Pasta al tonno e arancia – San Valentino seconda puntata

Come già annunciato nel post precedente, quest’anno ci siamo inventate un gioco di San Valentino … un piatto dal nostro passato legato ad uno dei nostri fidanzati, mariti, amanti … oggi quello di Patrizia e Leonardo (sempre nomi di fantasia per la privacy!!!)

Patrizia, imprenditrice quarantenne, si candida alla carica di sindaco della propria città e il suo staff organizzativo le prende appuntamento con un fotografo per le immagini della campagna elettorale.
Racconta Patrizia: 
Vado all’appuntamento allo studio del fotografo e mi trovo davanti questo ragazzo … non avrà neanche 30 anni … bello come il sole!!!  E subito penso a come sono vestita, truccata … ansia!!! La prima cosa che mi dice è che dovrò tornare, che ci vorranno diversi incontri!!! Doppia ansia!!! Gli ho fatto una pessima impressione!!! 
Effettivamente ci sono andata tante volte … era pure simpatico da morire, ogni volta mi piaceva di più, ma la campagna elettorale era stressante e non mi sono fatta tante domande. Poi il giorno del ballottaggio … ho perso!!! Ero svuotata, stanca, delusa … appena arrivata a casa mi sono abbandonata ad un pianto liberatorio … e proprio in quel momento, mi arriva un sms … era di Stefano diceva:
“Questa città ha perso una bella occasione … io non vorrei perderla … posso invitarti a cena???” Rispondo solo “Si” 
“Domani sera ore 20,00 … ci incontriamo allo studio!!!”  Rispondo solo “Ok”
Ero lusingata e spaventata dall’invito … ma la cosa che temevo di più era l’idea di andare ad un ristorante in città … non avevo voglia di vedere gente e chiedermi chi di loro non mi aveva voluta!!! Quindi appena prima di entrare gliel’ho detto e lui mi ha assicurato che non aveva intenzione di uscire … e dove si mangia ??? Ma questo, non l’ho detto!!! 
Appena arrivata, lo studio sembrava uno spazio diverso … era tutto molto buio, con luci accese solo in alcuni punti, che illuminavano mie foto mai viste prima, che mi aveva fatto di nascosto … ed erano bellissime … sembravo molto più giovane, più bella … sexy!!! 
Non riuscivo a proferire parola, guardando queste immagini da cui usciva una donna che non sapevo di essere!!! Nel silenzio lui mi è venuto vicino e mi ha detto: “Sono mesi che ti guardo … adesso devo proprio baciarti!!!” E’ iniziata così la nostra storia … 
“Patrizia, ma la cena  non ce la racconti???” 
“Scusate, ma la cena l’abbiamo fatta 4 ore dopo … lui a cucinato questa pasta allo studio dove praticamente viveva … la fa ancora oggi … credo che la sua abilità culinaria finisca lì!!!
Forse la cucina di Leonardo è un po’ scarsa, ma lui è sempre bello, più giovane (ma solo di 5 anni), simpatico, hanno due figli bellissimi e sono ancora innamorati!!! 
Allora mangiamola anche noi questa pasta … secondo me porta bene!!!
La ricetta esattamente come me l’ha data Leonardo!!!


Ingredienti per 2 persone:
  • 160 g di
    mezze maniche o altra pasta corta
  • 100 g di
    tonno sott’olio accuratamente sgocciolato
  • 25 g di
    burro
  • 25 g di farina
  • 250 ml di
    brodo bollente
  • 1  arancia – il succo e scorza
  • 1
    cucchiaino di zenzero in polvere (o un cucchiaino di succo di zenzero fresco
    grattugiato)
  • Alcuni steli
    di erba cipollina


Preparazione:

Mettere
a bollire l’acqua per la pasta e quando bolle salarla e lessare le mezze
maniche.
Mentre la pasta cuoce, preparare la salsa.
In una casseruola fondere il burro, unire la farina e farla dorare
alcuni minuti.
Versarci il brodo bollente, mescolare bene, aggiungere il tonno e
lasciar cuocere la salsa alcuni minuti, finché non si addensa.
Salare e aggiungere lo zenzero.
Intanto pelate la buccia dell’arancia con il pelapatate (sottilissima,
solo la parte colorata) e poi ridurla a filamenti sottilissimi (lasciarne
intatti alcuni per decorare il piatto) e quindi a dadini microscopici.
Spremere il succo dell’arancia ed unirlo alla salsa, insieme alle
scorzette.
Mescolare bene, lasciar ritirare il sughetto un po’.
Appena cotta la pasta scolarla e trasferirla nella casseruola con la salsa
(fuori dal fuoco) e servirla in piatti caldi decorando con le scorzette, l’erba
cipollina tagliata con le forbici (alcuni steli interi) e un po’ di zenzero in
polvere.

2 commenti su “Pasta al tonno e arancia – San Valentino seconda puntata”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *