circa. Portare a bollore un pentolino con l’acqua, salare e scottare il porro fintanto non si piega con facilità.

per la farcia

  • Con una frusta montare la ricotta e versare l’olio a filo, fino ad ottenere una crema. Strizzare con cura gli spinaci, tritarli finemente ed amalgamarli con la crema di ricotta. Aggiungere il parmigiano, salare, pepare ed aggiungere la noce moscata. Trasferire il composto in una sac a poche.

per la besciamella

  • Mettere in un pentolino il burro farlo sciogliere. Togliere il pentolino dal fuoco e aggiungere la farina in un sol colpo, facendo cuocere il tutto per qualche minuto. Mescolare continuamente ed evitare di farle prendere colore o farla attaccare. Abbiamo così ottenuto quello che i francesi chiamano roux. A questo punto togliere il pentolino dal fuoco e aggiungere al roux il latte caldo o temperatura ambiente, mescolando il tutto con un cucchiaio di legno. Rimettere quindi il pentolino sul fuoco, far cuocere a fiamma bassa finché la salsa comincerà a bollire. Aggiungere un pizzico di sale, il pepe e la noce moscata (abbondante). Far bollire qualche minuto finché non si addensa. Fatto questo la besciamella è pronta.

presentazione del piatto

  • Farcire i paccheri inserendo il ripieno con la sac a poche. In una pirofila da forno, inserire sul fondo qualche cucchiaio di besciamella. Poggiarvi i paccheri farciti e legati con il porro a gruppi di 5-6 a porzione. Irrorarli con la besciamella. Spolverare di Parmigiano grattugiato ed infornare a 200° per 15/20 minuti. Si possono fare anche in cocottine monoporzione. Se si servono nei piatti, si può aggiungere sul fondo del piatto qualche cucchiaio di besciamella.
Paccheri gratinati ripieni di ricotta e spinaci


10 commenti su “Paccheri gratinati ripieni di ricotta e spinaci”

  1. Un piatto veramente stupendo e non solo nell'architettura!!
    Io abito in Calabria, oggi c'è un sole bellissimo, sul lungomare le persone erano in giacca.
    Vuoi passare qualche giorno da me?

  2. Fantastiche….queste a me non basterebbero mai, besciamella, gratin, formaggi, porro, non c'è un sol ingrediente che non ami, i paccheri poi sono talmente versatili e comodi che penso d'averci infilato negli anni "quasi" tutto:))

  3. Architettando in cucina

    Adoro il sud, non solo per il clima, ma anche per il calore della gente e il cibo straordinario … Non tentarmi o parto subito !!! Comunque grazie, molto carino il tuo invito!

  4. Architettando in cucina

    I paccheri mi piacciono tanto e si prestano ad essere riempiti … non ho dubbi che con il tuo estro ti sia sbizzarrita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recipe Rating