Petit beurre fatti in casa e sentirsi come Proust

Petit beurre

I petit beurre, li ho sempre mangiati, in particolare da bambina, ovviamente quelli industriali. Ma adesso, non sono una grande consumatrice di biscotti, i figli sono cresciuti, quindi in casa mia non ci sono mai.

Come per proust

Recentemente però, durante un viaggio a Parigi, li ho visti in una boulangerie, erano stati appena sfornati ed ho deciso di acquistarne qualcuno. Appena ho aperto il sacchettino, il profumo del burro, mi ha catturata e il primo morso di quel biscotto, mi ha fatto lo stesso effetto delle madeleines  a Proust: sono stata catapultata nella mia infanzia all’ora di merenda. Quella magica croccantezza si sposava con il tè, che assorbiva lentamente senza sfaldarsi ed un incredibile piacere, misto a struggimento, mi ha sopraffatta. E’ stato un momento magico!
Al ritorno, ho desiderato farli in casa e adesso che il corona virus ci ha costretti tutti alla reclusione domestica, ho deciso di provarli. Devo dire che sono strepitosi: ricetta ineccepibile.

La storia

La storia di questi biscotti, inizia nel 1846 a Nantes, quando Jean-Romain Lefèvre e Pauline-Isabelle Utile, acquisirono la pasticceria di rue Boileau, creando il marchio Lefrevre-Utile (LU). Dopo 36 anni il figlio rilevò l’attività e prese spirazione dai centrini della nonna per realizzare un biscotto. Nasce così il Petite Beurre LU, colui che ha accompagnato le merende ed i tè della mia infanzia.
Per fare i petit beurre in casa vi lascio una ricetta fantastica.

Petit Beurre

Architettando in cucina
Portata Colazione
Cucina Francese
Porzioni 36 biscotti

Ingredienti
  

  • 100 g di zucchero
  • 100 g di burro salato
  • 63 g di acqua
  • 1 g di sale
  • 250 g di farina 00
  • 4 g di lievito per dolci

Istruzioni
 

  • In un pentolino, versare l’acqua, lo zucchero, il sale e il burro. Portare ad ebollizione a fiamma bassa, finché il burro non sia completamente sciolto. Togliere dal fuoco e lasciar riposare per almeno 20 minuti mescolando di tanto in tanto. Intanto setacciare farina e lievito in una ciotola e quando il composto liquido è raffreddato, versarlo sulla farina e mescolare con un cucchiaio fino all’ottenimento di un composto liscio, morbido e omogeneo. Quando il composto avrà acquisito un po’ di consistenza, lavorarlo velocemente con una spatola e stenderlo tra 2 fogli di pellicola. Far riposare in frigo per almeno 3 ore.
  • Non c’è da preoccuparsi se il composto sembra troppo morbido, in frigo il burro si compatterà dando al composto la giusta consistenza.
  • Trascorso il tempo di riposo in frigo, stendere l’impasto a 2 mm e con l’apposito stampino o con un taglia biscotti, ritagliate i biscotti e adagiateli su una teglia da forno ricoperta di carta forno e riposare i biscotti formati almeno 20 minuti in frigo, poi infornarli in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti circa o comunque finché i bordi saranno di un bel colore ambrato e il centro molto chiaro.
  • Sfornarli, farli raffreddare su una griglia e conservarli nel classico barattolo di latta da biscotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *