giovedì 31 ottobre 2013

Uova con la zucca di Halloween anche vegan version

Altro finger food di Halloween con le uova fresche del pollaio del mio babbo!!!!
Queste piccole zucche realizzate dentro l'albume dell'uovo sodo con una buonissima crema di tonno e peperoni ... ma prima che i miei amici vegani possano replicare, c'è anche la versione per voi con tofu e peperoni.



Ingredienti per 1 uovo:
  • 1 uovo
  • 1 pezzetti di cipollotto (la parte verde)
  • 50 g di tonno sott’olio
  • 2/3 pezzi di peperone rosso
  • 1/2 cucchiaino di paprika dolce

Preparazione :
Lessare le uova per 7/8 minuti e lasciarle raffreddare.
Sgusciarle accuratamente e tagliarle per il lato lungo.
Togliere il tuorlo e  metà metterlo da parte per altre preparazioni.
Nel mixer, frullare il tonno sgocciolato, metà tuorlo sodo, i peperoni e la paprika.
Riempire gli albumi sodi con la crema di tonno, per ricreare il tuorlo mancante, ma va riempito in abbondanza, perché deve rappresentare la zucca di Halloween.

Decorare con la paprika ed il pezzetto di cipollotto e servire.

Ricetta vegana
Ingredienti per 1 "uovo":
  • 1 pezzo di tofu da circa 50 g
  • agar agar al bisogno
  • Alcuni pezzi di peperone rosso
  • 1 pezzetti di cipollotto (la parte verde)
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 cucchiaino di paprika
  • Sale
  • Pepe bianco
Preparazione :
Inserire metà del tofu lavorato accuratamente con l'olio extra vergine d'oliva, sale e pepe bianco in uno stampino ad uovo in silicone. 
A seconda del tofu usato può servire aggiungere un po' di agar agar per addensare.
Praticate un foro nel quale inseriremo un vegan tuorlo e fatelo compattare in frigo.
Per il tuorlo, realizzare una pallina mixando l'altra metà del tofu con i peperoni rossi in agrodolce, paprika dolce, sale e pepe bianco. 
Farla compattare in frigo ed inserirla nel foro del vegan albume. 
Riempire gli albumi sodi con la crema di tonno, per ricreare il tuorlo mancante, ma va riempito in abbondanza, perché deve rappresentare la zucca di Halloween.

Decorare con la paprika ed il pezzetto di cipollotto e servire.


martedì 29 ottobre 2013

Frutta di Halloween

Quando i miei figli erano piccoli, non mangiavano mai!!! Piluccavano, spizzicavano, ma mangiare era una cosa diversa.
Non erano interessati all'argomento cibo!!! Però come tutti i bambini adoravano giocare!!! 
Allora ho dato fondo alla mia creatività in quegli anni, cercando di rendere i piatti divertenti e giocosi.
Così una banana tagliata a fette, diventava un bruco ed era un punto di partenza per una storia da raccontare e così distratti dalla storia mangiavano ad uno ad uno tutti i pezzetti di banana!!!
Oggi facendo questa composizione di frutta per Halloween, mi è sembrato di tornare indietro nel tempo ... ed ho avuto un moto nostalgico!!! Quanto tempo è passato!!!!
Poi si è affacciato alla cucina mio figlio e si è sbafato tutti i fantasmini dopo averli cosparsi di Nutella!!!! 
Non gli servono più le storie, mangia come un bufalo!!! Ma ha ammesso che i compagni di scuola l'avrebbero invidiato quando avrebbe raccontato la sua colazione!!!!


Ingredienti:
  • 1 melagrana matura
  • 2 banane
  • 3 mandarini
  • 1 mela Granny Smith
  • Gocce di cioccolato fondente
  • 1 limone
Preparazione :
Sbucciare i mandarini, togliere tutti i filamenti bianchi.
Tagliare dei piccolissimi spicchi di mela ed infilarli sulla sommità dei mandarini.
Le mini zucche sono pronte!
Sbucciare le banane tagliarle in 2 metà e posizionarle in piedi sul piatto da portata.
Aggiungere occhi e bocca infilando la punta delle gocce di cioccolato nella polpa delle banane.
I fantasmini sono pronti!!!
Sgranare una melagrana e corredare il piatto con le “gocce di sangue”!
  

lunedì 28 ottobre 2013

Uova con i ragni anche in versione vegana

Le ultimissime per essere pronti per Halloween!!!
Un finger food per bouffet o stuzzichino per aperitivo o antipasto per la cena ... facilissimo, veloce e ... spaventosamente buono!!!
Potete aggiungere agli ingredienti riportati sotto, peperoni in agrodolce (sott'olio accuratamente sgocciolati) ... ma sceglieteli solo gialli, per non modificare l'aspetto del finger!!! E' molto buono il gusto dell'uovo con il peperone ... provatelo!!! 
Per quanto possa sembrarvi strano, questa ricetta si può rendere vegana usando il tofu al posto dell'uovo ...  è molto facile ... basta uno stampino di silicone a forma di uovo.

Ricetta classica
Ingredienti per 1 uovo:
  • 1 uovo
  • 3 olive nere snocciolate in salamoia
  • 1 cucchiaio di maionese
  • 1/2 cucchiaino di curcuma
  • Sale
  • Pepe bianco

Preparazione :
Lessare le uova per 7/8 minuti e lasciarle raffreddare.
Sgusciarle accuratamente e tagliarle per il lato lungo.
Togliere il tuorlo e amalgamarlo con maionese, curcuma, sale e pepe.
Se le uova sono poche l’operazione si può fare a mano, altrimenti con il mixer.
Riempire gli albumi sodi con la crema d’uovo, per ricreare il tuorlo mancante.
Le uova sono pronte.
Per fare i ragni occorre tagliare un oliva per il lato lungo ed avremo i corpi di 2 ragnetti.
Per fare le zampe tagliamo per il lungo altre 2 olive e di ogni metà ritagliamo 3 strisce (sempre longitudinali) che diventeranno le zampette dei 2 ragni.
Disponiamo le zampette sotto i 2 corpi dei ragni, e sono pronti.


Ricetta vegana
Ingredienti per 1 "uovo":
  • 1 pezzo di tofu da circa 50 g
  • agar agar al bisogno
  • Alcuni pezzi di peperone giallo in agrodolce
  • 3 olive nere snocciolate in salamoia
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1/2 cucchiaino di curcuma
  • Sale
  • Pepe bianco
Preparazione :
Inserire metà del tofu lavorato accuratamente con l'olio extra vergine d'oliva, sale e pepe bianco in uno stampino ad uovo in silicone. 
A seconda del tofu usato può servire aggiungere un po' di agar agar per addensare.
Praticate un foro nel quale inseriremo un vegan tuorlo e fatelo compattare in frigo.
Per il tuorlo, realizzare una pallina mixando l'altra metà del tofu con i peperoni gialli in agrodolce, curcuma, sale e pepe bianco. 
Farla compattare in frigo ed inserirla nel foro del vegan albume. 
Aggiungere i ragni di olive ed il gioco è fatto !!!  Il vostro vegan uovo con i ragni è pronto!!!


domenica 27 ottobre 2013

Zuppa inglese “Cimitero” di Halloween

Ci siamo quasi!!! Ancora pochi giorni e sarà Halloween!!! E ancora non avevo postato neanche un dolcetto!!! Rimedio subito perché i dolci sono la mia passione!!!!
Oggi un classico, un evergreen !!! Forse il dolce al cucchiaio più famoso dopo il tiramisù, conosciuto dal Rinascimento. Infatti sembra che un diplomatico di ritorno da Londra, abbia chiesto ai cuochi della corte D'Este di preparargli il trifle, un dolce che aveva gustato in Inghilterra.
I pasticceri ferraresi, italianizzarono il dolce, sostituendo la pasta lievitata all'inglese con il pan di Spagna, la panna con la crema pasticcera e fu un successo. 
In seguito il cacao e  l'Alchermes furono aggiunti per arricchire e colorare il dolce e nel 1800 si ha la forma definitiva come la conosciamo oggi.
Qui la mia proposta di Halloween, una coppetta monoporzione decorata con una lapide di biscotto.
Questa zuppa inglese è come piace a me, senza Alchermes (sostituito da caffè e rum) e senza pan di Spagna (sostituito dai Pavesini ...pochi!).


Ingredienti per 4 coppette:
Per la crema pasticcera e la crema al cioccolato:
  • 3 uova
  • 1/2 l di latte fresco intero
  • 25 g di amido di mais
  • 50 g di zucchero
  • 50 g di cioccolato fondente 70%
Per la bagna:
  • 1 caffè espresso
  • Alcuni cucchiai di rum
Montaggio del dolce e decorazione:
  • 2 pacchetti di Pavesini
  • 4 biscotti lisci e di forma adatta alla “tomba” (Soffi del Mulino Bianco)
  • Cacao amaro per decorare
  • Matita al cioccolato o 50 g di cioccolato e tasca da pasticceria
  • 30 g di cioccolato fondente da grattugiare

Preparazione :

Per la crema pasticcera:
Montare i tuorli con lo zucchero e la farina e versarci sopra il latte precedentemente portato a bollore. Mettere sul fuoco e far addensare, sempre mescolando con la frusta.
Appena è addensata, la crema pasticcera è pronta.

Per la crema al cioccolato:
Unire a metà della crema pasticcera il cioccolato fondente tritato e amalgamare bene fino a completo scioglimento. La crema al cioccolato è pronta.

Per la bagna:
Mescolare accuratamente l’espresso con il rum in una ciotola.

Montaggio della coppetta:
Inzuppare velocemente alcuni Pavesini nella bagna e sistemarli nelle coppette. Ricoprire con uno strato di crema pasticcera. Uno strato di Pavesini bagnati ed uno strato di crema al cioccolato. Quest’ultimo deve essere un po’ disordinato (sarà più facile con le creme fredde) perché deve dare l’idea della terra smossa. Ricoprire tutto con il cacao amaro setacciato. Prendere un biscotto/lapide e scriverci con il cioccolato fuso e una piccola tasca da pasticceria “RIP” oppure con una matita al cioccolato. Inserire il biscotto/lapide nella coppetta sul lato esterno e ricoprire la superficie davanti alla lapide di cioccolato grattugiato. Tenere in frigo fino al momento di servire.


venerdì 25 ottobre 2013

Fagottini di crêpes con ripieno di asparagi e salsa al Parmigiano

Mi capita spesso che mi chiamino le amiche per consigli culinari ... la domanda più frequente è: "ho ospiti a pranzo, cosa posso cucinare???"
Alla fine rifilo sempre a tutte le stesse 2 o 3 cose, perché so già che funzionano e piacciono a tutti (non è per cattiveria !!!!!!!) ... 
Dopo aver suggerito i piatti aggiungo sempre: " tanto poi trovi tutto sul blog!!!"
Solo che in questa settimana ho fatto delle figure atroci!!!
Si comincia venerdì scorso dall'ortolano! Ero in cerca di una zucca di piccole dimensioni per fare il risotto alla zucca servito nella zucca (vinco un premio se scrivo di nuovo ZUCCA?) perché quelle di mio padre sono 20 kg l'una.
L'ortolana mi fa "Buono, tu come lo fai???" Andavo di fretta e fuggendo le ho urlato "Lo trovi sul mio blog!!!" Ma invece non c'è!!! E me ne accorgo solo ora, perché mia figlia lo stava cercando e non lo trovava!!!
Sabato al CUCINARTE una ragazza chiede un finger a basso costo ed esordisco:
" Polpettine di pane e mozzarella" ... che sono in programmazione ma ancora non pubblicate!!!
Domenica la madre del mio compagno :"Mi dai la ricetta dei fagottini con gli asparagi!!!" Provate ad immaginare la risposta??? Ma sul blog nemmeno l'ombra!!!!
Questo post è per cominciare a fare ammenda di queste terribili figure!!!

Ingredienti per 8 persone:

Per le crêpes:

·         50 g farina
·         30 g burro
·         4 uova
·         1 dl di latte
·         Sale
·         Pepe
·         Burro per ungere la padella

Per il ripieno:
  • 1 kg di asparagi
  • 300 g di ricotta
  • Foglie di basilico fresco
  • 5/6 foglie di menta fresca
  • 100 g di Parmigiano Reggiano grattugiato
  • La scorza di un limone biologico grattugiata
  • 2/3 cucchiai di pinoli
  • Olio extra vergine di oliva
  • 1 pezzetto di aglio fresco o 1/2 spicchio di aglio 
  • Sale
  • Pepe appena macinato
Per la salsa:
  • 250 ml di panna
  • 75 g di Parmigiano
Per legare i fagottini:
  • alcune foglie di porro o erba cipollina

Preparazione:

Per l'impasto delle crêpes:

Sbattere le uova intere con il sale, aggiungere piano piano la farina setacciata, continuando a mescolare.
Aggiungere il burro fuso, il latte, il sale ed il pepe.
Lasciar riposare l’impasto in frigo almeno 1 ora (anche più).

Per il ripieno:
Pulire gli asparagi, tagliarli a rondelle e cuocerli in padella con alcuni cucchiai di olio e l’aglio fresco tritato.
Lasciar raffreddare e passare al mixer.
Lavorare intanto, accuratamente la ricotta con le foglie di basilico e di menta sminuzzate a mano, il parmigiano, la noce moscata, i pinoli, il sale ed il pepe.
Quando il ripieno è ben lavorato, aggiungere gli asparagi, aggiustare di sale e pepe e conservare in frigo.

Per la salsa:
Preparare ora la salsa al parmigiano, versando in un tegamino la panna ed il parmigiano, lasciar addensare e conservare.

Per la cottura delle crêpes:

Al momento della cottura delle crêpes ,in un padellino piccolo antiaderente ben caldo, leggermente unto con burro, versare un mestolino di composto, ruotarlo bene per farlo aderire in modo omogeneo. 
Appena il bordo esterno si colora leggermente girare la crêpes (saltandola fa più scena … altrimenti usare una forchetta o una spatola) e cuocerla anche sull’altro lato.
Depositare le crêpes  impilate su un piatto fino ad esaurimento pastella.


Composizione del piatto:

Inserire al centro di ogni crêpes una piccola noce di ripieno e legare il bordo con strisce di porro o fili di erba cipollina precedentemente sbollentati per formare i fagottini.
Sistemare ora tutti i fagottini in una pirofila da forno, irrorare con la salsa e gratinare 10/15 minuti in forno a 200°.
Conservare un  po' di salsa, scaldarla bene e distribuirla su ogni piatto, adagiarvi i fagottini usciti dal forno, guarnire con alcune punte di asparagi e servire.


giovedì 24 ottobre 2013

Wurstel mummia per Halloween

E' fantastico vedere come mi abbia preso questo giochino di Halloween!!!
E' vero che ho cercato sul web, mi sono consultata con amiche parecchio brave, ma non credevo proprio che alla fine mi sarei divertita così!!!
Per Halloween la mummia non poteva mancare ... queste ci sono sul web fatte in parecchi modi, ma fatte così sono facili, veloci, alla portata di tutti !!! 
Poi oltre ad essere davvero buone,  sono davvero "realistiche"!!! 
Il wurstel cotto è davvero raggrinzito come una mummia!!!
Sono dei finger food facilissimi, divertenti e dopo Halloween potete comunque rifarli per le feste dei bambini!!!
Come tutte le cose fatte di pasta sfoglia, anche questi andrebbero mangiati caldi, ma reggono benissimo anche a temperatura ambiente!!!
Allora non vi resta che tirare fuori i wurstel dal frigo ed iniziare la mummificazione!!!


Ingredienti per 12 mummie:
  • 12 wurstel da 25 g cad.
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 24 chiodi di garofano 
 

Preparazione :
Riscaldare il forno a 220°.
Srotolare la pasta sfoglia e tagliarla a strisce di 1 cm circa.
Arrotolare la pasta sfoglia su ogni wurstel partendo dalla testa e scendendo verso il corpo, avendo cura di sovrapporre leggermente la pasta durante l’avvolgimento.
A fine del wurstel, chiudere la pasta sfoglia inumidendola un po’.
Avvolti tutti i wurstel, infornarli a 220° per 15 minuti o fino a quando la pasta non è dorata.
Si servono caldi o a temperatura ambiente.




Così sembrano neonati in fasce, ma una volta cotti ... diventano mummie spaventose!!!!

martedì 22 ottobre 2013

Peperoni e melanzane mostruosamente ripieni

Nel tema di Halloween, ormai ci sta di tutto!!! E siccome peperoni e melanzane si trovano ancora (quest'anno poi, non fa freddo per niente qui in Toscana!), è facile e divertente trasformarli in  mostri!!!
Halloween è una festa d'importazione, non c'entra un tubo con le nostre tradizioni e con la nostra ricorrenza dei morti che qui in Toscana ha come unico piatto del periodo il Pan dei Santi. 
Quest'anno però l'ho presa sul ludico ... e alla fine mi sto proprio divertendo !!! 
Ormai "mostrifico" tutto quello che cucino!!! E sabato scorso ho fatto per CUCINARTE una rassegna di piatti mostruosi per Halloween. Questo è uno di quelli presentati.
Questo senza intagli lo potete benissimo rifare per una cena più seria!!! Oppure ci fate tutti gli intagli a cuore e lo proponete per San Valentino!!!Ah! Ah! Ah! Ah!
Per tutti gli amici vegetariani e vegani, potete riempirlo con un bel risotto di verdure arricchito con formaggi o tofu.
Se lo fate con i peperoni baby, diventa un simpatico finger food!


Ingredienti:
  • 4 pezzi (2 peperoni gialli e rossi e 2 melanzane)
  • 2 coste di sedano,
  • 1 grossa cipolla, o 2 piccoline
  • 1 grossa carota o 2 piccoline
  • prezzemolo
  • basilico
  • 400 g. di carne macinata (200 g di manzo e 200 g di suino)
  • 1 uovo
  • 6 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • Parmigiano Reggiano (un pugno)
  • sale
  • pepe
  • noce moscata
 


Preparazione :
Lavare i peperoni, tagliare la calotta a 2 cm dal bordo, togliere i filamenti bianchi ed i semi.
Lavare la melanzana, tagliare la calotta a 2 cm dal bordo e svuotarla accuratamente lasciando un bordo di circa 3 mm.
Salare le verdure internamente e rovesciarle per far perdere l’acqua.
Tritare finemente sedano, cipolla e carota.
Scaldare l’olio in una padella e rosolare bene il trito di verdure, salare e pepare.
Una volta rosolato, aggiungere le 2 carni macinate mescolando bene e lasciar cuocere a fiamma viva.
Una volta rosolata anche la carne, bagnare con il vino bianco e lasciar evaporare.
Appena evaporato il vino, lasciar raffreddare il composto aggiustando di sale e pepe.
Sbattere in una ciotola l’uovo con sale e pepe e mescolarlo al composto di carne.
Unire una grattata di noce moscata, il Parmigiano
Riempire i peperoni con il composto e metterli in forno a 180° per circa 1 ora.
Dopo una mezz’ora bagnare con il sughetto di cottura e coprire con un foglio di alluminio.
A seconda della dimensione dei peperoni e delle melanzane potrebbe volerci un po’ più cottura oppure meno, quindi controllare il forno.
  



lunedì 21 ottobre 2013

Mini quiche con cuore di formaggio fondente

Adesso sono iniziate le giornate autunnali piovose!!! Anzi qui per la verità sono ore che piove a dirotto !!! Il cielo è scuro da tutte le parti, non si vede uno spiraglio di luce!!! 
In queste situazioni climatiche ho proprio voglia di qualcosa che esce caldo e fumante dal forno ... così ho fatto queste piccole quiches ... morbide, bollenti con il cuore di formaggio filante ... fantastiche!
Adoro la quiche, è una torta salata straordinaria e si fa in pochi minuti (ovviamente con la pasta sfoglia già pronta!).
Questa ha il ripieno fatto con la robiola di Nonno Nanni (buonissima!) e dadini di Asiago per fare il cuore fondente... ne viene fuori una cosa veramente libidinosa!!! La croccantezza della sfoglia con la morbidezza della quiche e la "scioglievolezza" del formaggio, ne fanno un figer da urlo!!!! 
Non resisto, corro a sfornare!!!


Ingredienti per 6 mini quiches:
  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 100 g di Asiago o altro formaggio solido che fonda in cottura
  • 100 g di robiola Nonno Nanni
  • Un goccio di panna liquida
  • 2 uova e 2 albumi
  • Sale
  • Pepe

Preparazione :
Riscaldare il forno a 220°.
Srotolare la pasta sfoglia e tagliarla con il coppa pasta in cerchi di 12 cm di diametro e foderare gli stampini monoporzione di alluminio fino al bordo.
Ritagliare la pasta in eccesso e preparare il ripieno.
In una ciotola sbattere accuratamente le uova con sale e pepe.
Aggiungere poi la robiola stemperata nel latte ed amalgamare bene il tutto.
Negli stampini foderati di pasta sfoglia, aggiungere il formaggio tagliato a dadini piccoli ed il ripieno liquido ed infornare per circa 10 minuti o finché la pasta sfoglia non risulti dorata.
Sfornare, togliere velocemente dallo stampino ed impiattare.
Servire subitissimo perché il cuore resti fondente !

sabato 19 ottobre 2013

Polpi di wurstel

In questi giorni come vi avevo già detto, non ce la faccio, non cucino, mi balocco con il cibo!!!
La cosa mi diverte e mi rilassa, ma è diventata una specie di mania!!! 
Ormai guardo il cibo pensando: " a cosa può somigliare una melanzana?" oppure "in cosa posso trasformare un peperone?"
Sul web poi se ne vedono di tutti i colori ... anche cose difficilissime!!!! Ieri ho visto un cocomero tutto intagliato tipo vaso cinese!!!! E che sono io??? Mandrake????
Le cose da fare devono essere alla mia portata!!! E soprattutto essere mangiabili, non solo guardabili!!!
Dopo tutto questo preambolo, passo a raccontarvi questo giochino, che piacerà moltissimo ai bambini, ma sarà un modo divertente per decorare le vostre tavole.
Fateli tutti diversi (i cappelli si possono fare di rapa rossa, di zucchina, di pomodoro, i capelli della "signora Wurstel" possono essere fatti di peperone giallo o rosso, oppure con cimette di cavolfiore bianco ecc.) e mettete infilzato su ognuno uno stuzzicadenti con attaccato il nome del commensale e diventano dei buonissimi segnaposto per le vostre tavole delle feste.


Ingredienti :
  • 2 wurstel piccoli
  • 4 grani di pepe nero
  • 1 pezzetto di carota
  • 1 pezzetto di peperone
  • Alcuni stuzzicadenti

Preparazione:
Tagliare i wurstel da poco più di metà in senso longitudinale prima in 4 spicchi, poi dividere in 2 ogni parte ottenuta.
Avremo così 8 tentacoli.
Scaviamo leggermente con un coltellino piccolo e appuntito, lo spazio per gli occhi e per la bocca.
Inserire nei buchetti ottenuti, i grani di pepe per gli occhi ed un pezzettino di carota per la bocca.
Tagliare un rondellina di carota naturalmente dopo averla lavata e pelata, che diventerà la falda del cappello.
Dalla punta della carota, ricaviamo il resto del cappello.
Fissiamo tutti in pezzi in cima al wurstel con un pezzetto di stuzzicadenti.
Tagliare ora una striscia di peperone, ed tagliarla in 2 o 3 parti, a simulare i capelli e fissarla sulla sommità del wurstel senza cappello, con un pezzetto di stuzzicadenti.




giovedì 17 ottobre 2013

Topolini di formaggio

Ci sono dei momenti nella vita in cui fa bene riappropriarsi del bambino che c'è in noi!!!
Adesso vivo questa fase e mi piace e mi fa bene giocare !!! 
Quindi che segue questo blog, mi scuserà se ha voglia di cose serie ed importanti, ma ho in mente solo "giochi di cibo"!
Tra un po' sarà Halloween (festa che detesto con tutto il cuore come tutte quelle inventate per esigenze di marketing!!!) ma che sono costretta a sopportare avendo 2 adolescenti per casa che a metà ottobre già pensano a costumi, feste, zucche e streghe!!!
Se si unisce il mio urlo"VOGLIO TORNA' BAMBINO!!!" (vi ricordate Gabriele Cirilli?) con Halloween, in cucina mi escono queste cose qui !!!
Li ho visti sul web tempo fa ed ho pensato che alla prima occasione li avrei rifatti perché mi erano sembrati troppo carini.
L'occasione è arrivata con Nonno Nanni che fa questi buonissimi formaggini ... sono talmente buoni che meritavano di giocarci un po'!!!
Si possono servire come finger food per feste ed aperitivi, per decorare un vassoio di formaggi, ma anche come antipasto serviti su una bella insalata colorata.
Naturalmente non possono mancare in un menu per i vostri bambini!


Ingredienti :
  • 3 Formaggini Nonno Nanni 
  • 1 wurstel
  • Alcuni grani di pepe nero
  • 1 oliva nera
  • Alcuni gambi di prezzemolo
  • 1 pezzettino di carota

Preparazione:
Aprire i formaggini e sistemarli su un piatto da portata.
Tagliare delle fettine sottili dal wurstel e dalla carota (accuratamente pelata e lavata).
Ritagliare dall’oliva i nasini rotondi (volendo si può usare anche un grano di pepe rosa)
e volendo 2 occhietti.
Tagliare  i gambi di prezzemolo a 2 cm per i baffi e a 6 cm per le codine.
Arricciare le code attorno ad un dito per curvarle ed inserirle nel formaggino sul lato largo.
Inserire sulla punta il naso e gli occhietti (fatti di oliva o di pepe) come foto, aggiungere i baffi laterali e le orecchie sui fianchi.

I topolini sono pronti per essere serviti e si possono preparare con alcune ore di anticipo conservandoli in frigo.


mercoledì 16 ottobre 2013

Pomodorini ciliegini ripieni di riso

Questa ricetta l'ho fatta per CUCINARTE SENZA GLUTINE, un appuntamento non solo per chi soffre di celiachia, ma soprattutto per avere delle ricette con le quali accogliere eventuali ospiti che soffrono di questa malattia e che non necessitano di prodotti dietetici
(salvo controllare in ogni prodotto che ci sia la scritta SENZA GLUTINE che esiste per legge in ogni prodotto industriale che potrebbe essere contaminato in lavorazione).
Come prima accortezza, da usare nel cucinare per un celiaco è leggere quali sono gli alimenti consentiti e non dal sito CELIACHIA.IT
Fatto ciò liberate la fantasia ... questo ricetta è un piccolo suggerimento per un antipastino o per l'aperitivo!
La cosa fantastica di questo piatto è che si può mangiare crudo o cotto, caldo e freddo, si può fare con il riso cotto appositamente o con il risotto avanzato ... in estate li faccio spesso crudi con il riso basmati bianco oppure cotti, ma li mangiamo freddi ... in inverno sono una occasione per riciclare un avanzo di risotto.


Ingredienti per 20 pomodorini:
  • 20 pomodorini ciliegini
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 10 cucchiai di riso cotto
  • Sale
  • Pepe macinato al momento
  • Foglie di basilico
  • Origano La Nicchia
  • 1 cipollotto o un pezzetto di cipolla di Certaldo


Preparazione:
Lavare i pomodorini (devono essere maturi, ma molto sodi) avendo cura di lasciare il picciolo.
Tagliare la calotta, svuotarli accuratamente, salarli, peparli e lasciarli riposare capovolti una decina di minuti.
Intanto preparare il ripieno con la polpa dei pomodorini, un filo di olio extra vergine di oliva, sale, pepe, la cipolla tritata finissima, origano e le foglie di basilico sminuzzate con le mani.
Cuocere il riso, raffreddarlo sotto l’acqua corrente e mischiarlo a tutti gli altri ingredienti.
Riempire i pomodorini con il composto, coprirli con la loro calottina ed infornarli a 160° per 60 minuti.

Si possono servire caldi o freddi e sono buonissimi anche crudi (versione estiva!).


lunedì 14 ottobre 2013

Parmigiana leggera di melanzane

Ecco qua, con le ultime melanzane dell'orto del mio babbo: Parmigiana leggera!!!
Gluten free, pochissimi ingredienti e tantissimo gusto!!!
Facendo un po' di ricerche per andare all'essenza della Parmigiana tradizionale, mi sono trovata a davanti uno scenario di contese già sulla paternità della ricetta ... e come sappiamo in Italia non è una novità! 
L'Emilia, la Sicilia e la Campania si contendono l'origine di questo piatto.
Infatti il nome sembrerebbe voler dire "melanzane come si fanno a Parma", invece deriva quasi sicuramente da Parmiciana cioè dall'insieme dei listelli della persiana, leggermente sovrapposti , così come vengono sistemate le fette delle melanzane nella ricetta! 
Secondo l'ipotesi più accreditata la paternità della ricetta si deve alla Sicilia, dove si coltivano le melanzane tipiche da Parmigiana che si chiamano "petrociane", da cui il nome... dopo varie distorsioni! 
A parte il nome, la ricetta assume varie sfaccettature a seconda dei luoghi (l'aggiunta della mozzarella in Campania o del caciocavallo in Sicilia ... solo Parmigiano in Emilia) e dei cuochi (c'è chi frigge, chi griglia, chi aggiunge la besciamella ecc. )
Lungi da me, l'idea di voler dare la ricetta "giusta", vi propongo la mia versione, che si chiama "leggera", non a caso, ma proprio perché ridotta all'essenza!!! 
Ma è talmente buona che ormai la faccio sempre così!!! 


Ingredienti per 4 cocottine:
  • 2 melanzane medie
  • 1 spicchio di aglio
  • 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 kg di pomodorini datterini
  • Alcune foglie di basilico
  • 100 g di Parmigiano Reggiano
  • Un pizzico di sale
  • Pepe nero macinato al momento


Preparazione:
Affettare le melanzane (senza spurgarle sotto sale) a fette spessore 3 millimetri circa e grigliarle.
In una casseruola, profumare l’olio con l’aglio, soffriggerlo leggermente ed aggiungere i pomodorini tagliati a metà, il basilico spezzettato con le mani, salare pepare e far cuocere 10 minuti circa.
Quando i pomodorini sono ritirati, passarli al passaverdure, ricordandosi di togliere l’aglio.
Grattugiare il Parmigiano.
Montare adesso la parmigiana, ungendo leggermente il fondo della cocottina e ricoprendolo di melanzane grigliate.
Aggiungere 2 cucchiai di pomodoro e ricoprire con uno strato di melanzane e poi uno strato abbondante di Parmigiano grattugiato.
Fare strati fino a riempire la cocottina.
Terminare con melanzane, pomodoro e Parmigiano.
Infornare a 160° per 60 minuti.

sabato 12 ottobre 2013

Tartufini con polvere di capperi ed erba cipollina

Stamattina, abbiamo fatto Cucinarte, esibizioni culinarie ... quasi una scuola di cucina, ma per tutti!!! E soprattutto per divertirsi!!! E infatti ci siamo divertiti ... e abbiamo mangiato!!
L'argomenti di stamani era SENZA GLUTINE, perché come tutti sapete tantissime persone soffrono di celiachia, ma questa non è stata tanto una mattinata per insegnare qualcosa a chi soffre di questa malattia, quanto una serie di ricette per poter ospitare qualche amico con questo problema.
Infatti non ho usato prodotti specifici per celiaci, ma prodotti normali ed abbiamo realizzato antipasti, primi, secondi, dolci e finger food.
Questo è uno stuzzichino senza glutine ... che va benissimo in tutte le occasioni!!!!
L'ho realizzato con questo nuovo stracchino Nonno Nanni, allo yogurt!!! Delicatissimo ... si sposa in maniera eccellente con le erbe aromatiche!!!


Ingredienti per 10 tartufini:

Preparazione:
Tritare finemente la cipolla ed unirla al formaggio, all’origano, alla polvere di capperi ed  allle foglie di basilico spezzettati con le mani. Salare e pepare l’impasto.
Formare delle palline di composto e rotolarle nell’erba cipollina.