Spezzatino di maiale con prugne e mele

L’altro giorno parlavo con una mia amica del Natale, di come lo passeremo, io a casa (in campagna), lei in montagna nella loro casa, quindi sarà un pranzo in famiglia, ma sicuramente non formale o elegante, per entrambe.
Mi diceva che era in difficoltà perché per lei il pranzo di Natale voleva dire tavola apparecchiata in modo ineccepibile con cibo raffinato e abiti eleganti, mentre quest’anno la prospettiva era tuta da sci, tovaglia a quadretti e stinco di maiale.
Anche per me non sarà facile, perché in campagna non ho la mia attrezzatura da cucina, i piatti ed i bicchieri che vorrei… ma non ho intenzione di fare il trasloco di casa per un giorno … per cui entrambe ci dovremo arrangiare.
“Però forse, se faccio un menu più particolare … più da montagna, ma raffinato … uno dei tuoi spezzatini fantastici, così lo preparo prima … si cucina da solo … lo impiatto bene … ce l’hai uno non troppo toscano … uno che faccia più Trentino (nda: in effetti il peposo dell’Impruneta mangiato a Selva di Val Gardena, fa un po’ ridere!!!)”
“Sei fortunata, ne ho fatto uno proprio domenica scorsa, buonissimo!!! Puoi impiattarlo così (mostro le foto) che te ne pare???”
“Sei il mio angelo custode!!!” … “No!!! Sei tu che sei un’amica!!!”
Così eccomi a postare questo spezzatino, che in realtà ho servito a vassoio al pranzo con gli amici di Milano, poi l’ho fotografato per il blog … un piatto da miracolo!!! 
Eh!!! Sì!!! Per alcuni secondi sono stata un angelo!!! 


Ingredienti:
  • 1 kg di
    spezzatino di maiale
  • 1 costa di
    sedano
  • 1 cipolla
  • 1 carota
  • Olio extra
    vergine di oliva
  • Alcune foglie di salvia 
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 foglia di alloro 
  • 1 bicchiere
    di birra
  • 1 mestolo di brodo (se occorre)
  • Sale
  • Pepe
  • 12 prugne
    secche
  • 2 mele

Preparazione:
Tritare finemente sedano, cipolla e
carota e farli rosolare bene in una casseruola con olio extra vergine di oliva.
Aggiungere poi la carne tagliata a
dadini 2×2 cm e rosolare anche questa insieme ad alcune foglie di salvia, un rametto di rosmarino e una foglia di alloro.
Bagnare con la birra e farla
evaporare.
Unire le prugne tagliate a dadini,
salare e pepare e far insaporire bene.
Portare a cottura, aggiungendo il brodo se necessario.
Quando la carne è cotta aggiungere
le mele sbucciate e tagliate a dadini, cuocere altri 5/10 minuti (il tempo di far cuocere bene le mele), aggiustare di sale e pepe e lo spezzatino
è pronto.

Nota: lo spezzatino di maiale, così come quello di manzo o vitello, deve essere una carne che ha al suo interno del tessuto connettivo, che nelle cotture lunghe gelifica, dando al piatto cremosità e morbidezza. In particolare quello di maiale, che cuoce più velocemente, non può essere composto di sola carne magra, altrimenti resterà duro e stopposo. Fatevi dare dal vostro macellaio di fiducia la carne adatta. E’ un piatto che si presta molto ad essere preparato in anticipo, ma occorre fare attenzione alla cottura:  il primo giorno spegnere tutto con la carne “quasi” cotta, leggermente indietro, prima di mettere le mele. Il giorno seguente, portare lo spezzatino ad ebollizione, aggiungere le mele e finire la cottura. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *