venerdì 27 ottobre 2017

I miei pasteis de nata per il club del 27


I Pasteis de Nata o  Pasteis de Belém, sono i dolcetti tipici di Lisbona, a base di pasta sfoglia e di una crema all’uovo aromatizzata alla cannella che prendono il nome da una delle zone più belle della città, dove si trova anche il Monastero dos Jeronimos. In passato, narra una leggenda, accanto al monastero c'era una raffineria di zucchero con un negozietto. Con la rivoluzione liberale del 1820, tutti i monasteri vennero chiusi e le monache per sopravvivere iniziarono a vendere dolcetti ai passanti, gli stessi che vengono venduti ancora oggi.
La ricetta tradizionale dei pasteis venne successivamente acquistata da Domingo Rafael Alves, un uomo d’affari che inizierò a produrre pasteis nel suo negozietto (Confeitaria de Belém) nelle vicinanze del monastero. Il negozio oggi conosciuto come Pasteis de Belém continua a produrre i pasteis esattamente come venivano fatti quasi 200 anni fa, con la ricetta segreta e ben custodita.
 Nel 1911 Alves registrò anche il nome “Pasteis de Belem” in modo che i clienti sapessero quando stavano mangiando un pasteis autentico. Tutti i dolcetti prodotti al di fuori della Pasteis de Belém, vennero e sono tutt’oggi chiamati Pasteis de Nata (Pasticcini alla crema).
Quindi per il CLUB DEL 27, con argomento la sfoglia, ho deciso di provarli, anche perché la sfoglia di Massari, l'ho fatta per l'MTC e me n'è avanzato un pezzetto, giusto per provare questi "pasticcini".


Questo è il bellissimo banner per l'occasione


 Ingredienti per 12 pasteis 

  •  400 g di sfoglia all’italiana 
  •  4 tuorli grandi 
  •  250 ml di panna 
  •  250 ml di latte 
  •  150 g di zucchero semolato 
  •  la scorza di un limone non trattato grattugiato 
  •  40 g di amido di mais
  •  1 pizzico di sale 
  •  1 cucchiaino di cannella in polvere 
  • Zucchero a velo e cannella in polvere per rifinire (facoltativo)

Per la sfoglia classica all’italiana di Iginio Massari : 


per il panetto
  • 350 g di burro
  • 150 g di farina 00
per il pastello
  • 350 g di farina 00 W300
  • 150 g di burro
  • 20 g di sale
  • 10 g di malto
  • 50 g di acqua fredda
  • 60 g di vino bianco secco 

Procedimento

per la pasta sfoglia 

per la crema
Mentre la pasta sfoglia riposa in frigo, preparare la crema.
Portare ad ebollizione la panna con la scorza di limone ed un pizzico di sale, in un pentolino dal fondo spesso. Togliere dal fuoco e lasciare in infusione per almeno 30 minuti. In una ciotola unire l'amido di mais con la cannella e lo zucchero, aggiungere 4 tuorli e amalgamare bene. Versare il latte a filo, mescolare, quindi aggiungere alla panna filtrata e far cuocere a fiamma bassa fino ad ottenere una crema morbida, evitare di farla addensare troppo. Togliere dal fuoco e far raffreddare. 


per i pasteis 
Stendere la pasta sfoglia in un rettangolo quindi arrotolatelo sul lato corto. Tagliarlo in 12 rotolini larghi c.ca 2/3 cm e di circa 30 g. Imburrare ed infarinare uno stampo per muffin e posizionare il rotolino di sfoglia in senso orizzontale. Con il pollice schiacciare al centro degli stampi e stendere la pasta facendola aderire ai lati. In pratica, con questo sistema si deve rivestire tutto lo stampino, anche sul bordo.
Mettere in frigo per 15 minuti. Quando la crema è fredda, riempire i gusci di sfoglia fino all’orlo e mettere in forno preriscaldato a 230° per circa 20 minuti. Fare raffreddare su una griglia. Servire tiepidi o freddi e magari se graditi, spolverati di zucchero e cannella.

Con questa ricetta partecipo al CLUB DEL 27 di ottobre 

8 commenti:

  1. Sapessi cosa darei per averne qui un paio di queste pasteis ... io le adoro. brava

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono davvero buoni! A casa mia sono spariti in un attimo!!!

      Elimina
  2. Un dolce più buono e bello drll’altro, bravissime tutte 👏

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sonia, questo 27 abbiamo sfornato un sacco di dolcetti davvero buoni

      Elimina
  3. buonissimi e anche molto belli :)

    RispondiElimina
  4. anche io li ho fatti per il Club, sono buonissimi!

    RispondiElimina