mercoledì 24 marzo 2010

Paté di fagiano tartufato



    Ingredienti per 4 persone come secondo piatto, per 8 come antipasto
    • 1 / 2 Fagiano
    • Olio extra vergine di oliva
    • Una noce di burro
    • Salvia
    • 1 costa di sedano
    • 1 Cipolla
    • 1 spicchio d'aglio
    • 1 bicchiere di vino bianco
    • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
    • 1 litro circa di brodo vegetale o acqua
    • Vendita
    • Pepe
    • 100 ml di panna
    • 1 Bicchierino di Cognac
    • 10 g di gelatina
    • 1 tartufo
    • Olive verdi in salamoia
    • Carote sott'olio
    Procedimento:
    Pulire il fagiano, fiammeggiarlo e tagliarlo a pezzi piuttosto grossi (fare attenzione alle ossa che scheggiano).
    In una casseruola, far rosolare un trito di salvia, sedano, cipolla e aglio, aggiungere quindi i pezzi di fagiano e rosolare bene.
    Sfumare con il vino bianco e quando è evaporato, aggiungere il concentrato di pomodoro diluito nel brodo o in acqua bollente.
    Tirare su a cottura continuando ad aggiungere il liquido scelto.
    Quando il fagiano è cotto, toglierlo dalla casseruola di cottura, disossarlo e tritarlo finemente.
    In una ciotola, amalgamere bene la carne tritata, il suo liquido di cottura, la panna ed il cognac
    Intanto preparare la gelatina, ammollando i fogli in acqua fredda per una decina di minuti.
    Quando diventano morbidi inserirli in un pentolino con un po’ di brodo e farli sciogliere completamente sul fuoco senza far bollire.
    Lasciar intiepidire la gelatina a temperatura ambiente e versarla in una stampo antiaderente.
    Unire quindi il composto, livellarlo e farlo riposare in frigo almeno 3 ore.
    Al momento di servire, sformare il patè dallo stampo, decorarlo con le olive e le carotine e ricoprirlo con lamelle di tartufo.
    Si serve con crostini di pane tostato.

sabato 20 marzo 2010

Cheese cake alle fragole

Una torta davvero godereccia ... un profumo fantastico ... un sapore che non posso descrivervi ... Vi ho fatto venire voglia di assaggiarla?





Ingredienti:

·         250 g di biscotti Digestive oppure Oro Saiwa
·         125 g di burro
·         150 g di zucchero
·         1 bustina di vanillina
·         250 g di mascarpone
·         250 g di Philadelphia
·         1 vasetto di yogurt bianco
·         1 barattolo di marmellata di fragole
·         Alcune fragole per guarnire


Preparazione:     

Amalgamare nel mixer i biscotti con il burro tenuto a temperatura
ambiente, fino a formare un impasto omogeneo.     
In una tortiera apribile con il fondo foderato di carta forno, adagiare il composto, livellarlo,  pressarlo bene quindi metterlo in frigo per       un’oretta a riposare.     
Amalgamare nel mixer il mascarpone, il Philadelphia, lo yogurt, lo      zucchero e la vanillina.     
Stendere il composto sulla base di biscotti, livellarlo bene e rimetterlo in frigo almeno mezz’ora.     
In un pentolino sul fuoco, sciogliere la marmellata e spalmare sopra alla torta.
Guarnire con le fragole e rimettere in frigo per almeno un paio d’ore.     Servire freddo.











venerdì 19 marzo 2010

Petto di pollo al tartufo nero di Norcia


Ingredienti per 4 persone:
  • Un petto di pollo intero
  • 1 spicchio d’aglio
  • Alcuni tartufi (dipende dalla dimensione) neri di Norcia
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale
  • pepe

Procedimento:
Tagliare il petto di pollo a fettine sottili.
In un contenitore da frigo, adagiare le fettine e insaporirle con un tartufo affettato finemente, chiudere e lasciar riposare diverse ore (meglio tutta la notte).
Al momento di cucinarlo, preparare una padella antiaderente con olio extra vergine di oliva ed 1 spicchio d’aglio.
Far insaporire l’olio, dopo di che, adagiare le fettine di pollo ricoperte di tartufo, nell’olio e appena diventa bianco girare subito.
Salare, pepare e appena il pollo diventa bianco su entrambi i lati è pronto.
Si serve con una grattata di tartufo fresco direttamente sul piatto.

giovedì 18 marzo 2010

Gnocchi di patate al radicchio di Chioggia e salsa al parmigiano




Ingredienti per 4 persone:
per gli gnocchi:

· 1 kg. di patate
· 300 g. di farina

per la salsa al radicchio:
· 1 radicchio di Chioggia Intero
· 2 spicchi di aglio
· Olio extra vergine di oliva
· Pepe e sale

per la crema di parmigiano:
· 125 ml di panna fresca
· 4 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato


Preparazione:
per gli gnocchi:
Lessare le patate con la buccia fino a cottura.
Sbucciarle e passarle
passaverdura.
Quindi impastare le patate con la farina e formare una palla omogenea.
Dalla palla staccare dei pezzi, formare dei bastoncelli del diametro desiderato e tagliarli a piccoli pezzi (più o meno lunghi 1 centimetro).
Volendo si possono passare sui rebbi della forchetta per rigarli (se rigati, prendono meglio il sugo).
Nel frattempo far bollire una pentola di acqua, appena bolle , salare e inserire un po' di gnocchi alla volta.
Appena vengono a galla, sono cotti.
Una volta cotti si possono surgelare e ricuocere (senza scongelare) come fossero freschi, non si possono conservare in frigo se non alcune ore.

Preparazione:
per la salsa al radicchio:
Pulire il radicchio togliendo la parte bianca alla base che è dura.
Tagliarlo a julienne.
Intanto far andare sul fuoco in una padella capiente, i 2 spicchi d'aglio con olio extra vergine di oliva.
Appena l'aglio si è imbiondito, aggiungere il radicchio e farlo stufare fino a cottura.
Passare quindi al passaverdura, avendo cura di togliere gli spicchi d'aglio e lasciandone un po' per le decorazioni dei piatti.
Far restringere la salsa sul fuoco se risultasse un po' troppo morbida, oppure allungare con un paio di cucchiai d'acqua, se fosse troppo asciutta.
Preparazione:
per la crema di parmigiano:
Scaldare sul fuoco la panna e pian piano, aggiungere il parmigiano grattugiato mescolando sempre.
Appena si è addensata, toglierla dal fuoco, passarla con il frullatore ad immersione perché venga bella vellutata e montare il piatto


Composizione del piatto:
Distribuire nei piatti di portata scaldati, 2 o 3 cucchiai di salsa di radicchio a specchio.
Scolare sopra gli gnocchi e irrorarli con la salsa di Parmigiano.
Decorare la sommità degli gnocchi con il radicchio stufato e servire subito.




martedì 16 marzo 2010

Involtini di Chianina con spinaci,mozzarella e pomodorini




Ingredienti per 4 persone:
• Fettine di manzo o vitellone tagliate sottili tipo carpaccio 400 g
• 1 mozzarella fior di latte
• Una manciata di spinaci freschi
• 2/3 pomodorini ad involtino
• Salvia
• 2 spicchi di aglio
• Fior di sale
• Pepe
• Mezzo bicchiere di olio extra vergine d’oliva

Procedimento:
Distendere su un tagliere una fetta di carne e ricoprirla di spinaci ben puliti e lavati.
Aggiungere al centro alcuni pezzetti di mozzarella, e 2/3 pomodorini tagliati in 4 .
Salare, pepare abbondantemente e chiudere i lembi di carne esterno sopra, senza legarli né inserire stuzzicadenti, si chiuderanno da soli in cottura.
Saltare in una casseruola mezzo bicchiere di olio extra vergine di oliva con i 2 spicchi d’aglio e la salvia, quindi, ad olio bollente aggiungere gli involtini (dalla parte della chiusura).
Far cuocere a fuoco vivace 2 minuti per lato, poi abbassare la fiamma,
coprire la casseruola e far cuocere altri 5 minuti, fintanto la carne ha fatto il sughetto.

domenica 14 marzo 2010

Arancini della penisola

Questo piatto nasce dall’esigenza di non buttare il risotto avanzato (una porzione abbondante) e dato che il risotto era allo zafferano (quindi ricetta lombarda), gli arancini che ho deciso di farci sono siciliani (Montalbano insegna), all’interno ho messo un fiordilatte campano, ed un magnifico prosciutto cotto triestino (leggermente affumicato e cotto in forno in crosta di pane)… il nome è certo meritato…


Ingredienti per 12 arancini:

• 1 porzione di risotto allo zafferano (la ricetta al post precedente)
• 50 g di mozzarella fiordilatte
• 50 g di prosciutto triestino cotto in crosta di pane
• 60 g di farina
• 60 g di pan grattato
• 2 uova
• Olio extra vergine di oliva
• Sale


Preparazione:
Prendere un po’ di risotto con le mani e fare una pallina (dimensione pallina da ping pong).
Farci un foro al centro ed inserirvi dei dadini di mozzarella avvolti da un pezzettino di prosciutto cotto.
Chiudere il foro e dare di nuovo la forma di pallina.
Una volta preparare tutte le palline, rotolarle prima nella farina, poi nell’uovo sbattuto, poi nel pan grattato.
Una volta pronte, friggerle in abbondante olio extra vergine di oliva.
Salare e servire subito.

In questo post ho fotografato i vari passaggi:

Il risotto avanzato:



Tutti gli ingredienti per il ripieno:



Adesso le palline di riso già riempite:


Passiamo alla panatura: primo passo nella farina






Secondo passo nell'uovo sbattuto:



Terzo passo nel pangrattato:


Adesso gli arancini sono pronti per essere fritti:



E questo è il risultato dopo la frittura.


sabato 13 marzo 2010

Risotto allo zafferano

Il Risotto allo zafferano è un piatto tipico della cucina lombarda , da non confondere con il risotto alla Milanese (che contiene il midollo di bue).



Ingredienti per 4 persone :
  • 350 g. di riso Carnaroli
  • 125 g di burro
  • 1 cipolla
  • 80 g di Grana Padano grattugiato
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 litro di brodo di carne
  • Sale
  • 0,10 g di pistilli di zafferano 
  • 1 pizzico di pistilli di zafferano per guarnire

Preparazione del risotto:
Tritare finemente la cipolla. Intanto sciogliere metà burro in una casseruola, avendo cura di non farlo friggere. Unire la cipolla al burro fuso, farla imbiondire, mescolando continuamente, quindi aggiungere il riso e tostarlo facendogli assorbire tutto il burro. A questo punto alzare la fiamma e bagnare il riso con il vino, lasciarlo evaporare, quindi bagnare con 2 mestoli di brodo. Appena il brodo è asciugato, bagnare nuovamente con poco brodo alla volta, fino a cottura. Intanto tritare finemente 0,10 g di pistilli di zafferano ed inserirli in una tazzina con 1 dito di acqua bollente, lasciando in infusione 15/20 minuti (il tempo che il riso arriva a cottura). Quando manca poco a fine cottura, allungare l'infusione di zafferano con un mestolo di brodo bollente ed aggiungerla al riso. Aggiustare di sale e a cottura ultimata, facendo attenzione a non far asciugare troppo il riso, mantecare con il burro rimasto e il grana. Lasciar riposare 2 minuti, e servire guarnendo i piatti con i pistilli di zafferano. Molto bella come presentazione è pigiare il risotto in uno stampino e sformarlo nel piatto di portata, decorando con i pistilli di zafferano e foglie di prezzemolo.

venerdì 12 marzo 2010

Tonno del Chianti e premio

Il Tonno del Chianti è una ricetta a base di carne di maiale…infatti, il famoso "maialino di cinta Senese" viene lavorato in modo da somigliare al tonno in scatola per l'aspetto, ma il sapore è delicato, ma decisamente caratteristico.
Una volta confezionato così è anche una bellissima idea regalo ... per ogni occasione!!!



Ingredienti per il brodo vegetale:
• 3 l di acqua
• 1 grossa cipolla
• 1 patata piccola
• 1 carota grossa
• 1 costa di sedano con tutte le foglie
• Una manciata di foglie di bietola



Preparazione del brodo:
Lavare tutte le verdure, aggiungerle all’acqua intere e far bollire per una mezz’ora o più dipende dagli ortaggi, ma infilzando la carota con la forchetta deve risultare morbida.
A questo punto il brodo è pronto.
Togliere con la schiumarola le verdure (si potranno utilizzare per altre preparazioni: ed esempio trattenendo anche un po’ di brodo si potrà fare un passato di verdura…)

Ingredienti per la preparazione del tonno:
• 750 g di coscia di maiale di Cinta Senese
• 1 rametto di timo
• 1 foglia di alloro
• 1 presa di sale
• Una manciata di grani di pepe nero
Preparazione del tonno:
Far bollire il brodo vegetale.
Nel frattempo sgrassare accuratamente la coscia del maiale.
Appena il brodo bolle, salarlo, aggiungere i grani di pepe, il timo, l’alloro e inserire la carne.
E’ fondamentale inserire il maiale solo quando il brodo bolle, così si chiudono i pori della carne e resta tenera.
Lascia bollire la carne a fuoco basso per circa 1 ora, quindi scolare e sistemare il maiale su un tagliere.
A questo punto, con 2 forchette si sfibra la carne (attenzione non va tagliata), fino ad ottenere la consistenza tipica del tonno in scatola.


Conservazione del piatto:
Il Tonno del Chianti è una preparazione che può essere conservata diversi giorni in frigorifero (avendo cura che tutto sia coperto di olio extra vergine di oliva).
Ingredienti per la conservazione del tonno:
• “Tonno”
• Origano
• Sale
• Pepe macinato
• Pepe in grani
• rametti di rosmarino
• 4/5 spicchi di aglio
• foglie di alloro
• olio extra vergine di oliva
Preparazione:
Mettere il maiale sfibrato in una ciotola, aggiustare di sale e pepe, aggiungere un pizzico di origano e mezzo bicchiere circa di olio extra vergine di oliva.
Volendo il Tonno del Chianti è pronto, altrimenti si conserva chiuso in vasetti di vetro sterilizzati.
Per la conservazione, inserire il tonno nei vasetti insieme ad 1 foglia di alloro per vasetto (da 250 ml), alcuni rametti di rosmarino ed uno spicchio d’aglio diviso in 4 e diversi grani di pepe nero: premere bene e coprire il tutto con olio extra vergine di oliva, avendo cura che non sporga nulla.
Si conserva in frigorifero per alcune settimane...forse anche di più ma in casa mia dura poco...
Si serve con insalate fresche, verdure in pinzimonio, verdure sott’olio, o in agrodolce.


Ho ricevuto questo premio da Vale, di Mangia e bevi, che ringrazio tantissimo... ed ho in mente tantissimi blog che mi piacciono a cui girarlo...ci penso un po' e domani lo annuncio... grazie ancora di cuore a Vale.

giovedì 11 marzo 2010

Sfogliette croccanti di pollo

Una ricetta per far felici i bambini di tutte le età.....



Ingredienti per 4 persone:
• Un petto di pollo intero (da circa 300 g)
• 4 albumi d’uovo
• 200 g di farina
• 200 g di pan grattato
• Olio extravergine di oliva
• Sale
• 1 uovo intero (eventuale)
• Alcune fette di pane toscano raffermo
• Lattuga per guarnire

Procedimento:

Tagliare il petto di pollo a fettine sottili (3/4 millimetri).
Preparare 3 scodelle, una con la farina, una con gli albumi sbattuti con un pizzico di sale, una con il pangrattato.
Passare ogni fettina di pollo, prima della farina premendo bene per farla aderire, poi negli albumi, poi nel pangrattato, anche qui premendo bene per garantirne l’aderenza.
Una volta passate tutte le fettine, preparare una padella con 2 dita abbondanti di olio extra vergine d’oliva e metterlo sul fuoco.
Appena l’olio è bollente, passare velocemente le fettine, girarle e a doratura completata scolarle sulla carta da cucina.
Una volta scolato l’eccesso di olio, salarle e trasferirle in un recipiente in forno (con lo sportello un po’ aperto) a 100° per mantenerle in caldo.
Intanto recuperare tutti gli avanzi delle scodelle (albumi, farina e pangrattato) in una ciotolina e mescolare bene (se fosse troppo asciutto aggiungere l’uovo intero), fino ad ottenere la consistenza di una polpettina.
Formare con le mani o con 2 cucchiai delle quenelle e friggerle insieme alla carne.
Preparare un vassoio con un letto di lattuga, sistemare le fette di pollo croccante sopra e servire ben caldo.
Le frittelline si possono servire insieme.
Come accompagnamento è buonissimo anche il pane fritto, semplici fette di pane toscano passate nell’uovo sbattuto e fritte.

Spaghetti con bottarga e pomodorini

Qui da noi la primavera sembra ancora molto lontana...io invece ho voglia di sole e di mare...un piatto con tutti i profumi del mare ed i ricordi dell'estate...




Ingredienti per 4 persone :

• 400 g. di spaghetti
• 1 grosso porro
• 20 pomodorini ciliegini
• 40 g di bottarga
• Un mazzetto di prezzemolo
• Alcune foglie di basilico
• Olio extra vergine di oliva

Preparazione:
Mentre bolle l’acqua per la pasta, tagliare il porro a julienne e saltarlo in olio extra vergine d’oliva. Aggiungere i pomodorini tagliati in 4, il prezzemolo tagliato grossolanamente, alcune foglie di basilico e la bottarga spezzettata. Cuocere alcuni minuti e appena gli spaghetti sono cotti (al dente) saltarli nel sughetto.

lunedì 8 marzo 2010

Insalatina di finocchi e arance in coppa d’arancia

Dopo alcune ricette piene di calorie, oggi ho voluto festeggiare bla festa della donna con un piatto leggero, delicato ma gustoso, pieno di vitamine ...
Come per ogni festa che si rispetti, ci vuole una presentazione più curata ...




Ingredienti per 4 persone:
  • La polpa di 4 arance Navel (quelli a polpa gialla)
  • La buccia accuratamente svuotata di 2 arance tagliate a metà
  • 2 finocchi
  • Olio extra vergine di oliva
  • Fior di sale
  • Pepe bianco
  • Il succo di 1 limone
  • Scorzette di arancio e limone
  • Fettine sottili di arancio e limone per guarnire

Preparazione:
Pelare a vivo le 4 arance senza disperdere il succo.
Tagliare a julienne i finocchi.
Raccogliere tutto in una ciotola, condire con olio, sale, pepe, succo di limone.
Dividere quindi il composto nelle 2 arance tagliate a metà e svuotate.
Guarnire con le fettine di arancio e limone.


domenica 7 marzo 2010

Spaghetti alla chitarra con “rigatino” di Cinta Senese e zucca gialla



Ingredienti per 4 persone :

• 400 g. di spaghetti alla Chitarra
• 200 g di pancetta
• 1 grosso porro
• 200 g di zucca pulita
• Olio extra vergine di oliva
• Sale
• Pepe

Preparazione:
Mentre bolle l’acqua per la pasta, tagliare il “rigatino” di Cinta Senese a dadini e rosolarlo in padella con un cucchiaio d’olio extra vergine di oliva.
Togliere quindi il rigatino dalla padella e metterlo da parte.
Tagliare il porro a julienne e saltarlo nell’olio rimasto in padella, aggiungere quindi la zucca tagliata a dadini molto piccoli e farla cuocere (deve diventare morbida ma non deve disfarsi) aggiungendo alcuni cucchiai d’acqua bollente, salare e pepare.
Unire di nuovo la pancetta e insaporire bene.
Appena l’acqua bolle, salare e buttare gli spaghetti e scolarli al dente.
Trasferire gli spaghetti cotti nella padella del sughetto, con alcuni cucchiai di acqua di cottura e saltarli.
Servire subito.

sabato 6 marzo 2010

Filetto di vitello di Chianina con crema di scalogni al Vin Santo


Un piatto liberamente tratto...molto liberamente dal libro Arnolfo,l'arte del gusto in Toscana di Gaetano Trovato.
E' un piatto realizzato con gli ingredienti della mia terra, profumati da un vino aromatico antico...una delizia per il gusto e l'olfatto...


Ingredienti per 4 persone:
• 400 g di filetto di Chianina
• 10 cl di Vin Santo
• 20 cl di fondo di vitello (qui di seguito la ricetta)
• 5 scalogni
• Olio extra vergine di oliva
• Fior di sale
• 2 chiodi di garofano
• 1 foglia di alloro
• 10 bacche di pepe nero
• 6 bacche di ginepro
• 1 rametto di timo

Procedimento:
In una casseruola, far rosolare gli scalogni tritati finemente con un filo d’olio extra vergine di oliva, le spezie e la foglia di alloro.
Unire il Vin Santo e lasciarlo evaporare completamente.
Aggiungere il fondo di vitello e cuocere fino ad ottenere una salsetta non troppo fluida.
Passarla al passaverdure, e tenerla in caldo.
Dividere il filetto in 4 medaglioni, passarli in padella con un filo d’olio extra vergine di oliva circa 3 minuti per lato, aggiungere il fior di sale e pepe macinato al momento.
Comporre nei piatti un filetto con alcuni cucchiai di salsa.
Si accompagna con peperoni al forno o grigliati, patate e melanzane al forno


Fondo di vitello


Ingredienti:
• 200 g di spalla di vitello disossata
• 200 G ossa di vitello spezzettate finemente
• 1 quarto di pollo (la parte della coscia)
• 1 carota affettata
• 1 cipolla affettata sottilmente
• 1 porro affettato sottilmente
• 1 costa di sedano affettato
• 1 mazzetto di odori (prezzemolo, timo, alloro)
• 1 l di acqua
• Sale


Preparazione
Legare con uno spago la carne, spezzettare le ossa e porre tutto in una grande pentola con l'acqua e il pollo.
Portare a lenta ebollizione, e schiumare accuratamente.
Unite le verdure, il mazzetto di odori e il sale.
Far cuocere a fuoco basso per 3 ore e 1/2.
Lasciar raffreddare il brodo, quindi sgrassarlo e filtrarlo attraverso una mussola fine, tenendo da parte la carne per altre preparazioni.

venerdì 5 marzo 2010

Crêpes alla Nutella

Ecco qui, l'ultimo piatto della Cena del Pigiama Party:




Ingredienti:
• 50 g farina
• 30 g burro
• 4 uova
• 1 dl di latte
• Un pizzico di sale

Preparazione:
Sbattere le uova intere con il sale, aggiungere piano piano la farina setacciata, continuando a mescolare. Intanto sciogliere il burro nel latte leggermente scaldato, farlo raffreddare ed unire i 2 composti, mescolando molto bene. Lasciar riposare l’impasto in frigo almeno 1 ora (anche più).
Al momento della cottura, in un padellino piccolo antiaderente ben caldo, versare un mestolino di composto, ruotarlo bene per farlo aderire in modo omogeneo. Appena il bordo esterno si colora leggermente girare la crêpes (saltandola fa più scena… altrimenti usare una forchetta o una spatola) e cuocerla anche sull’altro lato.
Depositare la crêpes sul piatto da portata spalmarla di Nutella, chiuderla e mangiarla subito…

mercoledì 3 marzo 2010

Bocconcini di petto di pollo alle erbe aromatiche




Ingredienti per 4 persone:
• Un petto di pollo intero
• Un mazzetto di salvia
• Un mazzetto di rosmarino
• Olio extravergine di oliva
• Sale
• pepe

Procedimento:

Tagliare il petto di pollo a dadini (ricordiamoci che l’idea nasce per essere mangiato con le bacchette) e inserirlo in un contenitore da frigo, insieme a diversi spicchi di aglio, ai mazzetti di salvia e rosmarino, pepe ed un po’ di olio extra vergine di oliva.
Lasciarlo nella marinata almeno una nottata (oppure una giornata…è uguale).
Al momento di cucinarlo, tirare fuori il pollo dal frigo.
Preparare una casseruola con olio extra vergine di oliva, 1 spicchio d’aglio, salvia e rosmarino.
Far insaporire l’olio, dopo di che versare i bocconcini e far rosolare bene.
A rosolatura completata, togliere eventuali spicchi d’aglio o erbe aromatiche bruciacchiate,aggiungere la marinata, salare bene e finire la cottura.
Naturalmente si mangia caldissimo con le bacchette cinesi… e poi scarpetta con il pane al sughetto poco cinese, ma buonissimo…

martedì 2 marzo 2010

Rotolini di pancarré farciti ai 5 gusti













Ingredienti per 5 rotolini:

• 1 pacco di pane da tramezzini (quello del banco frigo)
• 250 ml circa di panna fresca
• 3 fette di prosciutto cotto
• 100 g di robiola
• 50 g di gorgonzola dolce
• 60 g di pesce spada affumicato
• 25 g di burro salato
• 50 g di tonno
• 2 pomodorini ciliegini
• 3 wurstel
• 1 cucchiaio di maionese
• 1 cucchiaio di ketchup
• Insalatine delicate (valeriana, lattughini…)

Preparazione:

Rotolini con prosciutto cotto
Stendere sul piano di lavoro 2 fogli di pellicola avendo cura che siano più grandi della fetta di pancarré.
Adagiare sopra alla pellicola una fetta di pan carré e bagnarlo con la panna.
Spalmare la fetta di pancarré con 50 g di robiola e stenderci sopra le 3 fette di prosciutto
Arrotolare tutto molto stretto e metterlo in frigo almeno 10 ore.
Al momento di servire, togliere la pellicola e tagliare a rondelle di 1 cm circa.

Rotolini con formaggi
Stendere sul piano di lavoro 2 fogli di pellicola avendo cura che siano più grandi della fetta di pancarré.
Adagiare sopra alla pellicola una fetta di pan carré e bagnarlo con la panna.
In una ciotolina amalgamare con cura 50 g di robiola fresca e 50 g di gorgonzola dolce, poi spalmarli sulla fetta di pancarré e ricoprire di foglioline di insalata.
Arrotolare tutto molto stretto e metterlo in frigo almeno 10 ore.
Al momento di servire, togliere la pellicola e tagliare a rondelle di 1 cm circa.

Rotolini con pesce spada
Stendere sul piano di lavoro 2 fogli di pellicola avendo cura che siano più grandi della fetta di pancarré.
Adagiare sopra alla pellicola una fetta di pan carré e bagnarlo con la panna.
Spalmare con il burro ammorbidito e coprire con le fette di pesce spada affumicato.
Arrotolare tutto molto stretto e metterlo in frigo almeno 10 ore.
Al momento di servire, togliere la pellicola e tagliare a rondelle di 1 cm circa.

Rotolini con tonno e pomodorini
Stendere sul piano di lavoro 2 fogli di pellicola avendo cura che siano più grandi della fetta di pancarré.
Adagiare sopra alla pellicola una fetta di pan carré e bagnarlo con la panna.
Stendere le foglie di insalata, sopra il tonno sbriciolato ed al centro i pomodorini tagliati in 4.
Arrotolare tutto molto stretto e metterlo in frigo almeno 10 ore.
Al momento di servire, togliere la pellicola e tagliare a rondelle di 1 cm circa.
Rotolini con wurstel
Stendere sul piano di lavoro 2 fogli di pellicola avendo cura che siano più grandi della fetta di pancarré.
Adagiare sopra alla pellicola una fetta di pan carré e bagnarlo con la panna.
Spalmare un cucchiaio di maionese e sopra il ketchup.
Aggiungere al centro in fila indiana i 3 wurstel (in realtà ce ne stanno 2 ed un pezzetto).
Arrotolare tutto molto stretto e metterlo in frigo almeno 10 ore.
Al momento di servire, togliere la pellicola e tagliare a rondelle di 1 cm circa.

Nota:
Naturalmente la preparazione si presta ad una infinita varietà di ripieni, li ho già fatti anche:
• salmone affumicato ed insalatina
• gamberi al vapore conditi con olio, sale e limone ed insalatina
• cernia affumicata e insalatina
• burro, bottarga e insalatina
• crema di carciofi e prosciutto cotto
• brie, pera e granella di noci
• mascarpone e kiwi
• peperone rosso cotto al forno e Philadelphia aromatizzato al basilico
• crema di uova e carciofini sott’olio

Aspetto con ansia le vostre proposte, le vostre modifiche e nuovi ripieni...

lunedì 1 marzo 2010

Focaccia ripiena...in toscano ciaccino ripieno

Ecco qua la prima ricetta del menu del pigiama party






Ingredienti:
• 400 g farina
• 1 cucchiaino di zucchero di canna
• 25 g di lievito di birra
• 200 ml di acqua tiepida
• 200 g di prosciutto cotto
• 400 g di mozzarella fiordilatte
• Sale
• Rosmarino (optional)


Preparazione:
Sciogliere il lievito di birra nell’acqua tiepida insieme allo zucchero e lasciarlo riposare qualche minuto per riattivare il lievito.
Preparare in una ciotola la farina con un cucchiaino di sale fino.
Unirvi poi l’acqua un po’ alla volta con il lievito sciolto, mescolando con cura.
Aggiungere 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva.
Amalgamare il tutto fino ad ottenere un impasto morbido.
Lasciare a lievitare almeno un’ora, al riparo dalle correnti.
Trascorso il tempo di lievitazione, accendere il forno e portarlo a 200°.
Mettere l’impasto sulla spianatoia con un po’ di farina e dividerlo in 2 parti uguali.
Stendere una parte sulla teglia coperta di carta forno spennellata di olio di oliva.

Bucherellare con la forchetta la massa appena stesa, stendere sopra le fette di prosciutto cotto e ricoprire di fettine di fiordilatte.
Chiudere con l’altra metà della pasta, unendo bene i bordi.
Incidere dei tagli con un coltello affilato, spennellare con olio extra vergine d’oliva, aggiungere il sale ed eventualmente il rosmarino.
Infornare a 200° per 30 minuti.