domenica 23 dicembre 2012

Marmellata di cachi (o pomi)


In Toscana, i cachi, li chiamiamo "pomi"... nella patria della lingua italiana, ci concediamo un bel po' di divagazioni linguistiche ... 
Mi hanno regalato un mesetto fa questo bel cestino di cachi ... man mano ne ho fatti maturare alcuni inserendoli ben chiusi in un sacchetto di plastica insieme ad un paio di mele e chiusi a loro volta in una pentola per tenerli al buio. In due giorni sono pronti da mangiare e dato che mi piacciono molto li ho mangiati quasi tutti. Poi però il regalo si è ripetuto e non ce la facevo più a mangiarli tutti da sola (in casa mia non piacciono a nessuno!) ... allora marmellata!!!
Alcuni vasetti andranno poi nei cestini regalo per parenti ed amici a Natale.
La marmellata di cachi, un po' come il frutto, "allappa", ma se questo per voi non è un problema, il sapore è fantastico, il profumo pure!!!
E' adatta per fare i dolci (tipo crostata) oppure da mangiare insieme ai formaggi.
In Toscana, era molto usata, perché molti avevano in giardino o nell'orto un "pomo", poi con l'avvento del cibo industriale, dato che il sapore è particolare, e non è gradito forse alle masse si è perduta ... ma è un vero peccato, così ve la propongo ...


Ingredienti:

  • 1 kg di cachi maturi
  • 1 mela
  • 1 limone (succo + scorza grattugiata)
  • 600 g di zucchero
  • 1/3 di baccello di vaniglia


Preparazione:
Lavare accuratamente i cachi, togliere il picciolo e tagliarli grossolanamente. 
Sbucciare la mela e tagliarla a pezzettini piccoli. 
In un tegame in acciaio inserire i cachi, i pezzetti di mela, la scorza di limone ed il succo e lasciar cuocere per 5 minuti da quando stacca il bollore. 
Spegnere il fuoco e passare il composto al passaverdura. 
Rimettere il composto passato nella casseruola, aggiungere lo zucchero e la vaniglia  e far cuocere 40/45 minuti, a fuoco basso, mescolando frequentemente. 
A cottura avvenuta, togliere il baccello di vaniglia (in alcune ricette aggiungono 100 ml di Grand Marnier, ma io non l'ho messo!) e invasare nei vasetti sterilizzati.



Nota: da un po’ di tempo sterilizzo nel micro-onde. L’ho imparato da Martina
E’ facilissimo e veloce. 
Si sciacquano i barattoli di vetro e si mettono nel micro-onde ancora bagnati per 1 minuto alla massima potenza, si tolgono da micro-onde, si asciugano e sono pronti.

A questo punto si mette la marmellata, si chiudono bene con coperchi nuovi, si capovolgono su di un panno e si coprono con un altro (per aiutare a disperdere il calore).
Una volta raffreddati, si possono aggiungere le etichette.



Apette Felici !!!


  

Nessun commento:

Posta un commento