sabato 29 dicembre 2012

Ravioli di cotechino e patate con crema di lenticchie

Un must di Capodanno, un piatto per rivisitare le splendide tradizioni emiliane.
Il cotechino, principe della tavola di fine anno insieme alle lenticchie ed al purè uniti alla magnifica tradizione della pasta fresca, diventa un primo straordinario con il quale salutare l'anno vecchio ed augurarci tutto il meglio per l'anno nuovo.



Ingredienti per circa 140 ravioli quadrati di 5 cm di lato:
Per il ripieno:
  • 200 g  di cotechino fresco (quello fatto da un magnifico salumiere modenese)
  • 400 g di patate
Per la pasta:
  • 400 g farina di semola di grano duro
  • 400 g farina di grano tenero 00
  • 12 tuorli
  • 6 uova intere
  • 1 pizzico di sale
Per il condimento:
  • 500 g di lenticchie
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla piccola
  • 1 carota piccola
  • Rametti di rosmarino

Preparazione:
Per il ripieno:
Far bollire le patate e passarle, ancora calde, al passaverdura o schiacciarle con lo schiacciapatate.
Raccoglierle in una ciotola e farle intiepidire.
Cuocere il cotechino dopo averlo avvolto in un panno di cotone (lavato senza ammorbidente) per 3 ore e mezza in acqua bollente, farlo freddare, spellarlo, e frullarlo.
Amalgamarlo bene con le patate.

Per la pasta:
In una ciotola versare le farine a fontana, inserire le uova, il sale e preparare l’impasto, lavorandolo bene.
Tirare la sfoglia sottile e stenderla sullo stampo da ravioli o in alternativa tagliare dei quadrati di 5  cm di lato.
Inserire una quantità di ripieno come una nocciola.
Chiudere con un’altra sfoglia e formare i ravioli.

Per il condimento:
Pulire bene le lenticchie da eventuali sassolini, lavarle in acqua corrente e farle bollire circa mezz’ora con le verdure.
Togliere le verdure dalla pentola e passare al passaverdure metà delle lenticchie con un po’ di brodo.
Rimettere sul fuoco ed addensare a crema.

Composizione del piatto:
Cuocere i ravioli alcuni minuti in acqua bollente.
Fare un fondo piatto con la crema di lenticchie, posizionare sopra i ravioli scolati, ancora sopra le lenticchie intere.
Terminare tutto con un giro d’olio extra vergine di oliva e pepe macinato al momento.


Conservazione:
Per la conservazione dei ravioli, trovate qui tutti i suggerimenti che vi occorrono.

6 commenti:

  1. Finalmente qualche uso inedito del cotechino, poveraccio....era proprio tempo di rifargli il trucco!!
    Saporito e succulento.....mi piace!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fabiana, dopo averlo mangiato in modo classico una volta, se ti avanza sei fregata!!! Così lo ricicli ed è un piatto fantastico!!!! Un bacione e buon anno!!!

      Elimina
  2. Piatto abbastanza originale e sicuramente molto buono! Ti devo però confessare che a me non fanno paura i piatti complessi, mentre mi spaventano un po' le preparazioni che richiedono molto tempo; e temo che questo non sia tanto veloce da fare. Ovviamente se lo prepari tu, io sono ben disposto a mangiarmelo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora Andrea la prossima volta che li faccio, ti invito!!! Un bacione e Buon Anno!!!

      Elimina
  3. Ciao Monica, ho visto la tua ricetta ... siamo in sintonia ... Buon anno!

    RispondiElimina