venerdì 30 novembre 2012

Panini al latte

La preparazione natalizia, comincia dai particolari... questi panini al latte, classico di feste e compleanni, si adattano anche alla tavola di Natale... sono buonissimi, si sposano con tutto e sono facili da fare.



Ingredienti per 30 panini:
  • 50 g di burro
  • 500 g di farina manitoba 
  • 300 ml di latte
  • 25 g di lievito di birra
  • 7 g di sale fino
  • 60 g di zucchero
Per spennellare
  • Latte
  • 1 uovo

Preparazione:
Sbriciolare il lievito di birra in una ciotola, aggiungere due cucchiaini di zucchero e 100 ml di latte appena tiepido.
Mescolare per sciogliere completamente il lievito e coprire con un piattino, finché sulla superficie del latte non si forma una schiuma.
Intanto scaldare appena il resto del latte, unire il resto dello zucchero, il burro fuso e il sale, mescolando bene per sciogliere il tutto.
In una ciotola capiente inserire la farina a fontana e versare all'interno il composto con il latte ed il lievito che nel frattempo avrà formato la schiuma.
Amalgamare bene tutti gli ingredienti formando una palla.
Trasferire ora l'impasto sulla spianatoia e lavorarlo bene con le mani per almeno 15 minuti, fino a che non diventi liscio ed elastico.
Inserire la palla di impasto in una ciotola capiente, coperto con un panno umido e farlo lievitare in un ambiente tiepido lontano dalle correnti d'aria, almeno per 2 ore.
Sarà pronto quando il volume dell'impasto sarà raddoppiato.
Togliere a questo punto la pasta dalla ciotola e formare un salsicciotto, dal quale andranno ricavati tanti pezzetti del peso di 30 g ciascuno, dai quali ricavare altrettante palline che andranno sistemate sulla teglia del forno foderata di carta forno (distanziate perché crescono!).
Per formare i panini non vanno fatte palline rotolate effetto polpetta, altrimenti vengono fuori "rugosi"; bisogna invece lavorare il singolo pezzetto di impasto prendendolo con le dita delle due mani, tirare i bordi della pasta verso il basso e spingerla con i pollici alla base, premendola poi per saldarla.
Così facendo, tutte le increspature vengono portate alla base della panino e la sua superficie risulterà liscia, poi la successiva lievitazione attenuerà tutte le increspature sottostanti. 
Spennellare i panini ottenuti con del latte tiepido e lasciarli lievitare per almeno mezz’ora in un posto tiepido e privo di correnti d'aria. 
Nel frattempo accendere il forno a 220° e quando i panini saranno nuovamente lievitati , spennellarli con l’uovo sbattuto e infornarli per circa 18 minuti. 
Quando si saranno colorati in superficie, estrarre i panini dal forno e lasciarli raffreddare.









Ringraziando nuovamente Any per il premio, lo giro a:

  • Cuochetta in punta di piedi
  • A casa di Ely per l'ora del thè
  • Al cibo commestibile
  • Farina, lievito e fantasia
  • Fiordilatte
  • Fior di frolla
  • Il covo dei golosi
  • La tana del coniglio
  • Fragola e limone
  • Hiperica
  • Il criceto goloso
  • La cucina di Federica
  • La cucina di Ombraluce
  • La dolcetteria
  • La via delle spezie
  • Mollica di pane




giovedì 29 novembre 2012

Tacchino ripieno


Uno dei miei problemi di gestione quotidiana riguarda il cucinare in anticipo... per mia indole farei sempre quello che mi va al momento di andare a tavola, ma non è sempre possibile (abbiamo tutti orari diversi!)... ci sono alcuni piatti che offrono soluzioni al problema cioè tutti quelli che possono essere cucinati prima e poi scaldati...
Questo tacchino, si presta benissimo allo scopo!
Resta morbido e saporito anche riscaldato... si presenta benissimo, è ricco di colori e di sapori!


Ingredienti:
  • 1 grossa fetta di fesa di tacchino
  • 1  kg di spinaci o bietole
  • 150 g di rigatino di Cinta Senese (o pancetta stesa salata) a fette
  • 2 uova
  • Olio extra vergine di oliva
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 rametti di rosmarino
  • Sale
  • pepe

Preparazione:
Lavare gli spinaci e scottarli con l’acqua restata addosso alle foglie durante il lavaggio.
Far raffreddare e tritare finemente.
Ripassare poi gli spinaci in padella con uno spicchio di aglio e olio extra vergine di oliva.
Far raffreddare.
Sbattere 2 uova e preparare una frittata.
Stendere la fesa di tacchino su un tagliere e batterla per appiattirla.
Adagiare sulla fesa le fettine di pancetta, poi la frittata e sopra gli spinaci.
Arrotolare la fesa su se stessa e legare bene con spago da cucina.
In una casseruola che possa contenere il rotolo di tacchino, far insaporire l’olio extra vergine di oliva con aglio e rosmarino e inserire poi il tacchino in olio caldo.
Far dorare da tutti i lati chiudendo bene i pori della carne. 
Salare e pepare con pepe macinato al momento.
Coprire con il coperchio e continuare la cottura altri 10 minuti.
Lasciar riposare 5 minuti coperto.
Togliere dalla casseruola e affettare a fette di 1 cm.
Servire con il sughetto di cottura.



E poi ieri questa bella sorpresa da Any




mercoledì 28 novembre 2012

Plumcake allo yogurt e olio di oliva

Questa è una ricetta leggerissima per un dolce veramente light ... 
Appartiene alla sperimentazione di torte per Ale ... senza burro, senza liquori ... quindi adatta anche per i bambini e per chi è a dieta ... per la colazione o la merenda ...


Ingredienti:

  • 180 g di farina
  • 60 g di fecola
  • 11 g di lievito per dolci
  • 1 limone (solo la scorza grattugiata)
  • 100 ml di olio extra vergine di oliva
  • 1 pizzico di sale
  • 3 uova medie
  • 250 g di yogurt greco
  • 140 g di zucchero semolato
Preparazione:
In una ciotola amalgamare lo yogurt, le uova sbattute, l’olio, il sale e la scorza grattugiata del limone, quindi lo zucchero semolato, poi il lievito, la  farina e la fecola di patate precedentemente setacciate.
Aggiungere il sale al composto, poi imburrare e infarinare uno stampo da plumcake e versare all'interno l'impasto ottenuto.
Cuocere in forno statico già caldo a 180° per circa 50 minuti senza mai aprire la porta del forno.
Prima di estrarre il plumcake dal forno pungetelo in profondità con uno stecchino per spiedini: se estraendolo rimarrà asciutto, il plumcake sarà cotto.
Lasciarlo raffreddare nello stampo, coperto con un canovaccio pulito, quindi sformarlo e servirlo.

martedì 27 novembre 2012

Cioccolatini alle mandorle croccanti (Rocher)


Le Apette Operose, colpiscono ancora! Cioccolatini alle mandorle croccanti ... 
E' una variazione dei celebri Rocher, ma modificata secondo i nostri gusti ... cioè non con poca cioccolata , ma ben ricoperti !!!
"Rocher" in francese significa "rocce"... infatti questi cioccolatini sembrano dei sassi... ma invece sono dei croccantissimi filetti di mandorla caramellati, ricoperti da un velo di cioccolato... questo velo a casa mia diventa una copertura vera... 
E' un must natalizio come i tartufini ... ed è un pensiero carino per un regalino di Natale o per decorare la tavola ... Quindi le Apette si sono scatenate nella produzione .... ma non ho potuto riempire il sacchettino ... me ne hanno mangiati la metà ...




Ingredienti per 25 cioccolatini:
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 100 g di cioccolato gianduia o al latte
  • 120 g di mandorle pelate
  • 2 cucchiai di acqua
  • 3 cucchiai di zucchero
  • zucchero a velo q.b.
Preparazione :
Accendere il forno a 180°.
In un pentolino sciogliere 3 cucchiai di zucchero in 2 cucchiai d’acqua e portare ad ebollizione, mescolando per 1-2 minuti, fino ad ottenere uno sciroppo denso.
Togliere dal fuoco.
Tagliare le mandorle a bastoncini (dal lato lungo).
Versare le mandorle tagliate in una ciotola, aggiungere lo sciroppo ed amalgamare bene.
Con 2 cucchiai formare dei mucchietti sulla teglia da forno rivestita di carta forno e spolverarli con lo zucchero a velo.
Infornare per 3-4 minuti nel forno già caldo.
Dopo 3 minuti togliere la teglia dal forno e lasciar raffreddare completamente.
Intanto tritare il cioccolato e fonderlo a bagnomaria, temperare come maestro Nanni insegna, poi immergere i cioccolatini uno ad uno nel cioccolato fuso e metterli a sgocciolare e raffreddare su di una gratella.
Conservarli in un luogo fresco ed asciutto chiusi in un contenitore col coperchio.
Se la stagione è calda conservare in frigo.
Non so quanto possono durare perché a casa mia la massima durata è stata 3 giorni!!!!!


lunedì 26 novembre 2012

Zuppa di lenticchie al profumo di rosmarino


In questi giorni c'è un sole bellissimo, ma è comunque inverno... e una bella zuppa che riscalda ci sta proprio bene ... piatto totalmente vegetale, ma che sazia ... un ottimo pasto invernale ... e poi in tempo di crisi ... hai visto mai che le lenticchie (simbolo di prosperità) non siano di buon auspicio per tutti!!!!!!! 


Ingredienti:
  • 250 g. di lenticchie del Colfiorito secche
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 1 cipolla (possibilmente di quelle rosse di Certaldo)
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 l di brodo vegetale
  • Sale
  • Pepe macinato al momento

Preparazione:
Affettare finemente la cipolla e rosolarla in una capiente casseruola con l’olio di oliva.
Pulire le lenticchie, lavarle ed unirle alla cipolla.
Rosolarle alcuni minuti, poi allungarle con il brodo bollente e portarle a cottura.
Aggiustare di sale e pepe e passarle al passaverdura.
Se l’operazione risultasse difficoltosa aggiungere un po’ di brodo vegetale.
Rimettere la passata nella casseruola insieme al rosmarino, addensarla e servirla così, oppure accompagnata da crostini di pane toscano tostato nel forno.
Oppure cuocere nella passata dei tagliolini all’uovo o pasta grossa di grano duro.
In questa stagione è consigliabile arricchire con un giro di olio extra vergine d’oliva toscano nuovo (olive del Chianti e spremitura a freddo 2012 è il top!) ed una generosa macinata di pepe nero.

sabato 24 novembre 2012

Torta light agli agrumi con crema agli agrumi di accompagnamento


Avrete certamente notato che sto postando spesso torte light. 
Sono ricette nate per una persona che mi sta molto a cuore, convalescente da una gravissima malattia, il quale non può mangiare cose pesanti, niente creme, burro, panna, cioccolato ecc. ... così sto rivedendo alcune ricette in maniera light ... ma che siano comunque buone e golose ... per dargli almeno la gioia di piccoli momenti di dolcezza ... 
Tanti auguri Ale ...
Questa torta di solito la faccio nello stampo del ciambellone e viene alta ... così è venuta sottile ... ma la volevo trasformare in torta di compleanno ....


Ingredienti:

  • 250 g di farina
  • 80 g di fecola
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 limone (la scorza grattugiata + 1/2 succo)
  • 2 arance (la scorza grattugiata)
  • 6 mandarini (solo il succo)
  • 100 ml di olio extra vergine di oliva
  • 1 pizzico di sale
  • 3 uova medie
  • 250 g di yogurt greco
  • 200 g di zucchero grezzo di canna
Preparazione:
Sbattere con le fruste elettriche (oppure a mano) le 3 uova con lo zucchero di canna fino a formare una massa densa e cremosa.
Aggiungere lo yogurt, l’olio, la scorza grattugiata del limone e delle arance, il succo del limone e dei mandarini.
Amalgamare bene il tutto e aggiungere la farina, la fecola di patate ed il lievito precedentemente setacciati.
Aggiungere il sale e amalgamare per bene gli ingredienti, poi imburrare e infarinare uno stampo rotondo da 26 cm di diametro e versare all'interno il composto ottenuto.
Cuocere in forno statico già caldo a 180° per circa 45 minuti senza mai aprire la porta del forno.
Prima di estrarre la torta dal forno pungerla in profondità con uno stecchino per spiedini: se estraendolo rimarrà asciutto, la torta sarà cotta.

Lasciar raffreddare la torta poi cospargerla di zucchero a velo. 

Per fare le scritte :ritagliare le sagome nel cartoncino, posizionarle sulla torta, spolverare tutto di zucchero a velo e rimuovere poi le sagomine con una pinzetta, facendo attenzione a non smuovere lo zucchero.

I fiorellini sono dei semplici ritagli di scorza di arancio e limone.



Crema agli agrumi 


Ingredienti:

  • 2 tuorli
  • 4 cucchiai di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di maizena
  • 2 arance (il succo e la buccia grattugiata)
  • 1 limone (il succo e la buccia grattugiata)

Preparazione:

Sbattere con le fruste elettriche (oppure a mano) i 2 tuorli con lo zucchero di canna fino a formare una massa densa e cremosa.
Aggiungere la maizena e il succo degli agrumi filtrato, a filo.
Addensare sul fuoco mescolando bene.



venerdì 23 novembre 2012

Cioccolatini ripieni con caramello salato ed anacardi

 Le Apette Operose è il nostro marchio casalingo di prodotti (rigorosamente home made) che andranno a costituire i nostri regali natalizi di quest'anno.
L'idea è di regalare a parenti ed amici dei buoni prodotti fatti in casa ... ma non le solite cose ... sempre qualcosa di diverso ... di personalizzato... viziando un po' tutti!
In periodo di crisi, saranno regali pochissimo costosi, divertenti da fare e buonissimi!!!!





Cominciamo con il compleanno di Marco ... ed un sacchetto di cioccolatini fatti in casa ...
Naturalmente vi posterò anche le ricette.


Cioccolatini ripieni

con caramello salato ed anacardi

Ingredienti per 30 cioccolatini:

  • 400 g di cioccolato fondente 70%
  • 130 g di zucchero
  • 40  g di acqua
  • 75 g di panna
  • 40 g di burro salato
  • 1 pizzichino di sale (eventuale)
  • Un pugno di anacardi (ho dimenticato di pesarli)

Preparazione:
per il caramello salato
Mettere acqua e zucchero a bollire in una casseruolina.
Intanto scaldare la panna.
Quando lo sciroppo diventa di colore ambrato, versarci la panna calda e mescolare energicamente.
Togliere dal fuoco e aggiungere il burro, continuando a mescolare fino ad ottenere la crema, quindi lasciarla raffreddare prima di usarla.
per il guscio di cioccolato:
Rimando dritti dritti al blog La vetrina del Nanni, il maestro del cioccolato ! Qui la sua lezione di temperaggio del cioccolato.

Appena pronti i gusci, riempirli con il caramello salato, spezzettare finemente con il coltello gli anacardi ed unirli al ripieno.
Saldare poi il cioccolatino con una nuova colata di cioccolato temperato.
Mettere in frigo a rassodare e confezionare con un bel fiocco ed una simpatica etichetta.


giovedì 22 novembre 2012

Budini di riso


Ho trovato questa ricetta alcuni giorni fa su blog Pasticci e pastrocchi. Non avevo mai fatto i budini di riso, anche se sono una ricetta tipica toscana. O forse proprio per quello, perché qui si trovano discreti in molte pasticcerie, allora li mangiamo ogni volta che ne abbiamo voglia. Da un po' di tempo però mi sono spesso lamentata del sapore "industriale" dei prodotti delle pasticcerie locali e l'occasione fa la donna pasticcera!
Avevo da un po' di tempo in dispensa 2 pugnetti di riso semi integrale buonissimo ma con cottura da 50 minuti circa: solo vederlo lì mi faceva arrabbiare!!!
Allora mi è venuta voglia di fare i budini di riso e cerca, cerca, la ricetta di Pasticci mi ha convinto più delle altre, perché nella sua descrizione ho percepito la morbidezza dei suoi budini. Se sono duri, si perde metà della soddisfazione di mangiarli! Ho trovato tantissime ricette, ma dal rapporto degli ingredienti e dalla sua descrizione, mi sono convinta! Devo dire che aveva ragione: bravissima ! Erano buoni sia caldi che freddi. Ho apportato giusto 2 modifiche date dall'irreperibilità degli ingredienti alle 10 di sera!!!  Anche lo stampino non è un problema se è quello classico di alluminio: qui da noi molte pasticcerie fanno il budino rotondo, non ovale e mi ricordo bene che quando ero bambina tutti lo facevano rotondo quindi sarà meno chic, ma ci sta tutto!


Ingredienti :
per la pasta frolla
·         250 g di farina
·         3 tuorli
·         1 pizzico di sale
·         115 g di burro
·         105 g di zucchero
·         1 cucchiaino di lievito in polvere
·         La scorza di 1/2 limone
·         1 baccello di vaniglia

Ingredienti:
per il ripieno
·         600 ml di latte
·         100 g di riso
·         70 g di zucchero
·         2 albumi (la prossima volta provo con 1 solo, perché raffreddando si sgonfiano molto al centro...) 
·         1 tuorlo

Preparazione:
Preparare prima di tutto la frolla.
Tagliare il burro (a temperatura ambiente) a pezzetti.
Unire  la scorza di limone e lo zucchero ed impastare con le mani il più velocemente possibile finché non saranno ben amalgamati.
Unire i tuorli leggermente sbattuti e mescoliamo il composto con una frusta a mano. Aggiungere  la farina, il lievito ed il pizzico di sale e impastare tutto prima con una forchetta e poi con le mani fino ad ottenere una palla.
Lasciar riposare il composto in frigo per almeno 4 ore, meglio se tutta la notte … se c’è fretta 15 minuti di freezer... io ho fatto così!
Per il ripieno:
Mettere a bollire mettiamo a bollire il riso con il latte ed i semini della bacca di vaniglia in un pentolino a doppio fondo, mescolando di tanto in tanto perché non si attacchi.
Far cuocere finché il riso non avrà assorbito tutto il latte e sarà morbido.
Quindi unire lo zucchero, mescolare e lasciar raffreddare.
Quando sarò tiepido aggiungere il tuorlo, mescolare bene finché non sarà ben incorporato ed infine unire, con lenti movimenti dal basso verso l'alto, gli albumi montati a neve ben ferma. 
A questo punto, stendere  la pasta frolla e ritagliare tanti dischetti con cui foderare  il fondo ed i bordi degli stampini  in alluminio ... durante la cottura la pasta esce leggermente dallo stampino, ma non è un problema, perché mantiene comunque la forma.
Bucherellare il fondo e il bordo con i rebbi della forchetta  e riempire con il composto fino al bordo della pasta.
Infornare a 180° per 30/40 minuti o finché non saranno dorati.
Lasciar raffreddare e spolverare di zucchero a velo. 
Si possono mangiare già dopo una decina di minuti (prima sono da ustione!) e caldi sono mitici ... ma la consistenza giusta, la gustiamo dopo un po' di ore! 

mercoledì 21 novembre 2012

Asparagi in sfoglia con il crudo

Prove tecniche di trasmissione ... per il Natale ! Quest'anno ho già voglia di fare un po' di prove culinarie ... ho visto dall'ortolano gli asparagi e mi è venuta subito l'idea ... 
A dire la verità li ho fatti spesso, ma hanno sempre un sacco di successo, sono veloci da fare e sono molto scenografici ... quindi spendibili anche per il pranzo di Natale!
Ho trovato tempo fa questa ricetta su Giallo Zafferano e l'ho rifatta in varie versioni, sempre con gli asparagi, la sfoglia, ma cambiando l'interno.
Le versioni più riuscite :pancetta e scamorza, con la salsiccia, cotto e Emmenthal ... qui la versione classica.



Ingredienti per 4 persone:
  • 8 asparagi verdi
  • 30 g di Grana Padano
  • 250 g di pasta sfoglia
  • 8 fette di prosciutto crudo
  • 1 uovo
Procedimento:
Pulire bene gli asparagi, eliminando le parti bianche dei gambi e raschiarli per eliminare le parti esterne più dure. 
Bollirli poi in acqua salata per 8/10 minuti, fino a che saranno cotti ma ancora croccanti, quindi scolarli e lasciarli raffreddare e asciugare. 
Accendere il forno a 200°.
Stendere il rotolo di  pasta sfoglia, spianarlo leggermente con un mattarello e ricavare con un coltello 8 strisce di larghe circa 1,5 cm. 
Sul piano di lavoro stendere le fette di prosciutto crudo, cospargerle di scaglie di grana.
A questo punto arrotolare una fetta di prosciutto con il grana attorno ad ogni singolo asparago.
Poi ogni asparago avvolto nel prosciutto sarà avvolto ulteriormente con una striscia di pasta sfoglia con un movimento a spirale.
Appena tutti gli asparagi sono stati rivestiti, adagiarli su una placca da forno e spennellarli con l'uovo sbattuto.
Appena il forno ha raggiunto la temperatura, infornare gli asparagi per 25 minuti e servirli ben caldi.
Si può dare un tocco in più agli asparagi in sfoglia, cospargendoli di semi di sesamo una volta spennellati con l'uovo.


martedì 20 novembre 2012

Torta di crêpes di Viviana

  Viviana è la mia insegnante di spagnolo, di origine Argentina ... questo piatto l'ho mangiato a casa sua, ma non credo che sia  un piatto sud americano ... Comunque, da qualunque parte venga è veramente delizioso ... e personalizzabile a seconda delle occasioni.
Solitamente si mangia come antipasto, ma può diventare un piatto unico, oppure un secondo ... 
  

Ingredienti per le crêpes:
·         50 g farina
·         30 g burro
·         4 uova
·         1 dl di latte
·         Sale

Ingredienti per la farcitura:
·         Pomodori Pachino conditi con olio, sale e pepe
·         Insalatine di campo
·         Carote tagliate a fili
·         Prosciutto cotto
·         Olive nere snocciolate tagliate a rondelle


Preparazione:
Preparare le crêpes : sbattere le uova intere con il sale, aggiungere piano piano la farina setacciata, continuando a mescolare.
Intanto sciogliere il burro nel latte leggermente scaldato, farlo raffreddare ed unire i 2 composti, mescolando molto bene.
Lasciar riposare l’impasto in frigo almeno 1 ora (anche più).
Al momento della cottura, in un padellino piccolo antiaderente ben caldo, versare un mestolino di composto, ruotarlo bene per farlo aderire in modo omogeneo.
Appena il bordo esterno si colora leggermente girare la crêpes (saltandola fa più scena… altrimenti usare una forchetta o una spatola) e cuocerla anche sull’altro lato.
Depositare la crêpes  su un piatto, man mano che si cuociono, così si manterranno morbide.
Una volta terminata la cottura, adagiare una crepe su un piatto da portata e coprire con fette di prosciutto cotto.  Chiudere con una nuova crepe e farcisce con pomodorini Pachino tagliati (scolati bene dalla loro acqua) e conditi con olio, sale e pepe, poi sovrapporre  una nuova crepe e ricoprire di insalatine di campo.
Poi una nuova crepe e coprire di carote a filini condite, un’altra crepe, rondelle di olive e l’ultima crepe, guarnita con gli elementi della farcitura.
Lasciare in frigo coperta dalla pellicola fino al momento di servirla in tavola.

lunedì 19 novembre 2012

Mini soufflé di cardi


In inverno i cardi sono una verdura magica ... si possono cucinare in tanti modi diversi e riescono sempre a stupire ... mini soufflé golosissimi ... per un contorno, un antipasto ...



Ingredienti per 6 tortini:
  • 250 g. di cardi puliti e lessati
  • 1/2 limone
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • 100 ml di panna liquida
  • 35 g di fecola
  • 1 spicchio di aglio
  • 3 uova
  • Burro e farina per lo stampo
  • Sale
  • Pepe

Preparazione:
Pulire i cardi, togliere bene i filamenti e  metterli in una bacinella di acqua acidulata con mezzo limone.
Farli bollire per 30 minuti in una pentola di acqua leggermente salata.
A fine cottura scolarli accuratamente e tritarli sottilmente.
In una padella scaldare 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva con uno spicchio di aglio
e saltare i cardi.
Lasciar raffreddare e inserire nel mixer con i tuorli, la panna, la fecola, sale e pepe. Tritare bene il composto, toglierlo dal mixer e in una ciotola unirlo delicatamente alle chiare montate a neve con un pizzichino di sale.
Imburrare 6 stampini (meglio se in silicone), distribuirvi il composto riempiendoli fino ai 2/3 e passarli in forno a 180° per 30 minuti immersi in un bagnomaria caldo.
A cottura, sformare subito nel piatto.