La mia Victoria Sponge Cake con Chocolate Cream Cheese Frosting per il Club del 27

 
Oggi svelerò non solo la ricetta di questa bella tortina, ma anche il significato del nuovo banner che è apparso sul lato destro del blog, qualche giorno fa. Cos’è il CLUB DEL 27? A partire da questa, ogni 27 del mese, rifaremo le ricette del TEMA DEL MESE dell’MTC: perché durante la sfida, ognuno di noi si occupa della sfida e basta. Ma ogni gara è piena di ricette collaterali che sul sito MTC, vengono spiegate bene, ma che poi, non abbiamo la possibilità di provare subito e rischiano di essere dimenticate. Per non farle cadere nell’oblio la mente malata vulcanica della Van Pelt, si è inventata il CLUB DEL 27 e noi più malate di lei, non abbiamo perso tempo, ed abbiamo aderito in massa. Quindi da oggi in poi segnatevi questa data. Oggi quindi daremo inizio alle danze, occupandoci del Tema Del Mese dedicato alla RED VELVET e per estensione a tutte le torte a strati di origine inglese ed americana.

banner a cura di Francesca Carloni

Se siete interessati all’argomento, ci sono già alcune ricette nel blog: l’Angel Cake, la Cherry Cake, la Whipped Cream Cake, Hot Milk Sponge Cake, tutte da provare.

La Victoria Sponge Cake, nasce per il rito del tè delle cinque, inventato da Anna duchessa di Bedford (1788-1861) dama di compagnia della Regina Vittoria. Fu talmente amato dalla corte e dagli ospiti, questo spuntino pomeridiano, da diventare presto un’istituzione per tutta l’Inghilterra. La Regina pretese abiti da cerimonia e alla sua torta preferita, venne dato il suo nome o Torta- Sandwich per la golosa farcitura che raccoglieva tra i suoi due strati. Quindi era una torta piuttosto semplice: infatti la ferrea Regina, non era tipo da indulgere in mollezze e romanticherie di torte romantiche ed infiocchettate.

Risultati immagini per regina victoria

Ma suo malgrado la Victoria Sponge Cake diventerà una delle torte di base del Cake Design o Sugar Art di origine americana. Negli anni ’90 del secolo scorso, infatti, si diffonde in Canada e negli Stati Uniti, la moda del Cake design, grazie anche a programmi e personaggi televisivi come “Buddy , il boss delle torte“. Questa moda, ancora molto in auge, non nasce di colpo negli anni ’90, ma è una elaborazione che viene da molto lontano.

Risultati immagini per il boss delle torte

Lo zucchero come derivato della canna, fu portato in Europa nel Cinquecento dalle Americhe, ma già nel 1200, Federico II, fa impiantare barbabietole da zucchero in Sicilia. Questo ortaggio si diffuse presto, ma il costo dello zucchero era altissimo per il popolo e facilmente sostituibile con miele e altri dolcificanti. Bisogna attendere il 1700 per avere lo zucchero come ingrediente fondamentale della pasticceria, quando lo chef francese Francois Massialot, nel suo libro “Le nouveau cuisinier royal et bourgeois, ou cuisinier moderne”, indica per la prima volta come realizzare un fiore di zucchero. Nel 1800, Marie-Antoine Careme, fu il primo a decorare le sue torte con la pasta di zucchero ed a fare maestose presentazioni. Con l’avvento della Rivoluzione Industriale, il prezzo dello zucchero comincia a scendere e diventa abbordabile anche per i ceti più bassi. Così comincia a svilupparsi l’uso della pasta di zucchero, complice la sua malleabilità e facilità di colorazione, anche in ambiti meno elitari e diventa oggi di uso comune anche da parte di non professionisti.

Risultati immagini per torte di Marie-Antoine Careme

Io non amo la pasta di zucchero, sia come sapore che come decorazione: detesto il concetto di “buttare la decorazione”. Ma d’altra parte, la pasta di zucchero non ce la faccio a mangiarla: per me è troppo. Quindi, impegnarmi a fare cose che richiedono tante ore di lavoro che poi vengono buttate, mi disturba alquanto. Allora per la mia Victoria Sponge Cake, non faccio la farcitura classica, ma nemmeno la rivesto di pasta di zucchero, ma la farcisco e la decoro con un frosting, cioè una crema a base di formaggio spalmabile.
Quando ho fatto questa torta, nella ricetta non era indicato il formato della teglia. Mi sembrava tanta quantità, così ho optato per uno stampo da 24 cm. Il risultato è stata una torta che sembrava un pan di Spagna basso ed al pensiero di dividerla, mi sembrava di rovinarla ulteriormente. Perciò ho pensato di copparla con un anello da 11 cm, ne ho fatti 3 strati, li ho farciti ed ho rivestito il tutto.
Il giorno seguente (giovedì 23 febbraio) era il compleanno di mia sorella, così ho fatto anche una decorazione di fiori freschi e l’ho consegnata alla festeggiata. La quale tra l’altro non se lo aspettava perché i festeggiamenti ufficiali sono stati fatti sabato 25, in pompa magna e con una super torta a piani che pubblicherò nei prossimi giorni.

Ingredienti per una torta diametro 18/20 cm 

per la torta
  • 4 uova
  • Burro (lo stesso peso delle uova)
  • Zucchero (lo stesso peso delle uova)
  • Farina (lo stesso peso delle uova)
  • 8 g di lievito
per il frosting
  • 140 g di burro ammorbidito
  • 200 g di formaggio spalmabile (tipo Philadelphia)
  • 400 g di zucchero a velo
  • un pizzico di sale fino
  • 120 g di cioccolato fondente al 70%
per la decorazione

  • fiori freschi e foglie

Preparazione

per la torta

Preriscaldare il forno a 180°. Sbattere lo zucchero ed il burro fino ad ottenere un composto morbio e cremoso. Sbattere le uova a parte ed aggiungerle al composto di burro e zucchero, poco alla volta, altrimenti la crema può impazzire. Nel caso cominciasse a dividersi, aggiungere un po’ di farina. Setacciare farina e lievito insieme ed incorporarlo all’impasto con un cucchiaio di metallo. Dividere il composto in 2 teglie precedentemente imburrate ed infarinate e cuocere in forno per circa 20/25 minuti, controllare comunque con la prova dello stecchino. Lasciar raffreddare direttamente nella teglia.
per la farcia e la copertura

Nella ciotola della planetaria, munita di foglia, montare il burro fino a renderlo morbido. Aggiungere il formaggio spalmabile ed amalgamare. Aggiungere quindi lo zucchero a velo setacciato ed il sale. Montare fino ad ottenere un composto liscio e ben amalgamato. Fondere il cioccolato a bagno maria o nel micro-onde ed aggiungerlo al composto, amalgamandolo bene. In questa fase se il tutto fosse troppo liquido può essere addensato aggiungendo zucchero a velo, un cucchiaio alla volta. Non montare troppo il composto. Il frosting può essere preparato anche il giorno prima e conservato in frigo in un contenitore ermetico. Prima dell’uso, lasciarlo ammorbidire a temperatura ambiente.

Composizione della torta

Una volta raffreddate le torte, ritagliare una piccola fetta per pareggiare eventuali imperfezioni. Su un piatto da portata, posizionare la prima torta, cospargerla con 1/3 della crema, spalmandola in modo uniforme su tutta la superficie e mettere sopra la seconda torta. Coprire con il restante frosting, prima la superficie, spalmandola dal centro verso i bordi e giù per i lati. Passare con la spatola perpendicolare al lato della torta per rendere la copertura più liscia ed uniforme possibile. Decorare con fiori e foglie fresche.

L’interno della torta.

L’avevo pensata così:

Ma mia sorella l’ha preferita così:

40 commenti su “La mia Victoria Sponge Cake con Chocolate Cream Cheese Frosting per il Club del 27”

  1. Certo sua maestà era bella rotondetta, chissà quante delizie poteva gustare. Molto interessante la tua introduzione ?
    La torta è bellissima!!!! Tanti auguri a tua sorella ?

  2. Bellissimaaaaa…La decorazione con i fiori è delicata ed elegante….Se fossi tua sorella festeggerei tutti i giorni per gustare le tue bontà ??????

  3. Alice - Panelibrienuvole

    Molto bello il post sulle torte decorate! Anche io non amo la pasta di zucchero e odio dover buttare qualcosa…quindi concordo sulla tua farcitura! Ora aspetto curiosa la torta a piani però 😀

  4. Architettando in cucina

    Grazie Simo, credo che sia importante capire come nascono certe cose e non darle per scontate. Sono felice che ti sia piaciuta. Grazie anche da parte di mia sorella!

  5. Architettando in cucina

    Zitta, zitta! Che già così ad ogni festeggiamento di famiglia vengo coinvolta. E noi siamo una grande famiglia in più allargata!

  6. Architettando in cucina

    Ciao Alice, nei prossimi giorni la pubblico. Certo che scrivere il post è più lungo che fare la torta… Un abbraccione!

  7. Architettando in cucina

    Guarda Elisa che la decorazione con i fiori è molto facile. Basta solo fare delle prove e poi, ti affidi al tuo gusto! Un abbraccio!

  8. anch'io voglio una sorella come te! non 1 ma ben 2 torte per il suo compleanno! a me invece è toccato un fratello che si ricorda di farmi gli auguri solo perché siamo gemelli ahahah 😉

  9. Architettando in cucina

    Se vuoi ti adotto come sorella! Comunque per tuo fratello è una fortuna che siate gemelli, almeno non si dimentica il tuo compleanno e non fa brutte figure!!!

  10. MA che bella, Sabrina, la torta sviluppata in altezza e la sua decorazione! si vede che sei architetto!! E tanti auguri alla tua fortunata sorellina!

  11. Sempre l'eleganza regna da te!
    Sai, pure io non amo la pasta da zucchero, perciò la tua "Victoria" vince i miei gusti!! Perfetta! Tua sorella può andarne fiera di te e tu della tua torta!
    besos

  12. Architettando in cucina

    Ciao Gaia, mia sorella non ha mai ricevuto tanti auguri come quest'anno. Comunque grazie anche da parte sua ed un bacione a te!

  13. amo il gusto con cui fai tutto! Essenziale, pulito, a volte minimalista. Bella la tua torta, immagino sia stata molto apprezzata! Non ho una sorella che mi faccia torte come queste, quel ruolo ce l'ho io.
    Mi sa che ti chiedo di adottarmi a sorella!

    Un bacio Sabri, e un abbraccio. Se passi da queste parti fischia.

  14. Architettando in cucina

    Ciao Giuliana, ti adotto subito! Sarei onorata di avere una super sorella come te. Tranne che durante l'MTC, in quelle occasioni saremmo comunque rivali!!! Ah!Ah!Ah! Lo stesso vale per te se vieni in Toscana!!!

  15. Anch'io non amo le torte con la pasta di zucchero, ma la tua con quel frosting al cioccolato è tutta un'altra cosa, comlimenti anche per la decorazione, davvero raffinata!bacio!

  16. Architettando in cucina

    Grazie, devo dire che sul gusto è tutt'altra cosa il frosting, rispetto alla pasta di zucchero. Adoro i fiori freschi, li trovo bellissimi sulle torte!

  17. Il vestito a festa della tua torta, per altro per festeggiare una data importante che a me tocca a Luglio, la rende, come al solito quando si tratta di te, un gioiello meraviglioso. Bravissima, ma lo sai già.

  18. Architettando in cucina

    Grazie Valentina, anch'io sono nata a luglio e le torte per i nostri compleanni sono effettivamente un po' più problematiche. Ma qualcosa ci inventeremo!!! Grazie comunque dei complimenti!!!

  19. Cioè, fammi capire, hai fatto la torta e l'hai consegnata, punto? Senza neanche assaggiarla? Non ce l'avrei fatta con questa crema goduriosa da paura. Che sfiga essere figlie uniche!!!
    Cmq, in caso riuscissi a trovare la strada di casa mia, io tra 8 gg compio gli anni e non ho una sorellina tanto graziosa che mi pensa.
    Intanto ti abbraccio, mi manchi un sacco.

  20. Architettando in cucina

    Ciao Chiara, mi manchi anche tu! Bisogna organizzare qualche altra gita, workshop o qualche altra cosa per vedersi. Se passo dalle tue parti, gira gira prima o poi ti trovo, ma non ce la farò per il tuo compleanno. Però bisogna davvero organizzarci e vedersi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.