pane

I crackers all’acqua faba sono una fantastica preparazione per utilizzare l’acquafaba (è corretto scritto in entrambi i modi!) Sapete cos’è? E’ l’acqua di cottura dei ceci, detta anche “acqua di governo”. La storia dell’acquafaba La scoperta dell’acqua faba in cucina per utilizzi diversi dai brodi è recente. Era il 2014, quando il tenore francese Joel Roessel notò che l’acqua di cottura dei ceci e dei fagioli, nonché dei cuori di palma, aveva una interessante proprietà: diventava mucillaginosa se sbattuta con le fruste elettriche. Insomma si comportava esattamente come gli albumi. Questa bella scoperta la annotò nel suo blog di cucina vegana come potenziale sostituto dell’albume. Non era molto stabile, così […]

Il 17 gennaio per Sant’Antonio, nell’area pratese si celebra il santo con dei panini leggermente dolcificati. I panini di Sant’Antonio, appunto, che in questa giornata per festeggiare il protettore degli animali, venivano distribuiti all’uscita della messa. Erano un modo per augurare ad ognuno, che il pane non mancasse mai. Li ho scoperti per caso Io ho sempre vissuto in area Chianti, pertanto questa usanza pratese mi è sempre risultata estranea. Ma lo scorso anno il 17 gennaio mi trovavo a Prato per un cooking show che si teneva in un supermercato Coop. Accanto alla mia postazione, ce n’era un’altra che vendeva proprio questi panini. Allora mi sono informata e mi

Dall’inizio dell’emergenza corona virus, gli italiani fanno il pane in casa. Se siete tra questi ma non l’avete mai fatto, iniziate dal pane senza impasto. E’ molto facile da fare, perciò se siete dei neofiti è l’ideale. Ho pensato fosse utile una ricetta di pane, visto che molti italiani hanno scoperto adesso la loro vocazione panettiera. In questo periodo è difficile trovare il lievito di birra. Tutti gli italiani, da nord a sud si sono messe a fare il pane in casa? Penso proprio di no. Però nei supermercati, neanche l’ombra di un cubetto! A me è sempre piaciuto fare il pane, ma è più un esercizio di stile che

Dopo un’estate da manicomio, durante la quale ho lavorato come se non ci fosse un domani ed ho abbandonato il mio povero blog, ritorno per la prima prova dell’MTC S-COOL. Cos’è ? E’ la naturale evoluzione dell’MTC, non più con sfide su un tema tra di noi, ma con una vera e propria classe di studenti, dove prima si prepara l’argomento e poi si fa il compito. Sono entrata a far parte della classe con la MysTery choche di giugno ed ora eccomi qui. Il tema è “non si finisce mai di imparare” e quindi torniamo su virtuali “banchi di scuola” partendo dalle basi. Il primo step è il cestino