lunedì 4 febbraio 2013

Tortino di patate nere vitellotte

Avete mai usato la patata nera vitellotta?? Se la risposta è no, dovete rimediare subito!!!
Le ho viste al supermercato e mi sono subito incuriosita! Ho chiesto al commesso chiarimenti ... e lui carinissimo mi ha dato le 2 informazioni che aveva e mi ha detto con aria furba: "Ha visto, dentro sono viola"... ne ha tagliata una davanti ai miei occhi !!!! E' stato amore a prima vista!!! (Tra me e la patata intendo ... non con il commesso!!!!)
Naturalmente le ho comprate e mi sono fiondata a casa a cercare informazioni... che vi giro subito...

La patata nera vitellotta è una specie rara e antica di patata con buccia nera e polpa viola, proveniente dal Perù (anche se vengono coltivate anche in Italia, in Abruzzo, come quelle che ho comprato io).
Appartengono alla famiglia delle Solanum ed hanno una forma oblunga e grumosa ed una taglia molto piccola. La buccia è spessa, la polpa è viola (il colore si mantiene in cottura)
ha un profumo che ricorda la nocciola e il suo sapore ricorda quello della castagna.
E' una varietà antica, semiselvatica, non viene coltivata in larga scala perché ha una bassa resa, quindi sopravvive grazie ai piccoli produttori.
Non è una patata modificata geneticamente (non l'avreste trovata su questo blog) ed è soprattutto più ricca di antiossidanti naturali (più dei mirtilli).
Fonte: alimentipedia.it




Così sono carine ... ma l'interno è una vera sorpresa!!!





Ingredienti per 8 tortini:
  • 400 g di patate nere vitellotte (pesate con la buccia)
  • 2 albumi
  • 150 ml di besciamella (la ricetta la trovate qui)
  • 50 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • Sale
  • Pepe
  • 200 g di crema di zucca (zucca cotta con 2 cucchiai di olio, sale, pepe, rosmarino, frullata con brodo vegetale)
  • rametti di rosmarino per decorare

Preparazione:
Sbucciare le patate (le patate nere vitellotte hanno una buccia molto dura, conviene toglierla) lessarle in molta acqua e una volta cotte schiacciarle con lo schiacciapatate.
Unire tutti gli ingredienti, amalgamando bene, per ultimi aggiungere gli albumi montati a neve.
Imburrare 6 stampini (se sono in silicone non importa), distribuirvi il composto riempiendoli fino ai 2/3 e passarli in forno a 180° per 30 minuti immersi in un bagnomaria caldo.
Intanto scaldare la crema di zucca e posizionarla a specchio su un piatto.
Una volta cotti estrarre i tortini dal forno, sformare subito sopra la crema di zucca, guarnire con i rametti di rosmarino e servire!


5 commenti:

  1. Dalle mie parti le patate viola o nere non le ho mai viste. Se dovessi trovarle mi ricorderò dei tuoi tortini. E pensare che prima della scoperta dell'america le patate non erano conosciute, così come i pomodori e le melanzane! E quindi nessuno faceva il sugo per insaporire le pietanze... Che cucina triste!

    RispondiElimina
  2. Allora evviva Cristoforo Colombo!!!!

    RispondiElimina
  3. Magari le trovassi! Qui da me nemmeno traccia!
    Colori splendidi nel tuo piatto, sicuramente ottimo.

    RispondiElimina
  4. Mai mangiate queste patate, sicuramente buoni i tortini. Ciao.-

    RispondiElimina
  5. Ciao Giovanna, sono buoni, ma a conquistarmi è stata l'estetica!!!!

    RispondiElimina