Roast beef alla senape

Roast beef alla senape

Il roast beef alla senape è il piatto che faccio quando ho fretta , quando ho ospiti all’improvviso, o semplicemente non ho voglia di cucinare. Un piatto velocissimo che accompagnato dalla sua salsa e da una insalata, sia in estate che in inverno, garantisce un ottimo pasto. Nei mesi estivi, è buonissimo da mangiare freddo, quindi utile per essere consumato anche il giorno seguente.

Questa ricetta è una variante del classico roastbeef all’inglese, talmente facile e buona che diventerà un classico anche per voi.

Il roast beef all’inglese

Il roast beef all’inglese è una ricetta che, come si evince dal nome, ha origini anglosassoni. Il termine inglese “roast beef” significa letteralmente “manzo arrostito”. Tradizionalmente veniva preparato allo spiedo utilizzando l’intera lombata di bue e per questo si considerava una portata adatta alle grandi occasioni. Oggi solitamente viene servito come piatto principale e con gli avanzi, si farciscono i panini.

Oggi il piatto ha perso la sua valenza di celebrativa, si prepara in modo più semplice e casalingo al forno o come in questo caso in casseruola, e utilizzando pezzi meno pregiati. Per questo, è diventato un piatto adatto anche alle tavole di tutti i giorni.

In Inghilterra si serve accompagnato dallo Yorkshire pudding,  una pastella con uova, latte e farina cotta al forno, che diventa una volta cotta, una tortina, perfetta per accompagnare piatti di carne o ricchi di intingoli.

La diffusione di questo secondo piatto in Italia risale alla prima metà dell’800, sembra sia arrivato in Italia portato da Mazzini, ma più probabilmente, si sarà diffuso grazie agli inglesi residenti nella penisola, soprattutto in Toscana.

Il roast beef all’inglese ha come tradizione, quella di essere trasformato in panini, se avanza e negli U.S.A. è diventato molto popolare. Il roast beef sandwich è un piatto comune, sia come pranzo portato da casa che mangiato in fast food o ristoranti che lo tengono in carta.

Può essere anche per noi, un buon panino per l’ufficio, semplicemente con pane a vostra scelta, insalata, pomodori affettati, un filo della sua salsa gravy e fette sottili di carne.

Se vi è piaciuto il roast beef alla senape, provate anche una latro piatto di carne facile e versatile come l‘arista alla toscana.

Roast beef alla senape

Roast beef alla senape

Sabrina Fattorini
4 from 1 vote
Portata secondi
Cucina anglosassone
Porzioni 6 persone

Ingredienti
  

Per la carne

  • 1 kg di manzo taglio da roastbeef
  • 2 cucchiai di semi di senape ridotti in polvere
  • q.b. di olio extra vergine di oliva
  • q.b di sale
  • q.b. di pepe appena macinato
  • 1 mazzetto di salvia
  • 2 rametti di rosmarino
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • q.b. di brodo di carne

Per la Salsa Gravy

  • sugo di cottura della carne
  • 1 noce di burro
  • 1 cucchiaio di amido di mais

Istruzioni
 

Per la carne

  • Asciugare bene la carne con la carta da cucina. Legarla accuratamente con lo spago e rotolarla nella senape in polvere, come per fare una panatura. La senape sembra molta, ma non risulterà così presente e lascerà un sapore stupendo sulla carne.
  • Avendo tempo a disposizione, inserirla in una teglia di vetro o ceramica con aglio, salvia e rosmarino e lasciarla marinare un paio d’ore, ma anche tutta la notte. Prima di andare in cottura, rotolare di nuovo la carne nella senape.
  • In una casseruola dai bordi alti appena più grande del pezzo di carne, versare olio fino a coprire il fondo e metterlo a scaldare. Intanto legare aglio, salvia e rosmarino in un mazzetto e inserirlo per profumare l’olio.
  • Quando l’olio è caldo aggiungere la carne e rosolarla da ogni lato, anche sulle cime girandola in verticale. Quando è rosolata bene, bagnarla con il vino e lasciare che evapori a fiamma alta. Quando anche il vino sarà evaporato, anche la carne sarà cotta, ma per sicurezza misurare la temperatura al cuore con un termometro da carne, per adattare la cottura ai propri gusti.
  • A 40 °C la carne è cruda, a 48-55 °C è rosata, a 58-65 °C ben cotta. Avvertenza: il roastbeef troppo cotto diventa duro e di difficile masticazione. La cottura ideale è rosata.
  • A questo punto, toglierla dal tegame, incartarla nell’alluminio e tenerla circa 5 minuti a riposare. Il riposo è essenziale perché la carne rilassa le sue fibre stressate dalla cottura, il taglio viene perfetto e la carne rilascerà i succhi, nell’incarto, invece che nel piatto, dove non sono belli alla vista.
  • Finito il riposo, versare i succhi nella salsa in preparazione e affettare la carne con un coltello affilatissimo, a fettine sottili. Servire accompagnato da un po’ di salsa sopra alla carne e la restante in una salsiera in tavola.

Per la salsa gravy

  • Intanto deglassare il sughetto rimasto nella casseruola con un po’ di brodo bollente. Poi in una ciotolina, miscelare l’amido di mais con un po’ di brodo per evitare che faccia i grumi e quando è diventato un composto liscio unirlo al sugo della carne. Lasciar addensare unire il burro e filtrare per avere una salsa d’accompagnamento perfetta, la salsa gravy.
  • Le gravy si possono insaporire con vini, liquori, succhi di frutta, frutta secca, spezie per dare ogni volta sapori nuovi e diversi alle nostre carni.
Roast beef alla senape

2 commenti su “Roast beef alla senape”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recipe Rating