Anno: 2020

Pappardelle al sugo finto

Le pappardelle al sugo finto sono un piatto della cultura contadina, frutto dell’arte di arrangiarsi e della genialità delle massaie che dovevano cucinare per molte persone con poche materie prime. Inoltre, dovevano anche rendere appetitosi i piatti quotidiani realizzati solo con verdure e cereali, dato che la carne si riservava alle occasioni speciali. La cucina toscana tradizionale, è una cucina povera, ma con piatti davvero gustosi, perché frutto della sapienza antica di esaltare le materie prime a disposizione. Perciò queste pappardelle sono così buone e sono da fare adesso, in piena estate, quando i pomodori e le verdure dell’orto sono al meglio. La piena maturazione dei prodotti, infatti dona un …

Pappardelle al sugo finto Leggi tutto »

Pomodori ripieni di riso alla romana

I pomodori ripieni di riso alla romana, sono un piatto tipico della cucina estiva capitolina e si trovano in tutte le rosticcerie della città e in molti ristoranti. In realtà si cucinano molto anche nelle famiglie romane, anche perché, sono facili da fare e molto gustosi. Sono leggeri e costituiscono un piatto unico davvero indicato per l’estate. Sono anche senza glutine e adatti ai vegetariani e vegani. Di solito piacciono anche ai bambini, così diventano un piatto adatto ad accontentare tutti i gusti. A differenza di altre verdure ripiene, questi pomodori non richiedono alcuna precottura. Il riso viene fatto riposare per una mezz’oretta nella polpa di pomodoro, poi con questo …

Pomodori ripieni di riso alla romana Leggi tutto »

Ghiaccioli al Mojito per il club del 27

Il caldo è già tropicale e siamo solo alla fine di giugno, quindi l’idea di preparare dei ghiaccioli al Mojito per il Club del 27 mi è piaciuta subito. Il tema di questo mese è stato proprio questo, il ghiacciolo: un momento di dolce refrigerio, dissetante e rinfrescante. L’invenzione del ghiacciolo Come molti piatti della cucina di tutto il mondo, l’invenzione del ghiacciolo fu del tutto casuale e fu fatta nel 1905 da un bambino di 11 anni Frank Epperson di Okland, che in inverno lasciò fuori dal davanzale, un bicchiere di acqua e soda con dentro il bastoncino che aveva usato per mescolarle. Il giorno dopo, facendo scongelare leggermente …

Ghiaccioli al Mojito per il club del 27 Leggi tutto »

Confettura di ciliegie

La confettura di ciliegie, il modo forse più banale, ma buonissimo di conservare l’enorme quantità di ciliegie che riesce a produrre l’albero di mio zio e che naturalmente maturano tutte insieme. la ciliegia La ciliegia è un frutto di origine asiatica, dell’area fra il Mar Caspio e il Mar Nero, che si è diffusa in Egitto sin dal VII secolo a.C., poi in Grecia e quindi in Italia. Plutarco, Plinio il Vecchio e Columella attribuiscono il merito dell’arrivo della ciliegia in Italia al console romano Lucullo che, di ritorno da una campagna militare contro Mitridate, probabilmente la portò da Cerasonta, cittadina greca dell’Asia Minore. Per questo motivo i Romani la definirono Cerasus, …

Confettura di ciliegie Leggi tutto »

Flan parisien di Karim Bourgi senza uova, poesia pura

Amo invece la pasticceria francese, quella di tutti i giorni, le crepes, le bignè e in pole position, lui il Flan Parisien: un semplice guscio di pasta brisée, riempito di una morbida crema alla vaniglia, di consistenza leggermente “budinosa”. La pasta brisée croccante e l’interno morbido e scioglievole, sono un insieme magico e godurioso. L’ho assaggiato in mille posti, in piccole fantastiche varianti di una tradizione forte ed identitaria, ma solo una volta ne ho mangiato uno, leggermente diverso, ma con un’armonia ed un equilibrio che ancora ricordo. La differenza con gli altri era già nell’estetica: la crema era bianco latte, non gialla come al solito. Questo mi incuriosì subito, …

Flan parisien di Karim Bourgi senza uova, poesia pura Leggi tutto »

Fiori di zucca ripieni e fritti

Oggi è la giornata dei fiori di zucca per il Calendario del Cibo Italiano e quale miglior modo di festeggiarla se non fare i fiori di zucca fritti? I fiori di zucca  sono colorati, poco calorici e si prestano moltissimo alla realizzazione di antipasti e finger food davvero gustosi. Tempo fa ne ho preparata una versione in forno (la ricetta la trovate qui), ma come dice il proverbio “fritta è buona anche una scarpa”, figuriamoci i fiori di zucca, se poi volete proprio esagerare, inserite all’interno della ricotta freschissima ed un filetto d’acciuga. Fatti così diventano un piatto irresistibile!