venerdì 6 novembre 2015

Pappardelle con zucca, zenzero e mandorle direttamente dal blog tour delle Marche



Pensando a questo blog tour delle Marche, (qui e qui le puntate pecedenti) le prime parole che mi vengono in mente sono amore e passione: amore per la propria terra e passione per il proprio lavoro. Ogni persona incontrata, ogni azienda visitata mi ha trasmesso questo. Ma in assoluto la storia che mi è restata nel cuore è quella del "La pasta di Aldo" a Monte San Giusto, un borghetto microscopico in provincia di Macerata. Intanto mi aspettavo di trovarmi davanti Aldo: invece ALDO è l'acronimo dato dai cognomi dei 2 titolari (Luigi Alzapiedi e Maria Donnari).


Chiarito che ci troviamo davanti a Luigi, proseguiamo una storia che nasce lontano, quando lui aveva 6 anni ed imparava dalla nonna l'arte di tirare la sfoglia. Ma questa passione per la pasta non diventa lavoro, resta amore coltivato tra le mura di casa. Luigi fa altri lavori, ha successo, ma la pasta è quello che vorrebbe fare davvero. A 40 anni, apre l'azienda e non fa pasta, ma eccellenza, tanto da essere scelto da Heston Blumenthal, (chef britannico, 3 stelle Michelin) a rappresentare la pasta in un programma della BBC dall'evocativo nome di "Perfection".
Per fare l'eccellenza le materie prime devono essere straordinarie e Luigi in questo è maniacale: sceglie con cura le semole di grano duro (tutte rigorosamente italiane, dall'Umbria alla Sicilia) diversificandole a seconda dei prodotti. Ad esempio: il tagliolino è fatto con un grano che assorbe poca acqua, così in cottura resta duro. La scelta delle uova??? Rigorosamente biologiche. L'essiccazione??? Lenta e a bassa temperatura. Le macchine per la lavorazione realizzate da amici ingegneri appositamente per loro.



Ogni cosa che ci racconta, trasmette una passione incredibile per quello che fa ... siamo incantate all'ascolto di quest'uomo, tanto che rischiamo di sforare gli altri appuntamenti.
Salutiamo Luigi e Maria e ce ne andiamo cariche di pacchi di pasta.
Al mio ritorno in Toscana, la curiosità sull'assaggio è estrema!!! I miei figli, grandissimi consumatori di pasta, non vedevano l'ora di mangiare questa che si presenta già bellissima, pertanto sughetto veloce e a tavola!!!




Ingredienti per 4 persone:

  • 250 g di pappardelle "La pasta di Aldo" 
  • 500 g di zucca gialla
  • 1 spicchio d'aglio
  • sale dolce di Cervia
  • 1 cm di radice di zenzero (il succo)
  • olio extra vergine di oliva  "Frantoio Torresi" Fiordolio
  • 50 g di mandorle spellate
  • sale grosso per salare l'acqua della pasta
  • rametto di rosmarino per decorare


Preparazione:

Mettere una capiente pentola con acqua a bollire, per cuocere la pasta.
Intanto pulire la zucca da buccia e filamenti, farla a dadini e rosolarla in una padella capiente che possa poi contenere la pasta, con 4 cucchiai d'olio extra vergine di oliva (Fiordolio Frantoio Torresi) e lo spicchio d'aglio.
Salare, aggiungere il succo di zenzero (dopo averlo sbucciato e grattugiato oppure passato nella centrifuga) e far cuocere alcuni minuti.
Tostare le mandorle in un padellino antiaderente (senza colorarle troppo), poi ridurle a lamelle.
Appena l'acqua è in ebollizione, salare con il sale grosso e buttare le pappardelle.
Dopo 4 minuti, scolarle (conservando un po' di acqua di cottura) e saltarle in padella con la zucca.
Se occorre bagnare con alcuni cucchiai di acqua di cottura.
Impiattare con la pasta, la zucca, le mandorle a lamelle e decorare con il rametto di rosmarino.
E gustare!!! Resta molto compatta, regge il salto in padella, assorbe i sughi e soprattutto è straordinariamente buona!!! Luigi e Maria... grazie di esistere!!!


8 commenti:

  1. Bella!! Chissà che buona!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  2. Bello il tuo articolo: mi ha trasmesso l'essenza di questa azienda....e che dire della pasta??? Beh, una testimonianza dell'eccellenza italiana. Quella che sonnecchia e poi esplode in tutta la sua magnificenza. La tua ricetta è davvero accattivante. Strizza l'occhio ai palati più curiosi! Complimenti Sabrina!

    RispondiElimina
  3. Grazie, gentilissima!!! Questa azienda è davvero un fiore all'occhiello delle Marche.

    RispondiElimina
  4. Un acquisto fatto bene ti premia nel tempo. Prova i pomodori secchi. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ2MzczNDgwNSwwMTAwMDAxMixwb21vZG9yaS1zZWNjaGktNTgwbWwuaHRtbCwyMDE2MDYxNyxvaw==

    RispondiElimina
  5. Quando non sai cosa scegliere... compra il meglio e non te ne pentirai. Scopri la zuppa cipollotti e zenzero. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ3MDI5NjgxOSwwMTAwMDA0OCx6dXBwYS1jaXBvbGxvdHRpLWUtemVuemVyby0zNDBnLmh0bWwsMjAxNjA5MDEsb2s=

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io di solito cucino, non compro alimenti già pronti! Comunque se capita, l'assaggerò.

      Elimina
  6. La scelta della qualità è alla base di ogni acquisto intelligente. Scegli anche tu macchina per pasta. Vai su http://www.vitalbios.com/A/MTQ4MzU1MDQyMywwMTAwMDA1NSxtYWNjaGluYS1wZXItcGFzdGEuaHRtbCwyMDE3MDIwMSxvaw==

    RispondiElimina