giovedì 25 gennaio 2018

Crêpe alla banana, crema al caramello salato, chantilly gelata al caffè e "sorprendimi"


"Allora, sorprendimi!" Glielo dissi così, con  piglio deciso e l'aria di sfida. Non sembravano parole d'amore, ma una vera e propria dichiarazione di guerra, ulteriore sintomo di un rapporto che non funzionava più, ma che nessuno dei due voleva chiudere. Oggi so il perché. Lasciarsi sarebbe stato come avere un buco nero nella vita, un vuoto che niente e nessuno poteva colmare: nella mia, ma anche nella sua. Non potevamo stare insieme, ma neanche troppo divisi. 
E lui come al solito fece una mossa da maestro. Il giorno dopo mi fece recapitare un pacchetto che conteneva un IPOD con in memoria un'unica canzone: "Sorprendimi" degli Stadio.


Ed un biglietto: "Adesso, sorprendimi tu, accettando il mio invito. Accompagnami a mangiare una crêpe come si deve".
Era un invito per alcuni giorni a Parigi, lui era il grande amore della mia vita, ma anche l'uomo che mi aveva fatto più soffrire in assoluto. E, dettaglio non del tutto insignificante, ero sposata con un altro ed avevo due bimbi piccolissimi.
Partire con lui non sarebbe stata una scappatella, ma la decisione definitiva di stare finalmente insieme. Non me la sono sentita: troppe volte ero stata delusa, tradita, ferita.
Ho inviato un biglietto: "Ti sorprenderò moltissimo con queste parole: non cercarmi più"
Sono passati più di 15 anni, ho lasciato mio marito per un altro (il mio attuale fidanzato) che amo moltissimo, eppure fare una crêpe al caramello, ancora oggi, mi suscita intense emozioni.


Questa ricetta, proviene dal nostro bellissimo libro "Crepes is the new black" ed è di Silvia Zanetti del blog "Officina golosa". L'ho replicata, facendo una modifica, perché la panna non mi fa impazzire. Ho provato a passarla dal congelatore per trasformarla in una specie di gelato. Mi è piaciuta molto. Il gusto è davvero speciale, in più la freschezza della panna, non la fa percepire come una massa grassa. 

per le crepes (18 pezzi) diametro 15 cm
  • 250 g di farina
  • 500 ml di latte
  • 3 uova
  • 1 pizzico di sale
  • 30 g di burro
per la crema al caramello salato
  • 160 g di zucchero
  • 250 g di panna fresca
  • 50 g di burro salato
  • 1 pizzico generoso di sale fino
  • sale grosso della Camargue per decorare
per la chantilly gelata al caffè
  • 150 g di panna fresca
  • 1 cucchiaino di caffè solubile
  • 2 cucchiaini di zucchero rasi
per farcire
  • 4 banane grandi circa 1 kg di prodotto (circa 50 g di polpa per ogni crepe)


Preparazione:


per le crepes (18 pezzi) diametro 15 cm
Fondere il burro al micro-onde e farlo raffreddare. Sgusciare le uova in una ciotola e sbatterle leggermente con la forchetta. Setacciare la farina ed incorporarla con un cucchiaio in modo da ottenere una pastella densa e senza grumi. Unire poi il latte, poco alla volta, mescolando bene con la frusta, fino ad ottenere una pastella liscia. Aggiungere il sale ed il burro fuso raffreddato a temperatura ambiente. Far riposare in frigo coperta con pellicola per un'oretta almeno. Togliere la pastella dal frigo e procedere alla cottura. Scaldare la padella a calore moderato e quando è diventata rovente, ungerla leggermente con burro. Versarvi un mestolino di pastella (circa 30 ml) e ruotare subito la padella fuori dal fuoco, in modo che il composto, si allarghi uniformemente sul fondo. Far rapprendere un minuto o due. Appena la crêpe si staccherà dai bordi, girarla e e terminare la cottura. Farla scivolare su un piatto e cuocere la seconda, senza imburrare.  Man mano che le crêpes sono cotte vanno impilate una sull'altra.



per la crema al caramello salato
Versare lo zucchero in una casseruolina con il fondo spesso e farlo sciogliere sul fuoco a fiamma bassissima, vigilando con attenzione, ma senza mescolare. Potrebbe invece essere utile movimentare la casseruola, molto delicatamente per consentire la cottura omogenea dello zucchero. Quando si sarà formato un bel caramello dorato, togliere dal fuoco e unire tutto il burro, amalgamando con la frusta. Scaldare la panna fino quasi al bollore, poi unirla al caramello, poca alla volta, rimettendo la casseruolina sul fuoco e mescolando continuamente. Il composto schiuma e tende a separarsi, ma continuando a mescolare, si trasformerà in una bella crema setosa. Unire il sale, mescolare bene e passare al frullatore ad immersione per aumentare la sensazione di "velluto" della salsa.
Invasare a caldo in un vasetto in vetro sterilizzato e asciutto e far raffreddare a temperatura ambiente.


per la chantilly gelata al caffè
Riscaldare la panna al micro-onde, per qualche secondo o sul fornello senza farla bollire. Scioglierci il caffè solubile e lasciar raffreddare. Montare la panna al caffè, aggiungendo lo zucchero verso la fine e far riposare in congelatore almeno 2 ore. Lavorare velocemente perché ovviamente tende a sciogliersi.



Il piatto
In un piatto di servizio, distendere una crêpe, farcirne metà con circa 50 g di banana a fettine, nappare con la salsa al caramello salato e chiudere a libro. Decorare con una quenelle di panna al caffè e servire.
Si può decorare la crêpe con un pizzico di sale della Camargue.




Nessun commento:

Posta un commento