lunedì 20 luglio 2015

Tiramisù yogurt, ciliegie ed un sentore di zenzero ... para el caballero de mi sueño...

Ieri mattina mi sono svegliata davvero turbata da un sogno: un po' stordita, con un piede nell'onirico ed uno nella realtà, deambulavo per casa per riuscire a ricordare i dettagli, fissarli prima che scomparissero avvolti nell'afa di questo luglio torrido.


Ero insieme ad un uomo (non so chi sia ... non sono riuscita a vederlo in faccia!!!) e non so che cosa possa essere successo esattamente, qui il sogno è confuso, ma la mia percezione nei suoi confronti era di disagio e paura. Ad un certo punto lui è diventato aggressivo, la sensazione di paura è diventata panico e sono fuggita. Ho cominciato a correre disperatamente, realizzando che non sapevo dov'ero e dove stavo andando: mi sono sentita senza scampo!
E proprio mentre pensavo questo, lui mi ha raggiunta afferrandomi per un braccio e mi ha detto:"Querida ... 

Ya eres mía. Reposa con tu sueño en mi sueño.
Amor, dolor, trabajos, deben dormir ahora.
Gira la noche sobre sus invisibles ruedas
y junto a mí eres pura como el ámbar dormido.


(nda: brano tratto da Pablo Neruda - poesie d'amore e di vita)

Da quel momento è cambiato tutto! Chi è questo sconosciuto che mi fa sciogliere con una delle più belle poesie di Neruda? Mi sembra di conoscerlo da sempre. E' diventato l'uomo più dolce della terra, tenero ed appassionato. Mi ha sopraffatta di baci, carezze, e sussurrato in spagnolo ( la sua lingua madre?) le cose che ogni donna desidera sentirsi dire da un'amante appassionato.
Le sue mani erano fatte per l'amore, gesti di una dolcezza esasperante, movimenti lenti e sinuosi come le onde di un mare piatto, tutto accadeva come se il tempo non esistesse ed in tutto l'universo ci fossimo solo noi due.
Mi sono svegliata sopraffatta da questa intensità, con il ricordo di questo spagnolo suadente che mi risuonava nelle orecchie ... la sua voce, le sue mani e il cambiamento improvviso che ha fatto ... ho cercato di ricordare i dettagli, con cuore, anima e ormoni in subbuglio.
Mi aggiro per casa un po' stordita pensando:  "Chi sei, mi misterioso caballero?"
Nessuno di noi è un monolite, in ognuno c’è sempre un po’ di dott. Jekyll e un po’ di Mr Hyde, ma lui esagera!!! Un momento prima mi terrorizza, e quello successivo diventa l'uomo ideale.
Il sogno mi ha lasciata in uno stato di terribile confusione... ci sono volute ore, per realizzare che tutto questo è una proiezioni del mio subconscio!!! Sembrava tutto così reale, soprattutto lui!!!

Dopo alcune ore, mi sono sentita molto Wanda!!! Ricordate il film "Un pesce pesce di nome Wanda", vi riporto la scena perché è assolutamente esilarante!!!


Io come lei sono molto sensibile alle lingue straniere ... in particolare allo spagnolo!!!
Mi prendo un po' in giro da sola, perché non è mica normale che un sogno ti lasci tutta questa agitazione!!! 
Oltre la confusione, il sogno mi ha lasciato una gran curiosità, ho voglia  di scoprire chi potrebbe essere questo spagnolo misterioso, frutto della mia immaginazione onirica, pertanto passo in rassegna tutti gli spagnoli che conosco, ma non risolvo niente.

Ad un certo punto ho avuto un flashback: mentre parlava ha citato il tiramisù!!!
Così per ringraziare l'esimio sconosciuto di questa notte d'amore, ho deciso di preparare un tiramisù speciale, con yogurt e ciliegie ed un sentore di zenzero: para ti, mi misterioso caballero!


Ingredienti per 8 bicchieri quadrati cm 6x6x8 :

  • 500 g mascarpone
  • 350 g yogurt greco
  • 60 g di tuorli 
  • 60 g di zucchero
  • 1 cucchiaio di rum
  • Pavesini (1 pacchettino per ogni bicchiere)
  • 1 radice di zenzero (anche 2 se sono piccole)
  • 500 g di ciliegie
  • cacao amaro


Preparazione:

Preparare la crema di mascarpone lavorando con le fruste elettriche i tuorli con lo zucchero finché non diventano bianchi e spumosi. Aggiungere il mascarpone, lo yogurt ed il rum, continuando ad amalgamare tutto con le fruste, fino a quando la crema non diventa liscia e senza grumi.
Estrarre il succo dalla radice di zenzero, grattugiandola e strizzando il succo in una ciotola, oppure con la centrifuga e bagnarci i Pavesini solo sotto (poco poco).
Rivestire con i Pavesini inzuppati, un bicchiere di vetro trasparente, facendo in modo che all'esterno resti la parte sopra del biscotto (il bicchiere va rivestito lateralmente e anche sotto).
Snocciolare le ciliegie, tagliarle a pezzetti e distribuirne circa 2 cucchiai a bicchiere, sopra ai pavesini.
Trasferire la crema al mascarpone e yogurt in una sac à poche e riempire i bicchieri fino all'orlo con la crema.
Decorare con 1 ciliegia intere ed una spolverata di cacao amaro.
Conservare in frigo fino al momento di servire.



2 commenti:

  1. sembra quasi una mini charlotte morbidosa...che golosa, ma che golosa questa coppetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Effettivamente è un dolce freschissimo, ma davvero goloso!!!

      Elimina