Tagliatelle gamberoni e carciofi – ricetta light

Primavera un po’ strana, ma è arrivata!!! Temperature finalmente miti, ponti e vacanze in arrivo … prova costume più vicina … sono circondata da persone che sono a dieta!
Allora dato che comunque mangiare leggero fa bene a tutti, vi posterò un po’ di piatti adatti a diete ipocaloriche, ma molto molto buoni!
Infatti, in ogni dieta, la cosa fondamentale è mangiare bene! Stare a dieta non vuol dire mangiare cose tristi, insapori ed incolori, vuol solo dire bilanciare entrate ed uscite!
Quindi muoversi un po’ di più … con la bella stagione è anche più facile !!! E poi piatti leggeri, colorati e gustosi!!! Ce la possiamo fare … senza stress e continuando a goderci la tavola!!!
Cominciamo con un meraviglioso piatto di pesce, con verdure di stagione e tagliatelle all’uovo di altissima qualità Filotea (la pasta artigianale marchigiana realizzata con semola di grano duro ed uova fresche essiccata lentamente e a basse temperature). 
Non vi sembra questo un bellissimo inizio per la nostra dieta???


Ingredienti
per 4 persone:
  • 250 g di
    Tagliatelle all’uovo Filotea  (236 calorie a persona)
  • 12
    gamberoni (circa 600 g)
  • 1
    aglietto fresco (tutto intero se piccolo altrimenti metà, ma comprensivo
    di foglie)
  • Olio
    extra vergine di oliva  (40 g per cuocere i gamberi + 1 cucchiaio per i carciofi)
  • Sale
  • Pepe
  • 2
    carciofi (circa 200 g – 9 calorie a persona)
  • 1/2 limone
  • Alcune foglie
    di prezzemolo
Preparazione :
Mettere a bollire una grossa pentola di acqua.
Intanto pulire 8 gamberoni, togliendo testa, intestino e carapace.
Tagliarli in 2/3 pezzi. Gli altri 4 lavarli bene, togliere l’intestino e
lasciare testa e carapace.
In una grande padella, capace di contenere anche la pasta, soffriggere delicatamente
l’aglio fresco dopo averlo ripulito dalle radici e dalle foglie brutte e
tritato finemente.
Unire i gamberi sgusciati e  interi e
farli andare a fuoco vivo 1 minuto, girarli, cuocere ancora 1 minuto,
aggiustare di sale e pepe e spegnere la fiamma. 
(Gamberi cotti 211 calorie a persona)
Pulire i carciofi, tagliarli a julienne e metterli a bagno in una bacinella
piena di acqua con il succo di 1/2 limone.
(Carciofi cotti 9 calorie a persona)
In una casseruolina con 2 cucchiai di olio e un pezzettino di aglio fresco
tritato finemente, far cuocere i carciofi (aiutandosi con 1 mestolino di acqua
bollente) lasciandoli croccanti. Aggiustare di sale e pepe.
Appena l’acqua bolle, salarla, e alla ripresa del bollore buttare le
tagliatelle.
Lasciarle cuocere 3 minuti poi scolarle con il leva spaghetti e conservare
un po’ di acqua di cottura.
(Tagliatelle 236 calorie a persona)
Mettere le tagliatelle nella padella insieme ai gamberi, unire quasi tutti
i carciofi, (lasciandone alcuni per la decorazione dei piatti) con un mestolino
di acqua di cottura, saltare accuratamente e servire.
Impiattare in piatti caldi le tagliatelle, contornate dai carciofi,da un
gamberone intero e spolverate di prezzemolo tritato.

Totale calorie per porzione 447 di un meraviglioso piatto unico che potrete completare con una insalata o una coppetta di fragole con una spruzzata di limone (100 g solo 30 calorie).

 

18 commenti su “Tagliatelle gamberoni e carciofi – ricetta light”

  1. Fare una dieta con questi piatti è un vero piacere!!! Complimenti 😀
    Sono allergica ai carciofi che ne pensi se li sostituisco con le zucchine??!!
    Grazie <3
    la zia Consu
    ps: le tue presentazioni sono sempre d'effetto ^.^

  2. Architettando in cucina

    Ciao Consuelo, grazie per i complimenti!!! Puoi sostituire con zucchine, asparagi, spinaci freschi, bietole … sono comunque buonissimi!!!

  3. Idee nel Gusto 2

    Ma che bello il tuo blog ..mi ha incuriosito il nome….e poi che ricette ..mi unisco ai tuoi followers ….piacere di conoscerti e complimenti per i tuoi piatti e per le foto!Ciao e buona serata Lia

  4. Cara Sabrina, adesso faccio il serio: ma cosa intendi per aglietto fresco? La piantina intera (che deve avere anche le foglie) o che? Io però ho solo gli spicchi d'aglio e non le piantine: come faccio?

  5. Architettando in cucina

    Ciao Andrea, ti invio una foto alla tua mail, ma non è altro che la pianta dell'aglio comprensiva delle foglie, raccolta per il consumo fresco. L'aglio che trovi tutto l'anno è la stessa pianta essiccata per essere conservata a lungo. Spero di essere stata chiara, comunque è un prodotto di stagione, lo trovi da qualunque ortolano!Un bacione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *