Pull apart bread al patè di olive nere

Ho scoperto questo pane lo scorso anno in Garfagnana, lo aveva fatto per una lezione di pane Annarita Rossi del blog “Il bosco di alici”. L’ho amato subito, perché è divertente, pratico e buonissimo. Ma come al mio solito, non sono riuscita a rifarlo fino a Natale. Ma anche tra i miei familiari ha avuto tanto di quel successo che l’ho rifatto già molte volte. Quindi oggi per festeggiare la giornata del Pancarré e delle Fette Biscottate per il Calendario del Cibo Italianomi è sembrato l’ideale. Il vantaggio enorme di questo pane è l’essere già affettato, quindi si porta in tavola intero e ognuno stacca la propria fetta. In questo caso, ogni fetta è spalmata di paté di olive ed è gustosissimo come accompagnamento con i salumi, le verdure (specialmente la zucca), con il pesce, la carne, o anche da solo, perché è davvero buonissimo così. E’ fantastico caldo, tiepido e freddo ed è molto facile da fare. Di solito non faccio pane in cassetta, ma per questo ho dovuto fare una eccezione, proprio per la sua bontà. Insomma non vi ho ancora convinto ad andare subito ad impastare?

Ingredienti per uno stampo cm 25 x 11 x 6 h.

Per il pane
  • 375 g di farina 0
  • 10 g di lievito di birra
  • 250 ml di latte parzialmente scremato a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaino di malto
  • 7 g di sale
  • 1 pizzico di zucchero
  • 30 g di burro 
  • 60 g di paté di olive fatto in casa
Per il paté di olive fatto in casa
  • 150 di olive nere (varietà Itrana o di Gaeta) snocciolate in salamoia 
  • 15 g di olio extra vergine di oliva
  • un pizzico di sale

Preparazione

Per il paté di olive
In un frullatore inserire le olive, l’olio ed il sale frullando ad intermittenza fino ad ottenere una crema. Si conserva in un barattolo di vetro con chiusura ermetica, coperto con un filo di olio di oliva, per 10-15 giorni.
Per il pane
Sciogliere il lievito nel latte con lo zucchero e il malto, mescolare e lasciar riposare per qualche minuto. Inserire nella planetaria con il gancio, la farina e aggiungere poco alla volta il latte con il lievito. Quando l’impasto inizia a formarsi, aggiungere il sale e continuare ad impastare fino all’incordatura. Togliere dall’impastatrice (il composto deve essere morbido ed elastico) ed inserirlo in un contenitore chiuso con la pellicola alimentare a lievitare. E’ pronto quando raddoppia il suo volume. A questo punto lavorare la pasta su un piano leggermente infarinato, stenderla con il mattarello in una sfoglia di 5 mm di spessore e spalmarla di paté di olive. Con una rotella taglia pasta, tagliare la sfoglia in rettangoli 6 x 9 cm e sovrapporli con la parte condita verso l’alto. farne una fila e disporla all’interno dello stampo imburrato ed infarinato in verticale. Spennellare con il burro fuso e raffreddato e lasciar raddoppiare all’interno del forno chiuso. Infornare in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti. Sfornare e lasciar raffreddare prima di togliere dallo stampo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *